Reading time: 6 minutes

San Remigio: celebrated on January 13th (and October 1st)

Remigius of Reims

Remigius of Reims(Laon,437about -Reims, 13 January 533) was a Frankish archbishop.

He is revered as a saint byCatholic church. He was an advisor and a legal secretary to the king.

San Remigius, vescovo di Reims, dopo che il re Clodoveo nel Natale 498 fu iniziato al sacro fonte battesimale ed ai sacramenti della fede, convertì i Franchi a Cristo e, dopo oltre sessant’anni di episcopato, lasciò questa vita ragguardevole per santità.

The latest edition of the Roman Martyrology (2001) commemorates Saint Remigius on 13 January, his dies natalis, while his optional liturgical memory in France is celebrated on 15 January, the day of his burial.

Il calendario della forma extra-ordinaria del Rito Romano pone la sua commemorazione al 1° ottobre, anniversario della traslazione solenne dei suoi resti nella basilica a lui dedicata, traslazione autorizzata dal pontefice San Leone IX il 1° ottobre 1049.

Once upon a time even the Martyrology remembered him on October 1st and still today in many places he is celebrated on that date.

Etymology: Remigio = who is at the oar, rower, from Latin

Emblem: Pastoral Staff, Vial of Oil

Roman Martyrology: In Reims, still in Belgian Gaul, now in France, deposition of Saint Remigius, bishop: after King Clovis was initiated into the sacred baptismal font and the sacraments of faith, he converted the Franks to Christ and, after over sixty years of episcopate, he left this life notable for holiness.

Nato cittadino romano, Remigio vede crollare nel 476 l’Impero di Occidente e sparire il dominio di Roma nella sua Gallia, che passa in mano alle tribù barbariche di Burgundi, Alamanni e Visigoti. Sul finire del V secolo, il popolo germanico dei Franchi occupa via via il Paese, al quale darà infine anche il proprio nome: Francia.

Remigio appartiene al ceto dei gallo romani, legati da generazioni alla cultura latina, da cui ora provengono molti uomini di Chiesa. Viene acclamato vescovo di Reims prima di compiere i trent’anni, e un suo fratello di nome Principio sarà vescovo di Soissons.

All’epoca, la Gallia è un arcipelago di isole e isolette cattoliche, in un mare formato da Burgundi e Visigoti di fede ariana, mentre le campagne sono ancora pagane, come a loro modo pagani sono anche i Franchi, condotti in Gallia dal re Childerico.

Meno evoluti degli altri popoli, i Franchi sono però dei grandi combattenti (non portano elmo né corazza) e hanno reso buoni servizi militari a Roma in passato.
Morto nel 482 Childerico, gli succede il figlio Clodoveo quindicenne. A lui Remigio, vescovo cattolico in territorio franco, scrive lettere rispettose e insieme autorevoli. Una di esse dice: “Vegliate a che il Signore non distolga lo sguardo da voi. Consigliatevi con i vostri vescovi.

Divertitevi con i giovani, ma deliberate coi vecchi”. Da un lato lo ammonisce, dall’altro riconosce la sua sovranità: un muoversi anche da politico, che è inevitabile per Remigio, “evangelizzatore a vita” tra i Franchi.

E’ un aiuto prezioso per Clodoveo, perché favorisce l’adesione degli altri vescovi e dei gruppi galloromani. Così il re giungerà a essere padrone del Paese, dopo la vittoria del 507 a Vouillé sui Visigoti, dando così l’inizio alla dinastia dei Merovingi. Ma non c’è soltanto la politica. Su di lui influisce fortemente in senso religioso la moglie Clotilde, che è già cattolica; influisce Remigio, che lo istruisce personalmente nella fede.

E molti atti successivi del re Clodoveo rivelano una religiosità personale autentica. Si arriva così al suo battesimo, per opera del vescovo, a Reims, in un giorno di Natale di un anno incerto. Alcuni sostengono fosse il 497. In un’iscrizione della fine del XV secolo a Reims si legge: “L’an de grace cinq cent le roy Clovis – receut a Reims par saint Remy baptesme”. Saremmo allora al 500.

Ma dopo quel Natale, quale che sia, riprende il lungo, feriale lavoro di Remigio per annunciare il Vangelo a chi non è re né principe; senza poeti e cronisti al seguito. Una fatica durata quasi settant’anni, secondo una tradizione. Un’immersione totale nei suoi doveri, oscuramente portata avanti, e di cui si parlerà soltanto dopo la sua morte, quando Remigio sarà acclamato santo direttamente dalla voce popolare.

L’ultima edizione del Martirologio Romano (2001) ricorda San Remigio il 13 gennaio, suo dies natalis, mentre la sua memoria liturgica facoltativa in Francia è celebrata il 15 gennaio, giorno della sua sepoltura. Il calendario della forma extra-ordinaria del Rito Romano pone la sua commemorazione al 1° ottobre, anniversario della traslazione solenne dei suoi resti nella basilica a lui dedicata, traslazione autorizzata dal pontefice San Leone IX il 1° ottobre 1049.

Once upon a time even the Martyrology remembered him on October 1st and still today in many places he is celebrated on that date.

San Remigio di Reims
St. Remigius of Reims

Churches dedicated to San Remigio:

  • Italy
    • Parish Church of San Remigio, Fosdinovo (Massa and Carrara), where there are the relics of the Saint brought there in 1701 from Lucca, as well as a statue dating back to the second half of the 14th century, a bust placed on the top of the entrance portal and numerous other references to the French Saint.
    • Church of San Remigio, Carignano (Turin).
    • Church of San Remigio, Florence.
    • Duomo dei SS. Giovanni Battista e Remigio, Carignano (Torino).
    • Church of San Remigio, Cavasso Nuovo (Pordenone).
    • Church of San Remigio, Villadeati (Alessandria).
    • Church of San Remigio, Goido (Pavia).
    • Oratory of San Remigio, Verbania-Pallanza.
    • Parish of San Remigio, Colleverde, Guidonia Montecelio (Rome).
    • Parish of San Remigio, Vione (Brescia).
    • Parrocchia Assunzione di Maria Vergine e San Remigio, Arignano (Torino).
    • Parish of San Remigio Vimodrone, (Milan).
    • Chiesa dei Santi Ilario e Remigio, Figliaro, Beregazzo con Figliaro, (Como).
    • Church of San Remigio, Endine Gaiano (Bergamo). In the parish of Endine an authentic relic of the Holy Bishop of Reims is preserved, as well as a wooden statue, which depicts him baptizing King Clovis, dating back to 1867 and made as an "Ex voto" by the population.
    • San Remigio Church in Sedriano (Milan).
    • Oratory of San Remigio, Busto Garolfo (Milan).
    • The former Abbey of San Remigio of Parodi Ligure belongs to an ancient Benedictine settlement less than 4 km from Gavi.
    • Parish church of Santi Maria e Remigio, in Pecetto di Valenza (Alessandria).
  • France
    • Basilica of San Remigio in Reims.


San Remigio is the patron saint of:

  • Arignano (Turin)
  • Carignano (Turin)
  • New Cavasso (Pordenone)
  • Fosdinovo (Massa and Carrara)
  • Colleverde (Guidonia Montecelio)
  • Saint-Rhémy village of Saint-Rhémy-en-Bosses (Aosta Valley)
  • Sedriano (Milan)
  • Villadeati (Alessandria)
  • Pecetto di Valenza (Alessandria)
  • Vimodrone (Milan)
  • Vione (Brescia)

The feast of the saint you are named after

The name day is generally celebrated on January 13th in honor of Saint Remigius, archbishop of Reims.
They are also remembered with this name on the following dates:

January 19, Saint Remigius, archbishop of Rouen
March 20, Saint Remigius, bishop of Strasbourg
19 giugno, san Remigio Isoré, sacerdote gesuita, uno dei martiri cinesi
28 October, Saint Remigius, archbishop of Lyon

sources © Christian family | Wikipedia


Help us help!

San Remigio 2
With your small donation we bring a smile to young cancer patients

6 Comments

Latest articles

credere in Dio
April 14, 2024
Prayer of April 14, 2024
Dante and Beatrice Henry Holiday
April 14, 2024
So kind and so honest it seems
Gesù e discepoli
April 14, 2024
The Word of April 14, 2024
Eugenio e Francesca con la bicicletta nel 2015
April 13, 2024
Prayer of April 13, 2024
Eugenio e Remigio mano nella mano, salita al Gianicolo
April 13, 2024
Give me your hand my boy

Upcoming events

×