Tempo de leitura: 5 minutos

Leia e ouça a Palavra de 20 de abril de 2023

Quinta-feira da segunda semana da Páscoa

primeira leitura

Nós e o Espírito Santo somos testemunhas desses fatos.

Dos Atos dos Apóstolos
Atos 5:27-33

Naqueles dias, [o comandante e os servos] trouxeram os apóstolos e os apresentaram no Sinédrio; o sumo sacerdote os interrogou, dizendo: "Não vos proibimos expressamente de ensinar neste nome? E eis que encheste Jerusalém com o teu ensino e pretendes trazer o sangue deste homem sobre nós”.

Rispose allora Pietro insieme agli apostoli: «Bisogna obbedire a Dio invece che agli uomini. Il Dio dei nostri padri ha risuscitato Gesù, che voi avete ucciso appendendolo a una croce. Dio lo ha innalzato alla sua destra come capo e salvatore, per dare a Israele conversione e perdono dei peccati.

E di questi fatti siamo testimoni noi e lo Spirito Santo, che Dio ha dato a quelli che gli obbediscono».
Quando ouviram essas coisas, ficaram furiosos e queriam matá-los.

a palavra de Deus.
 

salmo responsorial
Do Salmo 33 (34)

R. Escuta, Senhor, o clamor dos pobres.
Ou:
R. Aleluia, aleluia, aleluia.

Bendirei ao Senhor em todo o tempo,
Seu louvor está sempre em meus lábios.
Prove e veja como o Senhor é bom;
bem-aventurado o homem que nele se refugia.R.
 
A face do Senhor contra os malfeitores,
para apagar sua memória da terra.
Os justos clamam e o Senhor os ouve,
liberta-os de todas as suas ansiedades.R.
 
Perto está o Senhor dos quebrantados de coração,
ele salva os espíritos quebrantados.
Muitos são os males do justo,
mas de tudo o Senhor o livra.R.
 

aclamação do evangelho

Aleluia, aleluia.

Porque você me viu, Tomé, você acreditou;
bem-aventurados os que não viram e creram. (João 20:29)

Aleluia.

Evangelho

Il Padre ama il Figlio e gli ha dato in mano ogni cosa.

La Parola del 20 aprile 2023
A Palavra de 20 de abril de 2023 3

Do Evangelho segundo João
Jo 3:31-36

Chi viene dall’alto, è al di sopra di tutti; ma chi viene dalla terra, appartiene alla terra e parla secondo la terra.

Chi viene dal cielo è al di sopra di tutti. Egli attesta ciò che ha visto e udito, eppure nessuno accetta la sua testimonianza.

Chi ne accetta la testimonianza, conferma che Dio è veritiero. Colui infatti che Dio ha mandato dice le parole di Dio: senza misura egli dà lo Spirito.

Il Padre ama il Figlio e gli ha dato in mano ogni cosa. Chi crede nel Figlio ha la vita eterna; chi non obbedisce al Figlio non vedrà la vita, ma l’ira di Dio rimane su di lui.

Palavra do Senhor.

São Cirilo de Jerusalém (313-350)

vescovo di Gerusalemme e dottore della Chiesa

Catequese batismal n°29-31 (trad. cb© evangelizo)

Recebemos a promessa inabalável da vida eterna

La vita sussistente e vera è il Padre che, per mezzo del figlio e nello Spirito Santo, riversa su tutti senza eccezione i doni celesti. Grazie alla sua misericordia, anche noi uomini abbiamo ricevuto la promessa incrollabile della vita eterna.

E non bisogna rifiutare di credere, perché “a Dio tutto è possibile” (Mt 19,26). (…) Le prove della vita eterna abbondano. Al nostro desiderio di raggiungerla, le divine Scritture indicano i modi per arrivarci. Prima di tutto le Scritture insegnano che la si ottiene con la fede, poiché sta scritto: “Chi crede nel Figlio ha la vita eterna” (Gv 3,36). (…)

Altrove, è indicato il martirio e la confessione in Cristo, quando è detto: “Chi odia la sua vita in questo mondo la conserverà per la vita eterna” (Gv 13,25). La scrittura dice ancora che la vita eterna si acquista mettendo Cristo prima delle ricchezze e dei parenti: “Chiunque avrà lasciato case, o fratelli, o sorelle, ecc. avrà in eredità la vita eterna” (Mt 19,29).

O ancora che è con l’osservanza dei comandamenti: “Non uccidere, non commettere adulterio…” (Mt 19,18); è quanto Gesù rispose all’interlocutore che gli diceva: “Maestro, cosa debbo fare per avere la vita eterna?” (Mt 19,16). Ancora, è evidente, evitando le cattive azioni e servendo Dio, poiché Paolo dice: “Ora invece, liberati dal peccato e fatti servi di Dio, voi raccogliete il frutto che vi porta alla santificazione e come destino avete la vita eterna” (Rm 6,22).

A busca pela vida eterna tem tantos aspectos que, devido ao seu grande número, deixei de lado. Com efeito, o misericordioso Senhor não abriu uma única porta, nem uma segunda, mas numerosas portas para entrar na vida eterna, para que todos, cada um no que depender de si, dela possam tirar proveito sem dificuldade.

PALAVRAS DO SANTO PADRE

Chi crede in lui non è condannato; ma chi non crede è già stato condannato, perché non ha creduto nell’unigenito Figlio di Dio» (Gv 3,17-18).

Questo significa allora che quel giudizio finale è già in atto, incomincia adesso nel corso della nostra esistenza. Tale giudizio è pronunciato in ogni istante della vita, come riscontro della nostra accoglienza con fede della salvezza presente ed operante in Cristo, oppure della nostra incredulità, con la conseguente chiusura in noi stessi.

Ma se noi ci chiudiamo all’amore di Gesù, siamo noi stessi che ci condanniamo. La salvezza è aprirsi a Gesù, e Lui ci salva, e chiediamo perdono. Ma per questo dobbiamo aprirci all’amore di Gesù, che è più forte di tutte le altre cose.

L’amore di Gesù è grande, l’amore di Gesù è misericordioso, l’amore di Gesù perdona; ma tu devi aprirti e aprirsi significa pentirsi, accusarsi delle cose che non sono buone e che abbiamo fatto. (Audiência Geral, 11 de dezembro de 2013)

Vangelo del giorno
O Evangelho do dia
A Palavra de 20 de abril de 2023
Loading
/

Doe o seu 5x1000 à nossa associação
Não custa nada, vale muito para nós!
Ajude-nos a ajudar pequenos pacientes com câncer
você escreve:93118920615

Artigos Mais Recentes

Eucaristia
17 de abril de 2024
A Palavra de 17 de abril de 2024
croce su vetro appannato
16 de abril de 2024
Oração de 16 de abril de 2024
madre e figlio
16 de abril de 2024
Implore a minha mãe
sole
16 de abril de 2024
Novas compaixões
pane, acqua e crocifisso
16 de abril de 2024
A Palavra de 16 de abril de 2024

Próximos eventos

×