Tiempo de lectura: 7 minutos

Lee y escucha la Palabra del 9 de abril de 2023

Domingo de Pascua: Resurrección del Señor

Primera lectura

Comimos y bebimos con él después de su resurrección de entre los muertos.

De los Hechos de los Apóstoles
Hechos 10:34a.37-43

In quei giorni, Pietro prese la parola e disse: «Voi sapete ciò che è accaduto in tutta la Giudea, cominciando dalla Galilea, dopo il battesimo predicato da Giovanni; cioè come Dio consacrò in Spirito Santo e potenza Gesù di Nàzaret, il quale passò beneficando e risanando tutti coloro che stavano sotto il potere del diavolo, perché Dio era con lui.

E noi siamo testimoni di tutte le cose da lui compiute nella regione dei Giudei e in Gerusalemme. Essi lo uccisero appendendolo a una croce, ma Dio lo ha risuscitato al terzo giorno e volle che si manifestasse, non a tutto il popolo, ma a testimoni prescelti da Dio, a noi che abbiamo mangiato e bevuto con lui dopo la sua risurrezione dai morti.

E ci ha ordinato di annunciare al popolo e di testimoniare che egli è il giudice dei vivi e dei morti, costituito da Dio. A lui tutti i profeti danno questa testimonianza: chiunque crede in lui riceve il perdono dei peccati per mezzo del suo nome».

Espada de Dios.

Salmo responsorial
Desde $ 117 (118)

R. Este es el día que ha hecho el Señor: regocijémonos y alegrémonos.

Dad gracias al Señor porque es bueno,
porque su amor es para siempre.
Di Israel:
"Su amor es para siempre." r.

La diestra del Señor está levantada,
la diestra del Señor ha hecho proezas.
No moriré, pero seguiré con vida.
y anunciaré las obras del Señor. r

La piedra rechazada por los constructores
se ha convertido en la piedra angular.
Esto fue hecho por el Señor:
una maravilla a nuestros ojos. r

Segunda Lectura

Cercate le cose di lassù, dove è Cristo.De la carta de San Pablo Apóstol a los Coliseos
Col 3,1-4

Fratelli, se siete risorti con Cristo, cercate le cose di lassù, dove è Cristo, seduto alla destra di Dio; rivolgete il pensiero alle cose di lassù, non a quelle della terra.
Voi infatti siete morti e la vostra vita è nascosta con Cristo in Dio! Quando Cristo, vostra vita, sarà manifestato, allora anche voi apparirete con lui nella gloria.

Espada de Dios.

SECUENCIA
Recién hoy es obligatorio; en días entre la octava es opcional.

A la víctima pascual,
que el sacrificio de alabanza se eleve hoy.
El Cordero ha redimido a su rebaño,
el Inocente se ha reconciliado
noi peccatori col Padre.

La muerte y la vida se enfrentaron
en un prodigioso duelo.
El Señor de la vida estaba muerto;
pero ahora, vivo, triunfa.

"Dinos, María:
¿qué viste en el camino?».
«La tomba del Cristo vivente,
la gloria del Cristo risorto,
y los ángeles sus testigos,
el sudario y su ropa.
Cristo, mia speranza, è risorto:
precede al suyo en Galilea".

Sí, estamos seguros:
Cristo è davvero risorto.
Tú, Rey victorioso,
ten piedad de nosotros.

En latín:
Victimae pascháli laudes
Christiani Inmolente.
Agnus redimir oves:
Cristo inocente
Patri reconciliavit peccatóres.

Muerte y vida
duello conflixére mirando:
dux vitae mortuus regnat vivus.

Dec nobis, María,
quid vidisti in via?
Sepúlcrum Christi viventis:
et gloriam vidi resurgentis.
testículos angélicos,
sudarium et vestis.
Surréxit Christus spes mea:
praecédet suos en Galilaéam.

Scimus Christum
surrexísse a mórtuis vere:
tu nobis, victor rex,
miserere.

aclamación del evangelio

Aleluya, aleluya.

Cristo, nostra Pasqua, è stato immolato:
celebremos en el Señor. (Cf. 1Cor 5,7-8)

Aleluya.

Evangelio

Él tuvo que resucitar de entre los muertos.

La Parola del 9 aprile 2023
La Parola del 9 aprile 2023 7

Del Evangelio según Juan
Juan 20:1-9

El primer día de la semana, María Magdalena fue al sepulcro por la mañana, cuando aún estaba oscuro, y vio que habían quitado la piedra del sepulcro.

Corse allora e andò da Simon Pietro e dall’altro discepolo, quello che Gesù amava, e disse loro: «Hanno portato via il Signore dal sepolcro e non sappiamo dove l’hanno posto!».

Entonces Pedro salió con el otro discípulo y fueron al sepulcro. Ambos corrieron juntos, pero el otro discípulo superó a Pedro y llegó primero a la tumba. Se agachó, vio los paños colocados allí, pero no entró.

Entretanto llegó también Simón Pedro, siguiéndolo, y entró en el sepulcro y vio las vendas puestas allí, y el sudario, que había estado sobre su cabeza, no puesto allí con las vendas, sino envuelto en un lugar aparte.

Entonces entró también el otro discípulo, que había llegado primero al sepulcro, y vio y creyó. De hecho aún no habían entendido la Escritura, es decir, que tenía que resucitar de entre los muertos.

Palabra del Señor.

San Máximo de Turín (? – ca 420)

obispo

Discurso 36; PL 57, 605

“Este es el día que hizo el Señor” (Sal 118,24)

Lasciamo esplodere la nostra gioia, fratelli, oggi come ieri. Se le ombre della notte hanno interrotto il nostro piacere, il giorno santo non è finito. Le tenebre della sera separano i tempi, ma la chiarezza che diffonde la gioia del Signore è eterna.

Cristo ci illuminava ieri; la sua luce risplende ancor oggi. “Gesù Cristo è lo stesso ieri, oggi e sempre!” dice il beato apostolo Paolo (Eb 13,8). Sì, per noi Cristo si è fatto il giorno. Per noi è nato oggi, come lo annuncia Dio suo Padre attraverso la voce di Davide: “Tu sei mio figlio, io oggi ti ho generato” (Sal 2,7). Cosa dire? Che non ha generato suo figlio un giorno, ma che l’ha generato giorno e luce stessa. (…)

Sì, Cristo è il nostro oggi: splendore viva e senza declino, egli non cessa d’irradiare il mondo che sostiene (Eb 1,3) e questo bagliore eterno sembra non essere che un giorno. “Ai tuoi occhi, mille anni sono come un giorno solo” esclama il profeta (Sal 90).

Sì, Cristo è questo giorno unico perché unica è l’eternità di Dio. E’ il nostro “&”: il passato, che se ne è andato, non gli sfugge; l’avvenire, sconosciuto, non ha segreti per lui. Luce suprema, abbraccia tutto, conosce tutto, in ogni tempo è presente e possiede tutti i tempi. Davanti a lui il passato non può svanire, né l’avvenire sottrarsi. (…)

Questo oggi non è il tempo in cui egli è nato nel tempo secondo la carne dalla Vergine Maria, né quello dove secondo la divinità esce dalla bocca di Dio suo Padre, ma il tempo in cui è risorto dai morti: “Risuscitò Gesù, – dice l’apostolo Paolo – come anche sta scritto nel salmo secondo: Mio figlio sei tu, oggi ti ho generato” (At 13,33).

Es verdaderamente nuestro hoy, cuando, habiendo surgido de la noche profunda del inframundo, inflama a los hombres. Verdaderamente es nuestro hoy, el que no pudo oscurecer las negras tramas de los enemigos. Ningún día mejor que éste ha podido acoger la luz: a todos los muertos les ha devuelto el día y la vida. La vejez había puesto a los hombres en la muerte; los resucitó en el vigor de su hoy.

PALABRAS DEL SANTO PADRE

Dio ci chiede di guardare la vita come la guarda Lui, che vede sempre in ciascuno di noi un nucleo insopprimibile di bellezza. Nel peccato, vede figli da rialzare; nella morte, fratelli da risuscitare; nella desolazione, cuori da consolare.

Pasqua è la festa della rimozione delle pietre. Dio rimuove le pietre più dure, contro cui vanno a schiantarsi speranze e aspettative: la morte, il peccato, la paura, la mondanità. La storia umana non finisce davanti a una pietra sepolcrale, perché scopre oggi la “pietra viva” (cfr 1 Pt 2,4): Gesù risorto.

Noi come Chiesa siamo fondati su di Lui e, anche quando ci perdiamo d’animo, quando siamo tentati di giudicare tutto sulla base dei nostri insuccessi, Egli viene a fare nuove le cose, a ribaltare le nostre delusioni. (Homilía en la Vigilia Pascual, 20 de abril de 2019)

Vangelo del giorno
El evangelio del día.
La Palabra del 9 de abril de 2023
Loading
/ /

¡Ayúdanos a ayudar!

La Parola del 9 aprile 2023 5
Con tu pequeña donación sacamos una sonrisa a jóvenes pacientes con cáncer

Últimos artículos

Gesù e discepoli
14 Aprile 2024
La Parola del 14 aprile 2024
Eugenio e Francesca con la bicicletta nel 2015
13 Aprile 2024
Preghierina del 13 aprile 2024
Eugenio e Remigio mano nella mano, salita al Gianicolo
13 Aprile 2024
Dammi la mano ragazzo mio
mani sul cuore
13 Aprile 2024
Messo da parte per la sua gloria
Gesù cammina sulle acque
13 Aprile 2024
La Parola del 13 aprile 2024

Próximos Eventos

×