Tempo di lettura: 4 minuti

Leggi e ascolta la preghierina del 15 maggio 2023

Non puoi chiamarla libertà finché non rischi di cadere.

Daniele Silvestri, Acrobati

Entro nel testo (Gv 15,26-16,4a)

In quel tempo, disse Gesù ai suoi discepoli: «Quando verrà il Paràclito, che io vi manderò dal Padre, lo Spirito della verità che procede dal Padre, egli darà testimonianza di me; e anche voi date testimonianza, perché siete con me fin dal principio.

Vi ho detto queste cose perché non abbiate a scandalizzarvi.

Vi scacceranno dalle sinagoghe; anzi, viene l’ora in cui chiunque vi ucciderà crederà di rendere culto a Dio.

E faranno ciò, perché non hanno conosciuto né il Padre né me.

Ma vi ho detto queste cose affinché, quando verrà la loro ora, ve ne ricordiate, perché io ve l’ho detto».

preghierina del 15 maggio 2023
Preghierina del 15 maggio 2023 4

Mi lascio ispirare

Può far paura, il cambiamento.

Con la morte e la resurrezione di Gesù viene lo Spirito, e rinasciamo nello Spirito.

Uno Spirito che ha tanti nomi, soffio di vita, Consolatore… Gesù lo chiama Spirito di verità, dice che viene dal Padre, dalla fonte dell’amore. E dice che lo rende presente, perché lui è la Verità.

Ma venire al mondo non è indolore: questo è uno Spirito che ci scomoda dalle nostre posizioni, ci chiede di scegliere, continuamente, se dare la vita o prenderla, se amare o no.

Può far paura perché è uno Spirito che ci espone al rifiuto.

Gesù prepara i suoi discepoli alla sofferenza che verrà nelle persecuzioni, dice che tutto questo male viene dal non conoscere l’amore del Padre, dal non riconoscersi fratelli.

Il problema oggi è che rischia di non scandalizzarci neanche più il male.

E mi viene da pensare ai miei luoghi di morte, alle persone che mi hanno derisa, alle convinzioni che ho visto crollare, alle relazioni che sono finite perché sapevano di morte più che di vita… All’ostinazione con la quale tentavo di ricostruire, di rimettere insieme ciò che la grazia aveva distrutto.

Ai muri che sono diventati invalicabili, anche i miei, in nome di un’idea sbagliata di Dio.

A quando ho impedito a questa grazia di passare.

A quando sono rimasta in silenzio per paura.

Solo davanti alla Verità posso distinguere il male dal bene.

Mi metto dalla parte del torto. Non penso solo a quando mi è stata presa la vita, ma anche a quando l’ho presa io al posto di donarla o accoglierla.

Affido queste cadute, queste rovine, e vedo tra i detriti qualcosa di nuovo, è appena un germoglio quello che mi viene affidato.

Questo non è certamente opera mia, ma è lì proprio per me, da offrire.

Libertà è una parola vuota se non riconosco i miei fratelli e se non sono disposta a correre dei rischi per loro.

È davvero possibile rispondere al male con il bene come hai fatto tu?

Amare a perdere, con lo slancio di un salto nel vuoto.

Cosa posso dire di Te se non questo?

Caterina Bruno


Rifletto sulle domande

Quali esperienze di rifiuto puoi affidare al Paraclito?

Cosa ti trattiene dal dire la tua parola vera e quali rischi sei disposto ad assumerti?

Che nome ha il germoglio che hai davanti?


Preghiera a Maria

Rivolgiamo la nostra preghiera a Maria per il mese di maggio

Vieni, o Maria, e degnati di abitare in questa casa.

Come già al tuo Cuore Immacolato fu consacrata la Chiesa e tutto il genere umano, così noi, in perpetuo, affidiamo e consacriamo al
tuo Cuore Immacolato la nostra famiglia.

Tu che sei Madre della Divina Grazia ottienici di vivere sempre in grazia di Dio e in pace tra noi.

Rimani con noi; ti accogliamo con cuore di figli, indegni, ma desiderosi di essere sempre tuoi, in vita, in morte e nell’eternità.

Resta con noi come abitasti nella casa di Zaccaria e di Elisabetta; come fosti gioia nella casa degli sposi di Cana; come fosti madre per l’Apostolo Giovanni. Portaci Gesù Cristo, Via, Verità e Vita.

Allontana da noi il peccato e ogni male. In questa casa sii Madre di Grazia, Maestra e Regina.

Dispensa a ciascuno di noi le grazie spirituali e materiali che ci occorrono; specialmente accresci la fede, la speranza, la carità.
Suscita tra i nostri cari sante vocazioni.

Sii sempre con noi, nelle gioie e nelle pene, e soprattutto fa che un giorno tutti i membri di questa famiglia si trovino con te uniti in Paradiso.

preghierina del 15 maggio 2023
Preghierina del 15 maggio 2023 5

Prega con noi

preghiera di abbandono
Preghierina
Preghierina del 15 maggio 2023
Loading
/

Destina il tuo 5x1000 alla nostra associazione
a te non costa nulla, per noi vale tanto!
Aiutaci ad aiutare piccoli malati oncologici
scrivi: 93118920615

Ultimi articoli

pregare il Rosario
20 Aprile 2024
Scegliere di pregare
libro del Vangelo
20 Aprile 2024
La Parola del 20 aprile 2024
rana, animale, frog
19 Aprile 2024
La rana dalla bocca larga
gioia nel cuore
19 Aprile 2024
Scegliere la gioia
Remigio e Giuseppina mano nella mano
19 Aprile 2024
Io resto!

Eventi in programma

×