Entra

Registrati

Dopo aver creato il tuo account, sarai in grado di monitorare lo stato del pagamento, monitorare la conferma.
Username*
Password*
Conferma password*
Nome*
Cognome*
Email*
Telefono*
Indirizzo
Nazione*
* Creare un account significa accettare i nostri Termini di servizio e la Informativa sulla privacy .
Please agree to all the terms and conditions before proceeding to the next step

Già iscritto?

Entra

Entra

Registrati

Dopo aver creato il tuo account, sarai in grado di monitorare lo stato del pagamento, monitorare la conferma.
Username*
Password*
Conferma password*
Nome*
Cognome*
Email*
Telefono*
Indirizzo
Nazione*
* Creare un account significa accettare i nostri Termini di servizio e la Informativa sulla privacy .
Please agree to all the terms and conditions before proceeding to the next step

Già iscritto?

Entra

Non c’è più il “sorriso” sulla Terra

…..a Pina Remigio Eugenio e Francesca

Non c’è più il “sorriso” sulla Terra.

Ho sognato Eugenio, sono davvero contenta! Non vedevo l’ora di raccontarlo alla sua Mamma e al suo Papà e condividere la mia gioia nel vederlo e la serenità che mi aveva trasmesso quell’incontro. “Serena” perché mi ha raccontato che sta bene, è felice ed ha una missione da compiere.
Quel giorno ero un po’ giù di corda, pensierosa, perché Alessandro e i suoi amici, amici anche di Eugenio naturalmente, stavano organizzando una rimpatriata e questo mi rendeva molto triste perché sarebbe stato l’ennesimo incontro senza di Lui. Andai a dormire con un peso sullo stomaco.
Nel sogno il luogo era sconosciuto ma familiare.
Io ero all’esterno di quella che sembrava una scuola e guardavo all’interno di una classe al piano terra attraverso una finestra e vedevo ed ascoltavo la parola del nostro Parroco Don Davide.
Credo fosse uno dei tanti incontri del laboratorio emotivo in cui lui sprona i suoi ragazzi ad esprimere e tirare fuori le emozioni più profonde.
All’improvviso mi sono sentita toccare, accarezzare sulla spalla, mi sono voltata ed era Lui, Eugenio, bellissimo e sorridente come sempre, mi giro e mi prende le mani e iniziamo un girotondo che sembrava non finire mai.
E’ stata una sensazione quasi magica perché non mi sembrava di avere i piedi per terra ma di volare in uno spazio surreale senza avere nulla intorno.
Aveva fretta, ed io più di lui, perché ricordavo che ci aveva lasciati e avevo paura che scomparisse da un momento all’altro.
Gli ho chiesto: “Come stai, sei felice?” E lui mi ha rassicurato dicendo che sta bene e che è tanto impegnato. “Ho tanto da fare, mi aspettano delle persone importanti, degli ingegneri, dobbiamo fare dei progetti, dobbiamo impegnarci tanto e presto perché sulla Terra non c’è più il sorriso.” Ed è scomparso.
A quel punto sono corsa da Don Davide e gli ho raccontato tutto, subito, ma avevo il timore che non mi credesse.
Cosi come era in vita, sempre sorridente, con quel sorriso Eugenio ha affrontato la sua malattia, rincuorando Lui gli altri.
…….e nel mio sogno ha inviato un messaggio di speranza perché sta lavorando per noi anche da lassù e ci sprona a non perdere mai il sorriso.
24 Gennaio 2021
Nadia Luponio

Nadia Luponio

0 0 voti
Valuta l'articolo
Iscriviti
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti

Ultimi appunti

Fantastici quattro abbracciati
I testimoni
20 Settembre 2021
bimbo lancia mongolfiera luminosa
Luce manifesta
20 Settembre 2021
luci&tenebre
Luci & tenebre
20 Settembre 2021
esami di terza media di Eugenio, con Ilaria Farina
Ciao Ilaria
20 Settembre 2021
bibbia con candela
La Parola del 20 settembre 2021
20 Settembre 2021

Pubblicità

Sponsor
0
Mi piacerebbe un tuo pensiero, per favore commenta.x
()
x