Leggiamo insieme la seconda parte della storia del colore rosso

Ciao a tutti gli amici ed amiche che ci seguono anche questa sera!

Per voi questa sera vi leggerò la seconda parte della favola dal sito www.cosepercrescere.it dal titolo “Storia del colore rosso “

Buon ascolto anche questa sera!

storia del colore rosso - seconda parte
Storia del colore rosso - seconda parte 4

Il palloncino, che era magico e leggeva nel pensiero, parlò ancora: “So quello che stai pensando: la nostra allegria ce la porta il colore che ci veste! Hai mai guardato la fiamma che scoppietta nel fuoco?

on ti dà allegria? Oppure, quando sei sotto un albero di ciliegie, i suoi frutti non ti danno gioia?”. 
“Certo – rispose Alessio – il peccato è che nessuno sa come si chiama quel colore”. 

“Vieni con me – riprese il palloncino – ti porto dall’inventore del colore: sicuramente lui sa come si chiama”.

Volarono fino ad una casa a forma di mela tutta rossa, entrarono e, nel centro della stanza, videro una grande stufa con un pentolone che bolliva ed un omino che rimestava contando: “Uno … due … tre … quattro …”. 
Il palloncino disse ad Alessio: “Ecco, ti presento il maghetto Zurulumba: proprio adesso sta creando il colore. Devi sapere infatti che in questo paese c’è molto sole e cosí il nostro colore sbiadisce, e lui ha l’incarico di mantenere la scorta per poterci verniciare, anzi riverniciare tutti. Ora chiediamogli se può rispondere alla tua domanda”. 

Si avvicinarono al maghetto che brontolando si rivolse in questo modo al palloncino: “Lo sai che quando lavoro non voglio intrusi! Chi è questo, da dove viene? Perché non è come noi?”. 

Buonanotte dalla vostra sorellina Francesca e dal vostro angelo custode Eugenio.

Ci vediamo domani con la continuazione di questa favola!

Ultimo aggiornamento: 12 Gennaio 2023 12:12 by Remigio Ruberto

Le favole della buonanotte
Le favole della buonanotte
Storia del colore rosso - seconda parte
Storia del colore rosso - seconda parte 2
/
Avatar di Francesca Ruberto

Ciao, sono Francesca Ruberto, sorella di Eugenio Ruberto. Sono nata a Capua (CE) il 11 novembre 2011

Lascia un commento