Reading time: 4 minutes

Saint Martha, disciple of the Lord

Sono i Vangeli ad offrire notizie di Marta di Betania, villaggio a pochi chilometri da Gerusalemme. Sorella di Lazzaro e Maria, viene tratteggiata come donna solerte e meticolosa, sicuramente fra le prime donne a credere in Gesù. Nella sua casa lo ospita più volte, di passaggio durante la predicazione nella Giudea. Ed è il ritratto di Luca ad offrire più dettagli di Marta descrivendola nella sua quotidianità. Narrando una delle volte in cui Gesù si trova a tavola con gli amici di Betania, l’evangelista scrive: “Ella aveva una sorella, di nome Maria, la quale, seduta ai piedi del Signore, ascoltava la sua parola. Marta invece era distolta per i molti servizi.

Marta e Maria
Martha and Mary

Then he stepped forward and said, 'Lord, don't you care that my sister left me alone to serve? So tell her to help me.' But the Lord answered her: 'Martha, Martha, you worry and worry about many things, but only one thing is needed. Mary has chosen the best part of her, that she will not be taken away from her'” (Lk 10:38-42). The Master takes Marta back to make her understand that her commendable industriousness risks causing her to neglect her inner life.

È un monito che fa riflettere su quanto importante sia il nutrimento dello spirito, l’ascolto della Parola di Dio, poiché è la Parola di Dio a dare senso all’agire quotidiano. Ad ogni modo, per la sua amorevole dedizione ai preparativi per offrire all’ospite un confortevole ristoro nella sua dimora, Marta è riconosciuta dalla Chiesa come modello di operosità. Sicché Marta e Maria sono rispettivamente l’esempio dell’azione e della contemplazione, della vita attiva e della vita di preghiera, i due aspetti che in un cristiano non devono mancare, e che non devono contrapporsi, bensì essere complementari.

Martha's profession of faith

Marta e Gesù
Martha and Jesus

Marta ha anche lasciato una forte testimonianza di fede. Dalle sue parole rivolte a Gesù, giunto dopo quattro giorni dalla morte del fratello Lazzaro, emerge un credo totale, che non esita, non dubita. Marta ha fiducia illimitata in Dio, pur di fronte a ciò che agli uomini sembra impossibile. “Come udì che veniva Gesù, gli andò incontro; Maria invece stava seduta in casa. Marta disse a Gesù: ‘Signore, se tu fossi stato qui, mio fratello non sarebbe morto!

Ma anche ora so che qualunque cosa tu chiederai a Dio, Dio te la concederà’”. È già una straordinaria professione di fede, ma il colloquio di Marta e Gesù prosegue. E da questa semplice donna di Betania apprendiamo cosa significa credere in Gesù Cristo. “Gesù le disse: ‘Tuo fratello risorgerà’. Gli rispose Marta: ‘So che risorgerà nella risurrezione dell’ultimo giorno’. ‘Gesù le disse: Io sono la risurrezione e la vita; chi crede in me, anche se muore, vivrà; chiunque vive e crede in me, non morirà in eterno. Credi questo?’.

Gli rispose: ‘Si, o Signore, io credo che tu sei il Cristo, il Figlio di Dio, colui che viene nel mondo’” (Gv 11,20-27). È l’essenza del cristianesimo; Marta, nella sua risposta, condensa tutta la sua fede, che è poi la fede di ogni credente; una piccola risposta nella quale ciascun cristiano ritrova il suo proposito di vita.

The origins of liturgical memory

La tradizione narra che, dopo le prime persecuzioni dei cristiani, Marta, Maria, Lazzaro, altri discepoli e donne che seguivano Gesù, abbiano lasciato la loro terra e raggiunto Saintes-Maries-de-la-Mer, in Provenza, dove avrebbero portato il credo cristiano. Sono stati i francescani, nel 1262, a celebrare Santa Marta il 29 luglio, otto giorni dopo la festa di Saint Mary Magdalene.

A Betania, oggi chiamata El-Azariyeh (Il luogo di Lazzaro), c’è ancora il sepolcro di Lazzaro e un santuario costruito su alcuni resti bizantini e crociati che a loro volta celano luoghi preesistenti. Probabilmente si trovava qui la casa di Marta. La chiesa a croce greca del santuario è abbellita da mosaici che raffigurano gli episodi evangelici che vedono protagonisti Marta, Maria e Lazzaro.

Santa Marta
Martha and Mary

Link

-http://w2.vatican.va/content/benedict-xvi/it/audiences/2012/documents/hf_ben-xvi_aud_20120425.html

-http://w2.vatican.va/content/benedict-xvi/it/angelus/2010/documents/hf_ben-xvi_ang_20100718.html

-http://w2.vatican.va/content/benedict-xvi/it/angelus/2008/documents/hf_ben-xvi_ang_20080309.html


Donate your 5x1000 to our association
It doesn't cost you anything, it's worth a lot to us!
Help us help small cancer patients
you write:93118920615

Latest articles

action, adult, athlete, disabili che giocano
April 17, 2024
Disabilità: via libera ultimo decreto attuativo
la misericordia di Dio
April 17, 2024
Ecco com’è davvero la misericordia…
Udienza Generale del 17 aprile 2024
April 17, 2024
General audience of 17 April 2024
Eucaristia
April 17, 2024
The Word of April 17, 2024
croce su vetro appannato
April 16, 2024
Prayer of April 16, 2024

Upcoming events

×