Tempo di lettura: 6 minuti

Leggi e ascolta il Vangelo e La Parola del 19 luglio 2023

Mercoledì della XV settimana delle ferie del Tempo Ordinario

Prima Lettura

L’angelo del Signore apparve in una fiamma di fuoco dal mezzo di un roveto.

Dal libro dell’Èsodo
Es 3,1-6.9-12
 
In quei giorni, mentre Mosè stava pascolando il gregge di Ietro, suo suocero, sacerdote di Madian, condusse il bestiame oltre il deserto e arrivò al monte di Dio, l’Oreb. 

L’angelo del Signore gli apparve in una fiamma di fuoco dal mezzo di un roveto. Egli guardò ed ecco: il roveto ardeva per il fuoco, ma quel roveto non si consumava. Mosè pensò: «Voglio avvicinarmi a osservare questo grande spettacolo: perché il roveto non brucia?». 

Il Signore vide che si era avvicinato per guardare; Dio gridò a lui dal roveto: «Mosè, Mosè!». Rispose: «Eccomi!». Riprese: «Non avvicinarti oltre! Togliti i sandali dai piedi, perché il luogo sul quale tu stai è suolo santo!». E disse: «Io sono il Dio di tuo padre, il Dio di Abramo, il Dio di Isacco, il Dio di Giacobbe». Mosè allora si coprì il volto, perché aveva paura di guardare verso Dio. 

Il Signore disse: «Ecco, il grido degli Israeliti è arrivato fino a me e io stesso ho visto come gli Egiziani li opprimono. Perciò va’! Io ti mando dal faraone. Fa’ uscire dall’Egitto il mio popolo, gli Israeliti!». 

Mosè disse a Dio: «Chi sono io per andare dal faraone e far uscire gli Israeliti dall’Egitto?». Rispose: «Io sarò con te. Questo sarà per te il segno che io ti ho mandato: quando tu avrai fatto uscire il popolo dall’Egitto, servirete Dio su questo monte».

Parola di Dio.
 

Salmo Responsoriale
Dal Sal 102 (103)

R. Misericordioso e pietoso è il Signore.

Benedici il Signore, anima mia,
quanto è in me benedica il suo santo nome.
Benedici il Signore, anima mia,
non dimenticare tutti i suoi benefici. R.
 
Egli perdona tutte le tue colpe,
guarisce tutte le tue infermità,
salva dalla fossa la tua vita,
ti circonda di bontà e misericordia. R.
 
Il Signore compie cose giuste,
difende i diritti di tutti gli oppressi.
Ha fatto conoscere a Mosè le sue vie,
le sue opere ai figli d’Israele. R.
 

Acclamazione al Vangelo

Alleluia, alleluia.

Ti rendo lode, Padre,
Signore del cielo e della terra,
perché ai piccoli hai rivelato i misteri del Regno. (Cf. Mt 11,25)

Alleluia.

Il Vangelo del 19 luglio 2023

Hai nascosto queste cose ai sapienti e le hai rivelate ai piccoli.

La Parola del 19 luglio 2023
La Parola del 19 luglio 2023 3

Dal Vangelo secondo Matteo
Mt 11,25-27
 
In quel tempo Gesù disse:
«Ti rendo lode, Padre, Signore del cielo e della terra, perché hai nascosto queste cose ai sapienti e ai dotti e le hai rivelate ai piccoli. Sì, o Padre, perché così hai deciso nella tua benevolenza.

Tutto è stato dato a me dal Padre mio; nessuno conosce il Figlio se non il Padre, e nessuno conosce il Padre se non il Figlio e colui al quale il Figlio vorrà rivelarlo».

Parola del Signore.

Santa Faustina Kowalska (1905-1938)

religiosa

Diario, § 1692 (trad. cb© evangelizo)

Ti adoro, mio Creatore e mio Signore!

Ti adoro, Creatore e Signore, nascosto nel Santissimo Sacramento! Ti adoro per tutte le opere delle Tue mani nelle quali appaiono tanta sapienza, bontà e misericordia; oh Signore, Tu hai seminato tanta bontà su tutta la terra, che mi parla del Tuo splendore, benché non sia che un Tuo debole riflesso, incantevole Bellezza.

Anche se Ti sei nascosto e celato ed hai coperto la tua Bellezza, i miei occhi illuminati dalla fede Ti raggiungono e la mia anima riconosce il Suo Creatore, il suo Bene supremo, ed il mio cuore s’inabissa nella preghiera di lode. Oh mio Creatore e mio Signore, la Tua bontà mi incoraggia a parlarTi.

La Tua misericordia fa scomparire l’abisso che esiste tra noi, che separa il Creatore dalla sua creatura. Parlare con Te, oh Signore, è la delizia del mio cuore; trovo in Te tutto ciò che il mio cuore può desiderare. La Tua luce illumina il mio spirito e lo rende capace di conoscerTi sempre più profondamente. E sul mio cuore si riversano torrenti di grazie, la mia anima beve alla vita eterna.

Oh mio Creatore e mio Signore, al di là di tutti questi doni Te, Tu Ti dai a me, e Ti unisci stretto alla tua miserabile creatura. Qui i nostri cuori si comprendono al di là delle parole; qui nessuno può interrompere la nostra conversazione. Ciò di cui parlo con Te, oh Gesù, è il nostro segreto, che le creature non sapranno e gli angeli non hanno l’audacia di chiedere.

Sono segreti perdoni che solo Gesù ed io conosciamo – è il segreto della Sua misericordia che avvolge ogni anima in particolare. Per questa inconcepibile bontà, Ti adoro, mio Creatore e mio Signore, con tutto il cuore e l’anima.

Ed anche se è così povera e piccola la mia adorazione, sono tuttavia in pace, poiché so che Tu sai che è sincera malgrado la sua incapacità…

PAROLE DEL SANTO PADRE

Gesù gioisce nel suo spirito perché sa e sente che suo Padre è il Dio dell’universo, e viceversa il Signore di tutto ciò che esiste è il Padre, “il Padre mio”.

Da questa esperienza di sentirsi “il figlio dell’Altissimo” scaturisce la lode. Gesù si sente figlio dell’Altissimo. E poi Gesù loda il Padre perché predilige i piccoli.

È quello che Lui stesso sperimenta, predicando nei villaggi: i “dotti” e i “sapienti” rimangono sospettosi e chiusi, fanno dei calcoli; mentre i “piccoli” si aprono e accolgono il messaggio. Questo non può che essere volontà del Padre, e Gesù se ne rallegra.

Anche noi dobbiamo gioire e lodare Dio perché le persone umili e semplici accolgono il Vangelo. […] A chi serve la lode? A noi o a Dio? Un testo della liturgia eucaristica ci invita a pregare Dio in questa maniera, dice così: «Tu non hai bisogno della nostra lode, ma per un dono del tuo amore ci chiami a renderti grazie; i nostri inni di benedizione non accrescono la tua grandezza, ma ci ottengono la grazia che ci salva» (Messale Romano, Prefazio comune IV).

Lodando siamo salvati. […] Lodare è come respirare ossigeno puro: ti purifica l’anima, ti fa guardare lontano, non ti lascia imprigionato nel momento difficile e buio delle difficoltà. (Udienza generale, 13 gennaio 2021)

Vangelo del giorno
Il Vangelo del giorno
La Parola del 19 luglio 2023
Loading
/

Destina il tuo 5x1000 alla nostra associazione
a te non costa nulla, per noi vale tanto!
Aiutaci ad aiutare piccoli malati oncologici
scrivi: 93118920615

Ultimi articoli

Raffello - San Giorgio, dettaglio
23 Aprile 2024
San Giorgio
Dio Padre
23 Aprile 2024
La Parola del 23 aprile 2024
argyle socks, feet, red shoes, scarpette rosse e calzettoni
22 Aprile 2024
Le scarpette rosse
la porta di Dio
22 Aprile 2024
La Parola del 22 aprile 2024
un tranviere, un vigile urbano, un ferroviere, e un fornaio che ridono insieme
21 Aprile 2024
Non per tutti è domenica

Eventi in programma

×