Il cappello: 19 settembre 2019, giovedì

Guardiamo e riguardiamo la sacca che contiene il liquido cerebrale di Eugenio, quello in eccesso, che sta drenando da un tubicino che proprio dall’interno del suo cervello, del suo meraviglioso cervello, fuoriesce delicatamente dal suo “cappello di garza” e si tuffa nella sacca di plastica.

Controlliamo sempre il suo colore, che dal rosso sangue deve diventare trasparente, incolore.

Ma capite la meraviglia del corpo umano? Questo liquido serve a proteggere il nostro cervello, sia meccanicamente dagli urti e sballottolamenti che ogni giorno facciamo fare alla nostra testa, e sia come disinfettante naturale.

Stupendo! Solo una mente eccelsa e un cuore grande poteva creare tutto questo!

19 settembre 2019, giovedì
Eugenio col turbante e smartphone

Io resto sempre accanto ad Eugenio; Giuseppina oggi vorrebbe andata a Dragoni (CE), Francesca anche ha bisogno della sua famiglia!

Anche oggi è stata con Teresa Pasquariello, con le sue meravigliose figlie Angela ed Anna, e Vincenzo che tra viaggi in camion e duro lavoro presiede la vita familiare da buon padre di famiglia, adesso allargata.

Francesca nel lettone con Anna
Francesca nel lettone con Anna

La bontà di Teresa si è tradotta nel lasciare la propria camera da letto alle tre ragazze, così nel lettone possono stare insieme e vicine.

Eugenio trascorre la sua giornata ascoltando un pochino di musica, il suo amato giochino sullo smartphone, e dormire, riposare, tranquillo.

  • Eugenio dorme alla Neuromed
  • Eugenio dorme alla Neuromed

In questa nuova stanzetta, il nostro compagno di stanza è talmente silenzioso e tranquillo che spesso ci dimentichiamo proprio di lui. Se non ogni tanto una telefonata alla moglie, che dolcemente e in punta di piedi, lo viene a trovare e gli porta qualche leccornia a lui gradita.

Veniamo avvisati che nel pomeriggio il prof. Paolini toglierà il drenaggio esterno e il cappello di garza. È un intervento in anestesia locale, ma ci crea comunque tensione.

Infatti, Giuseppina non va a Dragoni, preferisce rimandare a domani.

Eugenio entra nuovamente in sala operatoria verso le 18.00, esce intorno alle 21.00 senza tubicino, senza cappello, con un bel cerottone a coprire la ferita. I medici sono soddisfatti del nostro guerriero.

Noi, di più.

Ultimo aggiornamento il 12 Settembre 2022 by Remigio Ruberto

Ti è piaciuto?

Click per votare!

Media dei voti 0 / 5. Conteggio voti: 0

Nessun voto ancora! Sii il primo!

Siccome ti è piaciuto...

condividi questo articolo sui social media!

Siamo dispiaciuti non ti sia piaciuto!

Facci sapere come possiamo migliorare

Come possiamo migliorare il nostro diario?

Pubblicità

Scrivi un commento...

Eventi in programma

Ultimi appunti pubblicati

Caro Babbo Natale
1 Ottobre 2022
Caro Babbo Natale
Gesù parla alla folla
1 Ottobre 2022
La Parola del 1 ottobre 2022
Santa Teresa di Lisieux
1 Ottobre 2022
Santa Teresa di Gesù Bambino
30 Settembre 2022
Preghierina del 30 settembre 2022
30 Settembre 2022
Gli elfi e Babbo Natale

Pubblicità

Pubblicità