Ci sentiamo molto vicini a San Giuseppe: padre dalle mille risorse, padre amorevole, padre compassionevole, padre premuroso.

Si è preso cura del proprio figlio dalla nascita fino alla morte in croce.

Con serietà, dignità e misericordia ha tenuto fede all’amore per il figlio e, malgrado tutto, ha perdonato anche i malvagi che gli hanno sottratto il figlio portandolo a morte.

Ma in cuore suo sapeva che quella morte serviva all’umanità, era utile al progetto del Padre e così, ha permesso che l’amore dall’alto scendesse fino in terra, attraverso il figlio, il suo prediletto, l’amato.

Ed oggi anche io ringrazio il Padre per avermi permesso di conoscere tanto amore in questi 14 anni e per tutto l’amore che sto ancora conoscendo, e che nella mia umiltà cerco di diffondere.

Remigio abbraccia Eugenio
Remigio abbraccia Eugenio – domenica 13 gennaio 2019
Eugenio dorme nel lettone
Eugenio dorme nel lettone – lunedì 13 gennaio 2020

Per questo e per tutto noi ti ringraziamo Dio onnipotente e misericordioso con questa nostra umile preghierina:

preghierina del 13 gennaio 2022

Ultimo aggiornamento il 14 Maggio 2022 by Remigio Ruberto

Ti è piaciuto?

Click per votare!

Media dei voti 0 / 5. Conteggio voti: 0

Nessun voto ancora! Sii il primo!

Siccome ti è piaciuto...

condividi questo articolo sui social media!

Siamo dispiaciuti non ti sia piaciuto!

Facci sapere come possiamo migliorare

Come possiamo migliorare il nostro diario?

Pubblicità

Scrivi un commento...

Eventi in programma

Ultimi appunti pubblicati

Eugenio sogna Dio
24 Settembre 2022
Preghierina del 24 settembre 2022
Scende la pioggia
24 Settembre 2022
Scende la pioggia
polvere nelle mani
24 Settembre 2022
La buona impronta
Lazzaro
24 Settembre 2022
Commento al Vangelo del 25 Settembre 2022
la forza dei giovani
24 Settembre 2022
I giovani ci sono

Pubblicità

Pubblicità