commento di Gv 6,37-40, a cura di Gloria Ruvolo

Nessuno è felice come chi sa di essere amato

Alda Merini
ritorno a Dio

Dal Vangelo secondo Giovanni
Gv 6,37-40

In quel tempo, Gesù disse alla folla: «Tutto ciò che il Padre mi dà, verrà a me: colui che viene a me, io non lo caccerò fuori, perché sono disceso dal cielo non per fare la mia volontà, ma la volontà di colui che mi ha mandato. E questa è la volontà di colui che mi ha mandato: che io non perda nulla di quanto egli mi ha dato, ma che lo risusciti nell’ultimo giorno. Questa infatti è la volontà del Padre mio: che chiunque vede il Figlio e crede in lui abbia la vita eterna; e io lo risusciterò nell’ultimo giorno».

Mi lascio ispirare

Sono stata mandata. Sono un regalo che il Padre ha fatto al Figlio, e il Figlio mi ha accettato, mi ha accolto, non mi ha cacciato. Ho visto il Figlio e da allora non posso vivere la mia vita senza confrontarmi con il suo amore.

Il suo amore mi disarma, la sua lotta per non perdermi mi commuove. Lo ostacolano tutti, il mondo intero lo vuole fermare, io stesso scivolo dalla sua presa e mi ribello, ostile a compiere una volontà non mia. Ma lui ritorna, resuscita il mio cuore apatico e mi riporta verso la vera Via, la vera Vita: ed è per questo che credo in lui, che credo nella potenza del suo amore.

Come tutte le pecorelle smarrite, sono al sicuro solo quando mi ritrova.

Gloria Ruvolo

fonte © GET UP AND WALK

Avatar di Remigio Ruberto

Ciao, sono Remigio Ruberto, papà di Eugenio. L'amore che mi lega a Eugenio è senza tempo e senza spazio.

Lascia un commento

Ultimi appunti

Migranti
Preghierina del 27 marzo 2023
27 Marzo 2023
bambole
La stanza delle bambole che fanno i capricci
27 Marzo 2023
scagliare la pietra
La Parola del 27 marzo 2023
27 Marzo 2023
Giotto risurrezione di Lazzaro
Preghierina del 26 marzo 2023
26 Marzo 2023
segnali stradali
Pietro, la città sconosciuta e il gioco dei segnali stradali
26 Marzo 2023
Marzo 2023
LMMGVSD
 12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
2728293031 

Pubblicità