Tempo di lettura: 4 minuti

Leggi e ascolta la storia su “il brufolo di Luca”

Cosa sono i brufoli?

I brufoli sono una delle manifestazioni più comuni dell’acne, una condizione dermatologica che colpisce le zone del corpo dove sono presenti le ghiandole sebacee e i peli. I brufoli si formano quando i pori della pelle si ostruiscono con sebo, cellule morte e batteri, causando infiammazione e infezione. I brufoli possono essere di due tipi: infiammatori o non infiammatori.

I brufoli infiammatori sono quelli che hanno un aspetto rosso e gonfio, con una punta bianca o gialla dovuta al pus. Questi brufoli sono spesso dolorosi e possono lasciare cicatrici se vengono schiacciati o manipolati. I brufoli non infiammatori sono quelli che hanno un aspetto nero o marrone scuro, chiamati anche comedoni o punti neri. Questi brufoli sono meno visibili e meno fastidiosi, ma possono diventare infiammatori se si infettano.

Le cause dei brufoli sono molteplici e dipendono da diversi fattori, tra cui:

  • Le variazioni ormonali, che stimolano la produzione di sebo e favoriscono l’acne soprattutto nell’adolescenza, nella gravidanza e nel ciclo mestruale.
  • La scarsa igiene della pelle, che favorisce l’accumulo di impurità e batteri nei pori.
  • L’alimentazione scorretta, che può influire sul livello di ormoni e di infiammazione nel corpo. Alcuni alimenti che possono peggiorare i brufoli sono il cioccolato, il latte, il caffè, le noci e gli alimenti grassi o zuccherini.
  • Lo stress, che aumenta la produzione di cortisolo, un ormone che stimola la produzione di sebo e l’infiammazione.
  • L’uso di farmaci, cosmetici o prodotti per la pelle che possono irritare la pelle o ostruire i pori.

Per prevenire e curare i brufoli è importante seguire alcune semplici regole:

  • Lavare il viso due volte al giorno con un detergente delicato e non schiumogeno, che non alteri il pH della pelle.
  • Usare prodotti idratanti e protettivi adatti al proprio tipo di pelle, evitando quelli troppo grassi o comedogenici (che favoriscono la formazione dei comedoni).
  • Evitare di toccare o schiacciare i brufoli, per non diffondere l’infezione e non provocare cicatrici.
  • Seguire una dieta equilibrata e variata, ricca di frutta, verdura, cereali integrali e proteine magre. Evitare gli alimenti che possono aggravare i brufoli o causare allergie o intolleranze.
  • Ridurre lo stress con tecniche di rilassamento, attività fisica e hobby piacevoli.
  • Consultare un dermatologo in caso di acne persistente o grave, che può prescrivere trattamenti specifici a base di antibiotici, retinoidi o altri principi attivi.

I brufoli sono un disturbo molto comune che può influire sulla qualità della vita e sull’autostima delle persone che ne soffrono. Tuttavia, con una corretta prevenzione e cura è possibile ridurre la loro comparsa e migliorare l’aspetto della pelle.

Fonti:

Brufoli: Cosa Sono, Cause, Zone Colpite, Eliminazione | Pazienti.it https://www.pazienti.it/contenuti/malattie/brufoli
Brufoli – Humanitas https://www.humanitas.it/malattie/brufoli/
Brufoli: cosa sono, perché si manifestano e rimedi per eliminarli https://farmacialoreto.it/brufoli
Cosa sono i brufoli: le cause da conoscere – Benessere blog https://www.benessereblog.it/brufoli-cause
I brufoli | Centro Medico Santagostino https://www.santagostino.it/it/santagostinopedia/brufoli

il brufolo di Luca
brufolo sul naso

Leggiamo insieme

Luca ha un problema: un enorme brufolo rosso sulla punta del naso. Non sa come nasconderlo, e teme che tutti si mettano a ridere di lui a scuola. Ma Luca non si arrende, e decide di affrontare la situazione con ironia e creatività. Ecco come.

Primo giorno: Luca si presenta a scuola con un cappello da cowboy, che copre il brufolo. I suoi amici lo guardano incuriositi, ma lui dice che è il suo nuovo look, e che si sente un vero eroe del Far West. Tutti lo ammirano, e nessuno nota il brufolo.

Secondo giorno: Luca si presenta a scuola con un cerotto sul naso. I suoi amici gli chiedono cosa gli sia successo, e lui racconta una storia incredibile: ha salvato un gattino da un albero, ma è caduto e si è fatto male al naso. Tutti lo applaudono, e nessuno nota il brufolo.

Terzo giorno: Luca si presenta a scuola con un naso finto di plastica, che copre il brufolo. I suoi amici lo guardano stupiti, ma lui dice che è per una recita teatrale, e che sta imparando a fare il clown. Tutti lo trovano divertente, e nessuno nota il brufolo.

Quarto giorno: Luca si presenta a scuola senza niente sul naso. Il brufolo è scomparso. I suoi amici gli fanno i complimenti per il suo coraggio e la sua fantasia, e gli dicono che è stato molto bravo a non lasciarsi abbattere da un piccolo difetto. Luca sorride, e si sente felice.

ragazza col naso rosso
Photo by Agustin Fernandez on Unsplash

Ascoltiamo insieme

mamma legge la fiaba
Le favole della buonanotte
Il brufolo di Luca
Loading
/

Destina il tuo 5x1000 alla nostra associazione
a te non costa nulla, per noi vale tanto!
Aiutaci ad aiutare piccoli malati oncologici
scrivi: 93118920615

Ultimi articoli

dare, porgere fiori
18 Aprile 2024
Creato per amare gli altri
cross, crucifix, chalice, eucaristia
18 Aprile 2024
La Parola del 18 aprile 2024
il pane di vita
17 Aprile 2024
Preghierina del 17 aprile 2024
mamma e bimba nel giardino
17 Aprile 2024
Edoardo ascolta i fiori
action, adult, athlete, disabili che giocano
17 Aprile 2024
Disabilità: via libera ultimo decreto attuativo

Eventi in programma

×