Tempo di lettura: 3 minuti

Avanti, sempre avanti: giorno cinque, di cinque!

Ieri sera Eugenio aveva qualche lineetta di febbre, niente di preoccupante, 37.5/37.8, tanti starnuti e tanti fazzoletti. Abbiamo preferito sentire subito le dottoresse del Bambino Gesù, per capire come procedere. La carissima Dott.ssa Annalisa Serra ci ha subito tranquillizzato, dicendoci di non dare nessun tipo di antipiretico ad Eugenio, e che se la febbre fosse ancora aumentata avrebbe dovuto interrompere il Temodal (la dose di oggi).

Ringraziando Iddio, nell’arco di poche ore la febbre è calata, la notte è trascorsa tranquilla, ed Eugenio ha riposato fino alle 11.00 di questa mattina!

Data l’ora tarda del risveglio, ci è parso quasi impossibile fargli fare colazione, e abbiamo preferito procedere subito con le compresse anti-vomito ed il Temodal.

Eugenio ha accettato questa scelta e, ingurgitate le prime due anti-vomito senza alcun problema (stavolta con poca acqua e col “ritmo” datogli da Remigio) ha fatto la pausa di 15 minuti prevista e subito via con le 4 (quattro!) compresse di Temodal. Povero figlio, che voglia di stringerlo forte forte, quando ha ingoiato la prima! Un piccolo incoraggiamento, e via la seconda, la terza e la quarta!

Che sospiro di sollievo! Terapia portata a termine. Questa prima settimana di chemio-terapia è andata. Ora non ci resta che aspettare… e pregare.

Nemmeno il tempo di prendere tutte le compresse che arriva la telefonata del caro coach Gaetano. Voleva sincerarsi che Eugenio avesse preso le pillole, pronto a redarguirlo (bonariamente) ancora una volta, se avesse fatto qualche “capriccio”.

Oggi, piccola emergenza in cucina. L’anta del congelatore del frigo si è staccata e Remigio ha provveduto a rimetterla a posto. Un pò di ghiaccio in giro, ma alla fine tutto risolto.

Il pranzo si è svolto un pò in anticipo, rispetto al solito. Questo proprio perchè Eugenio ha saltato la colazione, e trascorsa l’ora e mezza dal Temodal ha giustamente fame.

Pasta e ceci, merluzzo in bianco e mezza banana. Possiamo ritenerci soddisfatti, poco prima non ha resistito alle mandorle e ha comunque bevuto il flaconcino di pappa reale.

Il pomeriggio scorre tranquillo, Francesca fa i primi tentativi di pedalata con la nuova bicicletta, sotto la guida attenta e premurosa di Remigio.

Noi siamo qui, chiacchieriamo e commentiamo qualche notizia (ce ne sono tante di cronaca che andrebbero discusse. Merenda con beverone multi-proteico e merendina ai cereali.

E ora tv con Eugenio, qualche pasticcio da fare con Francesca e ci prepariamo a questo week-end casalingo di totale riposo.

La settimana trascorsa ci ha svuotato e provato psicologicamente, abbiamo bisogno di rigenerarci e ricaricare le batterie. Sappiamo che voi ci aiuterete e ci contiamo!

Stay tuned


Destina il tuo 5x1000 alla nostra associazione
a te non costa nulla, per noi vale tanto!
Aiutaci ad aiutare piccoli malati oncologici
scrivi: 93118920615

Ultimi articoli

pregare il Rosario
20 Aprile 2024
Scegliere di pregare
libro del Vangelo
20 Aprile 2024
La Parola del 20 aprile 2024
rana, animale, frog
19 Aprile 2024
La rana dalla bocca larga
gioia nel cuore
19 Aprile 2024
Scegliere la gioia
Remigio e Giuseppina mano nella mano
19 Aprile 2024
Io resto!

Eventi in programma

×