Sono le 6.30 del primo di settembre 2020

Eugenio si è svegliato, dopo una notte molto agitata; l’ho aiutato finalmente ad andare in bagno, il suo agognato bagno.

Si, con orgoglio e convinzione lo porto in bagno, qualsiasi cosa lui ci debba fare.

Infatti solo 3 gocce di pipì; ma va bene così. Sono comunque felice.

Nel mentre si alza anche mamma Giuseppina, che ci raggiunge. Come i Re Magi, uno avanti all’altro, in un simpatico trenino, Eugenio al centro si sorregge alla spalle di Giuseppina ed io che lo sorreggo sotto le spalle.

A passo lento, molto lento, claudicante, incerto, a tratti sconnesso, raggiungiamo la cucina.

Gli preparo il suo amato toast, stavolta con una fettina di scamorza (la sottiletta è terminata ed abbiamo dimenticato di comprarla) e la pancetta (eh, quella non manca mai)

Gli sistemo il crocifisso della catenina che porta al collo e lo invito a salutare il nostro amico sulla croce: ci segnano col segno della croce e ringraziamo il Padre, il Figlio e lo Spirito Santo per questa nuova, stupenda e meravigliosa giornata, ancora insieme.

Cambio turno: vado a riposare un po’. Sono tranquillo: Eugenio è nelle dolcissime mani della sua mamma.

Eugenio mangia colazione
Eugenio mangia colazione

Da leggere:

Scrivi un commento...

Ultimi appunti

Francesca appena nata
Accogliere la vita
14 Maggio 2021
famiglia in campagna
Le famiglie
14 Maggio 2021
apostolo in panchina
Apostolo in panchina
14 Maggio 2021
Amici
La Parola del 14 maggio 2021
14 Maggio 2021
Santuario dell'Incoronata (FG)
Preghierina del 13 maggio 2021
13 Maggio 2021

Archivi

Pubblicità

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: