Leggi e ascolta la preghierina del 6 luglio 2023

La rivoluzione invisibile del cuore

Commento al Vangelo del giorno di Mt 9,1-8

Una volta che si comincia a camminare con Dio, si continua semplicemente a camminare e la vita diventa un’unica, lunga passeggiata.

Etty Hillesum
preghierina del 6 luglio 2023
Preghierina del 6 luglio 2023 6

Entro nel testo (Mt 9,1-8)

In quel tempo, salito su una barca, Gesù passò all’altra riva e giunse nella sua città.

Ed ecco, gli portavano un paralitico disteso su un letto.

Gesù, vedendo la loro fede, disse al paralitico: «Coraggio, figlio, ti sono perdonati i peccati».

Allora alcuni scribi dissero fra sé: «Costui bestemmia».

Ma Gesù, conoscendo i loro pensieri, disse: «Perché pensate cose malvagie nel vostro cuore? Che cosa infatti è più facile: dire “Ti sono perdonati i peccati”, oppure dire “Àlzati e cammina”? Ma, perché sappiate che il Figlio dell’uomo ha il potere sulla terra di perdonare i peccati: Àlzati – disse allora al paralitico –, prendi il tuo letto e va’ a casa tua».

Ed egli si alzò e andò a casa sua.

Le folle, vedendo questo, furono prese da timore e resero gloria a Dio che aveva dato un tale potere agli uomini.

Mi lascio ispirare

La guarigione del paralitico è uno dei grandi racconti di miracolo che punteggiano il ministero pubblico di Gesù.

Si tratta di un simbolo in sé già potente ed esplicativo: un uomo riprende a camminare.

Colui che è bloccato in un corpo rigido e ferito, che ha bisogno di altri per spostarsi da un luogo all’altro, è nuovamente abile e capace.

Se il Vangelo venisse trasformato in un film di animazione, questa scena potrebbe essere muta, per commuoverci, per emozionarci, per farci sentire il gusto aspro della vita che ritorna e rinasce.

È il segno fisico che parla e rende visibile la parola.

È un miracolo, ma che meraviglia contempliamo qui? Solo la possibilità restituita di camminare nel mondo?

Forse vi è un’altra meraviglia ed è la rivoluzione invisibile che avviene nel profondo del cuore, dove s’annidano gli egoismi che corazzano le vulnerabilità, le piccole grandi rabbie che mascherano le paure, le viltà che incipriano gli sbagli commessi.

Ecco la meraviglia!

La parola di perdono pronunciata da Gesù libera l’uomo steso sul suo lettino, gli permette una vita più autentica, senza corazze, maschere e trucchi.

La guarigione delle gambe, in fondo, è ben poca cosa…

Diego Mattei SJ

fonte © GET UP AND WALK

Immagino

Provo a visualizzare la scena, il luogo in cui avviene, i personaggi principali, le parole che si scambiano, il tono delle voci, i gesti. E lascio affiorare il mio sentire, senza censure, senza giudizi.

Rifletto sulle domande

Quando hai vissuto l’ultima volta il Sacramento della Riconciliazione?

Quando hai ricevuto da qualcuno una parola di perdono che ti ha liberato?

Qual è la corazza, la maschera o il trucco a cui ora vorresti volentieri rinunciare?


Preghiera a Santa Maria Goretti

Bambina di Dio, tu che hai conosciuto presto la durezza e la fatica, il dolore e le brevi gioie della vita; tu che sei stata povera e orfana, tu che hai amato il prossimo facendoti serva umile e premurosa; tu che sei stata buona e hai amato Gesù sopra ogni altra cosa; tu che hai versato il tuo sangue per non tradire il Signore; tu che hai perdonato il tuo assassino, intercedi e prega per noi, affinché diciamo sì al disegno di Dio su di noi.

Ti ringraziamo, Marietta, dell’amore per Dio e per i fratelli che hai seminato nel nostro cuore.

Amen.

Preghierina del 6 luglio 2023 2
Preghierina del 6 luglio 2023 7

Preghiamo insieme

Preghierina
Preghierina
Preghierina del 6 luglio 2023
Preghierina del 6 luglio 2023 4
/

Lascia un commento