Tempo di lettura: 4 minuti

Leggi e ascolta la preghierina del 29 dicembre 2023

È tempo di speranza

commento al Vangelo di oggi di Lc 2,22-35

Eppure il vento soffia ancora,
spruzza l’acqua alle navi sulla prora
e sussurra canzoni tra le foglie
bacia i fiori, li bacia e non li coglie.

Pierangelo Bertoli, Eppure soffia

Entro nel testo (Lc 2,22-35)

Quando furono compiuti i giorni della loro purificazione rituale, secondo la legge di Mosè, [Maria e Giuseppe] portarono il bambino [Gesù] a Gerusalemme per presentarlo al Signore – come è scritto nella legge del Signore: «Ogni maschio primogenito sarà sacro al Signore» – e per offrire in sacrificio una coppia di tortore o due giovani colombi, come prescrive la legge del Signore.

Ora a Gerusalemme c’era un uomo di nome Simeone, uomo giusto e pio, che aspettava la consolazione d’Israele, e lo Spirito Santo era su di lui.

Lo Spirito Santo gli aveva preannunciato che non avrebbe visto la morte senza prima aver veduto il Cristo del Signore.

Mosso dallo Spirito, si recò al tempio e, mentre i genitori vi portavano il bambino Gesù per fare ciò che la Legge prescriveva a suo riguardo, anch’egli lo accolse tra le braccia e benedisse Dio, dicendo: «Ora puoi lasciare, o Signore, che il tuo servo vada in pace, secondo la tua parola, perché i miei occhi hanno visto la tua salvezza, preparata da te davanti a tutti i popoli: luce per rivelarti alle genti e gloria del tuo popolo, Israele». Il padre e la madre di Gesù si stupivano delle cose che si dicevano di lui.

Simeone li benedisse e a Maria, sua madre, disse: «Ecco, egli è qui per la caduta e la risurrezione di molti in Israele e come segno di contraddizione – e anche a te una spada trafiggerà l’anima –, affinché siano svelati i pensieri di molti cuori».

Mi lascio ispirare

Nella vita di ogni uomo e di ogni donna ci sono dei momenti speciali: per Maria l’annuncio dell’angelo, per Gesù la manifestazione di Dio dopo il Battesimo, per Simeone la rivelazione del Cristo in Gesù bambino.

L’attesa di questi momenti mette alla prova la nostra impazienza e il rischio è quello di perdere la speranza e non riconoscere la chiamata dello Spirito Santo al momento giusto.

Simeone ci insegna l’arte difficile della pazienza e della perseveranza nella quotidianità e allo stesso tempo della speranza in tempi difficili nei quali sembra che nulla possa cambiare.

Il Dio delle sorprese continua ad agire nel tempo e nella storia del mondo e della nostra vita.

Anna Laura Lucchi Filippo Zalambani

Rifletto sulle domande

Nelle mie giornate, come vivo l’attesa?

In quale luogo della mia vita riconosco la promessa del Signore per la mia vita?

Cosa mi aiuta a prendermi del tempo per rileggere la mia giornata?

fonte © GET UP AND WALK


Preghiere per il mese di dicembre

29 dicembre – Primo giorno triduo per affidare l’Annuo Nuovo alla protezione della Beata Vergine Maria, Madre di Dio

Per l’intercessione della Tua Santa Madre, Gesù nostro Salvatore e Dio, salvaci.
Santissima Madre di Dio, salvaci. Tutta santa Madre di Dio, soccorrici.

Tutta Santa Madre di Dio , Signora e Regina, intercedi per noi peccatori.

Per l’intercessione, Gesù Signore, di tutti i Santi che abbiamo potuto onorare nel corso di questo Anno che si sta concludendo e della Tua Santa Madre, donaci la tua pace e abbi pietà di noi, Tu che Sei il Solo Misericordioso, per l’Anno Nuovo che l’umanità intraprende, guarda alle nostre necessità e proteggi i Tuoi figli che hai redento col Tuo Sangue prezioso.


Riponiamo in te tutta la nostra speranza, o Santa Madre di Dio, Mediatrice d’ogni grazia, perché tu possa custodirci sotto il tuo manto alla vigilia di questo Nuovo Anno.
Per le numerose preghiere che la Chiesa intera rivolge a Te, Immacolata Signora nostra, Madre di Dio e sempre vergine Maria, benigna vieni in nostro soccorso, accogli le nostre consacrazioni e rendi fecondo il Nuovo Anno per l’avvento del trionfo del Tuo Cuore Immacolato e l’affermarsi del Regno di Dio.

Amen.

1Pater, Ave e Gloria…

Preghiamo insieme

preghiera di abbandono
Preghierina
Preghierina del 29 dicembre 2023
Loading
/

Destina il tuo 5x1000 alla nostra associazione
a te non costa nulla, per noi vale tanto!
Aiutaci ad aiutare piccoli malati oncologici
scrivi: 93118920615

Ultimi articoli

argyle socks, feet, red shoes, scarpette rosse e calzettoni
22 Aprile 2024
Le scarpette rosse
la porta di Dio
22 Aprile 2024
La Parola del 22 aprile 2024
un tranviere, un vigile urbano, un ferroviere, e un fornaio che ridono insieme
21 Aprile 2024
Non per tutti è domenica
pecore e capre
21 Aprile 2024
La Parola del 21 aprile 2024
kitten, cat, pet, gattino, gatto
20 Aprile 2024
Il gatto senza gli stivali

Eventi in programma

×