Tempo di lettura: 5 minuti

Leggi e ascolta la fiaba de “la cagnolina con le orecchie volanti”

Curiosando

Il cane beagle è una razza di cani di origine inglese, appartenente al gruppo dei segugi. Il suo nome deriva dal termine celtico “beag”, che significa “piccolo”.

Il beagle è un cane di taglia media, con un corpo robusto e proporzionato, una testa allungata e orecchie pendenti. Il suo pelo è corto, denso e resistente, di colore bianco, nero e fulvo. Il beagle ha un carattere vivace, curioso e affettuoso, ed è adatto sia come cane da compagnia che da caccia.

Il beagle ha bisogno di molto movimento e di una buona educazione, per evitare che segua il suo istinto di inseguire le prede. Il beagle è una razza molto antica, che si pensa discenda dai cani levrieri portati in Gran Bretagna dai Romani.

Nel Medioevo, il beagle era usato per la caccia alla lepre e al coniglio, e divenne il cane preferito della nobiltà inglese. Oggi il beagle è uno dei cani più popolari al mondo, grazie alla sua simpatia e alla sua intelligenza.

Il beagle è generalmente un cane sano e longevo, ma può essere soggetto a alcune malattie ereditarie o congenite. Tra queste ci sono la displasia dell’anca, la malattia di Lafora, l’epilessia, l’ipotiroidismo e l’otite.

Per prevenire o curare queste patologie, è importante sottoporre il beagle a regolari controlli veterinari, a una dieta equilibrata e a una corretta igiene. Il beagle ha anche bisogno di essere spazzolato regolarmente per eliminare i peli morti e mantenere il pelo lucido.

Leggiamo insieme

Ciao a tutti, oggi vi racconto la fiaba della cagnolina beagle con le orecchie volanti. Si tratta di una storia divertente e originale che ho inventato per i miei nipotini, ma che piace anche agli adulti.

La cagnolina si chiamava Luna ed era una beagle molto speciale. Aveva le orecchie così lunghe e morbide che poteva usarle come ali e volare per il cielo. Luna amava volare e scoprire nuovi posti, ma non tutti gli altri animali apprezzavano la sua abilità. Alcuni la invidiavano, altri la deridevano, altri ancora la temevano.

Un giorno, mentre volava sopra un bosco, Luna sentì dei versi di aiuto provenire da una radura. Si avvicinò e vide un coniglietto intrappolato in una trappola. Luna si posò accanto a lui e gli chiese cosa fosse successo. Il coniglietto le spiegò che era stato catturato da un cacciatore malvagio che voleva farne il suo pranzo.

Luna si sentì in dovere di aiutare il coniglietto e usò le sue orecchie per sollevare la gabbia e portarla via. Il coniglietto era molto grato e le disse che si chiamava Leo. I due divennero subito amici e decisero di andare insieme alla ricerca di una chiave per aprire la gabbia.

Durante il loro viaggio, incontrarono molti altri animali in difficoltà e Luna li aiutò tutti con le sue orecchie volanti. Ci fu un gufo che aveva perso gli occhiali, una volpe che era rimasta impigliata in una rete, un orso che era caduto in un fosso e una capra che era stata rapita da un lupo.

Luna riuscì a salvare tutti gli animali e a portarli con sé. Presto si formò una grande comitiva di amici che seguivano Luna ovunque andasse. Leo era felice di avere tanta compagnia, ma si chiedeva dove fosse la chiave per la sua gabbia.

Finalmente, dopo aver attraversato montagne, fiumi e foreste, arrivarono in una città dove vivevano gli uomini. Luna vide un negozio di ferramenta e pensò che lì avrebbe trovato la chiave giusta. Entrò nel negozio con i suoi amici e cominciò a cercare tra le chiavi esposte.

Il negoziante, però, non appena vide la cagnolina beagle con le orecchie volanti e tutti gli altri animali, si spaventò e cominciò a urlare. Chiamò la polizia e disse che c’erano dei mostri nel suo negozio. Luna capì che doveva scappare e prese una chiave a caso. Uscì dal negozio e si alzò in volo con i suoi amici.

La polizia arrivò sul posto e cominciò a inseguire Luna e gli altri animali. C’erano sirene, elicotteri e fucili. Luna aveva paura, ma non si arrese. Continuò a volare fino a raggiungere un luogo sicuro dove poter provare la chiave sulla gabbia di Leo.

Per fortuna, la chiave era quella giusta e Leo fu finalmente libero. Gli altri animali festeggiarono e ringraziarono Luna per averli salvati. Luna si sentì felice e orgogliosa di sé. Aveva scoperto che le sue orecchie volanti erano un dono prezioso che poteva usare per fare del bene.

La fiaba finisce qui, ma non la storia di Luna e Leo. I due rimasero insieme per sempre e vissero tante altre avventure. E ogni volta che qualcuno aveva bisogno di aiuto, Luna era pronta a intervenire con le sue orecchie volanti.

Ascoltiamo insieme

mamma legge la fiaba
Le favole della buonanotte
La cagnolina con le orecchie volanti
Loading
/

Aiutaci ad aiutare!

La cagnolina con le orecchie volanti 12
Con una tua piccola donazione portiamo un sorriso a piccoli malati oncologici

Ultimi articoli

Eugenio e Nicola in palestra
12 Aprile 2024
Preghierina del 12 aprile 2024
moscerini al tramonto in un campo fiorito
12 Aprile 2024
Un’armonia mi suona nelle vene
persone camminano
12 Aprile 2024
Dammi tempo!
Pane spezzato
12 Aprile 2024
La Parola del 12 aprile 2024
panorama notturno mare
11 Aprile 2024
Preghierina del 11 aprile 2024

Eventi in programma

×