Tempo di lettura: 5 minuti

Leggi e ascolta la preghierina del 16 luglio 2023

Terra buona

commento al Vangelo del giorno 16 luglio 2023 di Mt 13,1-23

Sempre l’amore sta sulla finestra e continua infinito a germogliare.

Alda Merini

Entro nel testo (Mt 13,1-23)

Quel giorno Gesù uscì di casa e sedette in riva al mare.

Si radunò attorno a lui tanta folla che egli salì su una barca e si mise a sedere, mentre tutta la folla stava sulla spiaggia. Egli parlò loro di molte cose con parabole.

E disse: «Ecco, il seminatore uscì a seminare. Mentre seminava, una parte cadde lungo la strada; vennero gli uccelli e la mangiarono.

Un’altra parte cadde sul terreno sassoso, dove non era molta terra; germogliò subito, perché il terreno non era profondo, ma quando spuntò il sole fu bruciata e, non avendo radici, seccò.

Un’altra parte cadde sui rovi, e i rovi crebbero e la soffocarono.

Un’altra parte cadde sul terreno buono e diede frutto: il cento, il sessanta, il trenta per uno. Chi ha orecchi, ascolti».

Gli si avvicinarono allora i discepoli e gli dissero: «Perché a loro parli con parabole?».

Egli rispose loro: «Perché a voi è dato conoscere i misteri del regno dei cieli, ma a loro non è dato.

Infatti a colui che ha, verrà dato e sarà nell’abbondanza; ma a colui che non ha, sarà tolto anche quello che ha.

Per questo a loro parlo con parabole: perché guardando non vedono, udendo non ascoltano e non comprendono.

Così si compie per loro la profezia di Isaìa che dice: “Udrete, sì, ma non comprenderete, guarderete, sì, ma non vedrete.

Perché il cuore di questo popolo è diventato insensibile, sono diventati duri di orecchi e hanno chiuso gli occhi, perché non vedano con gli occhi, non ascoltino con gli orecchi e non comprendano con il cuore e non si convertano e io li guarisca!”.

Beati invece i vostri occhi perché vedono e i vostri orecchi perché ascoltano.

In verità io vi dico: molti profeti e molti giusti hanno desiderato vedere ciò che voi guardate, ma non lo videro, e ascoltare ciò che voi ascoltate, ma non lo ascoltarono!

Voi dunque ascoltate la parabola del seminatore.

Ogni volta che uno ascolta la parola del Regno e non la comprende, viene il Maligno e ruba ciò che è stato seminato nel suo cuore: questo è il seme seminato lungo la strada.

Quello che è stato seminato sul terreno sassoso è colui che ascolta la Parola e l’accoglie subito con gioia, ma non ha in sé radici ed è incostante, sicché, appena giunge una tribolazione o una persecuzione a causa della Parola, egli subito viene meno.

Quello seminato tra i rovi è colui che ascolta la Parola, ma la preoccupazione del mondo e la seduzione della ricchezza soffocano la Parola ed essa non dà frutto.

Quello seminato sul terreno buono è colui che ascolta la Parola e la comprende; questi dà frutto e produce il cento, il sessanta, il trenta per uno».

preghierina del 16 luglio 2023
Preghierina del 16 luglio 2023 4

Mi lascio ispirare

Un seminatore generoso… o disattento. Lui semina, sparge seme dappertutto, con abbondanza, forse noncurante di dove quel seme vada a finire.

O forse perché sa – e qui la parabola ha il suo punto di forza – che ne arriverà sicuramente sul terreno buono, dove darà un frutto incredibile.

Certo, il seminatore sa che una parte non verrà proprio lasciata sul terreno: la paura, la superficialità, il blocco ad amare, ecc. sono uccelli che portano via subito la parola…

Il buon seminatore sa che pure una parte di coloro che ricevono la parola (i singoli come la comunità) avranno subito problemi nel farla fruttificare: troppo difficile mettere radici e resistere alle difficoltà.

Come altrettanto sicuramente sa che talvolta quella parola tenterà di crescere, ma verrà soffocata da altre parole, assai più seducenti…

Ma il buon seminatore soprattutto sa che in ciascuno, sia in ogni singola vita, sia in ogni comunità, c’è il terreno buono: lì attecchisce, fruttifica, dà risultati inattesi.

È proprio il metro di Dio quello di abbondare nel seminare perché dappertutto, poco o tanto, il buon terreno darà frutto.

E la vera beatitudine è saper ascoltare e vedere proprio come questa Parola dia frutto.

Lino Dan SJ

fonte © GET UP AND WALK

Rifletto sulle domande

Quando ti sei sentito terra buona?

Cosa rischia di soffocare in te la crescita dei frutti del buon seme?

In quale luogo della tua vita hai bisogno che il Signore semini vita nuova?


Preghiera alla Madonna del Carmelo

O Maria, Madre e decoro del Carmelo, a te consacro oggi la mia vita, quale piccolo tributo di gratitudine per le grazie che attraverso la tua intercessione ho ricevuto da Dio.

Tu guardi con particolare benevolenza coloro che devotamente portano il tuo Scapolare: ti supplico perciò di sostenere la mia fragilità con le tue virtù, d’illuminare con la tua sapienza le tenebre della mia mente, e di ridestare in me la fede, la speranza e la carità, perché possa ogni giorno crescere nell’amore di Dio e nella devozione verso di te.

Lo Scapolare richiami su di me lo sguardo tuo materno e la tua protezione nella lotta quotidiana, sì che possa restare fedele al Figlio tuo Gesù e a te, evitando il peccato e imitando le tue virtù.

Desidero offrire a Dio, per le tue mani, tutto il bene che mi riuscirà di compiere con la tua grazia; la tua bontà mi ottenga il perdono dei peccati e una più sicura fedeltà al Signore.

O Madre amabilissima, il tuo amore mi ottenga che un giorno sia concesso a me di mutare il tuo Scapolare con l’eterna veste nuziale e di abitare con te e con i Santi del Carmelo nel regno beato del Figlio tuo che vive e regna per tutti i secoli dei secoli.

Amen.

preghierina del 16 luglio 2023
Preghierina del 16 luglio 2023 5

Preghiamo insieme

preghiera di abbandono
Preghierina
Preghierina del 16 luglio 2023
Loading
/

Destina il tuo 5x1000 alla nostra associazione
a te non costa nulla, per noi vale tanto!
Aiutaci ad aiutare piccoli malati oncologici
scrivi: 93118920615

1 Commento

Ultimi articoli

rana, animale, frog
19 Aprile 2024
La rana dalla bocca larga
gioia nel cuore
19 Aprile 2024
Scegliere la gioia
Remigio e Giuseppina mano nella mano
19 Aprile 2024
Io resto!
miracolo eucaristico, eucaristia
19 Aprile 2024
La Parola del 19 aprile 2024
Eucaristia
18 Aprile 2024
Preghierina del 18 aprile 2024

Eventi in programma

×