Tempo di lettura: 4 minuti

Leggi e ascolta la preghierina del 1 settembre 2023

L’attesa dell’uomo

commento al Vangelo di oggi di Mt 25, 1-13

preghierina del 1 settembre 2023
Preghierina del 1 settembre 2023 4

Estote parati.
Siate pronti.

Motto scout

Entro nel testo (Mt 25, 1-13)

Dal Vangelo secondo Matteo In quel tempo, Gesù disse ai suoi discepoli questa parabola: «Il regno dei cieli sarà simile a dieci vergini che presero le loro lampade e uscirono incontro allo sposo.

Cinque di esse erano stolte e cinque sagge; le stolte presero le loro lampade, ma non presero con sé l’olio; le sagge invece, insieme alle loro lampade, presero anche l’olio in piccoli vasi. Poiché lo sposo tardava, si assopirono tutte e si addormentarono.

A mezzanotte si alzò un grido: “Ecco lo sposo! Andategli incontro!”.

Allora tutte quelle vergini si destarono e prepararono le loro lampade. Le stolte dissero alle sagge: “Dateci un po’ del vostro olio, perché le nostre lampade si spengono”.

Le sagge risposero: “No, perché non venga a mancare a noi e a voi; andate piuttosto dai venditori e compratevene”.

Ora, mentre quelle andavano a comprare l’olio, arrivò lo sposo e le vergini che erano pronte entrarono con lui alle nozze, e la porta fu chiusa.

Più tardi arrivarono anche le altre vergini e incominciarono a dire: “Signore, signore, aprici!”.

Ma egli rispose: “In verità io vi dico: non vi conosco”.

Vegliate dunque, perché non sapete né il giorno né l’ora».

Mi lascio ispirare

C’è una saggezza che ci tramandano il mondo e la cultura in cui siamo cresciuti, una saggezza che ci aiuta a far fronte alla vita e alle sue fatiche, a proteggerci dal male e a essere efficienti.

Di per sé è buona e ci identifica, ci rende possibile orientarci tra le scelte, ma quella che ci presenta il Vangelo è un po’ diversa.

La saggezza, qui, è prima di tutto farsi carico della domanda di salvezza, chiedersi come sopravvivere alla morte e alla fine.

È una domanda che nasce alle volte dal pensare al futuro ma che non può non avere risvolti nel presente: posso trovare già ora tracce di questa salvezza, di questa pienezza che Dio promette?

Nella parabola di Gesù le vergini vivono proprio questa attesa, sono consapevoli di vivere una mancanza che solo lo sposo, Cristo, può colmare; alcune, però, immaginano che l’attesa significhi solamente arrendevolezza e passività, altre invece capiscono che per Dio non siamo solamente oggetti da riempire, ma soggetti attivi, capaci di costruire assieme a lui la salvezza e di poter trovare la libertà di poter amare qui e ora.

Attendere lo sposo non vuol dire certamente starsene con le mani in mano e pensare che la relazione con lui sia esclusiva e che non sia invece qualcosa che feconda tutte le nostre relazioni e ciò che facciamo!

Federico Parise SJ

Rifletto sulle domande

Che cosa per me è lampada? E olio?

Cosa mi aiuta a scacciare il buio e la paura nella mia vita?

Quali differenze trovo tra la saggezza “del mondo” e quella del Vangelo?

fonte © GET UP AND WALK


PREGHIERE ALL’ANGELO CUSTODE

Angelo benignissimo, mio custode, tutore e maestro, mia guida e difesa, mio sapientissimo consigliere e amico fedelissimo, a te io sono stato raccomandato, per la bontà del Signore, dal giorno in cui nacqui fino all’ultima ora della mia vita.

Quanta riverenza di debbo, sapendo che mi sei dovunque e sempre vicino!

Con quanta riconoscenza ti devo ringraziare per l’amore che nutri per me, quale e quanta confidenza per saperti il mio assistente e difensore!

Insegnami, Angelo Santo, correggimi, proteggimi, custodiscimi e guidami per il diritto e sicuro cammino alla Santa Città di Dio.

Non permettere che io faccia cose che offendano la tua santità e la tua purezza.

Presenta i miei desideri al Signore, offrigli le mie orazioni, mostragli le mie miserie e impetrami il rimedio di esse dalla sua infinita bontà e dalla materna intercessione di Maria Santissima, tua Regina.

Vigila quando dormo, sostienimi quando sono stanco, sorreggimi quando sto per cadere, alzami quando sono caduto, indicami la via quando sono smarrito, rincuorami quando mi perdo d’animo, illuminami quando non vedo, difendimi quando sono combattuto e specialmente nell’ultimo giorno della mia vita, siimi scudo contro il demonio.

In grazia della tua difesa e della tua guida, ottienimi infine di entrare nella tua gloriosa dimora, dove per tutta l’eternità io possa esprimerti la mia gratitudine e glorificare assieme a te il Signore e la Vergine Maria, tua e mia Regina.

Amen.

preghierina del 1 settembre 2023
Preghierina del 1 settembre 2023 5

Preghiamo insieme

preghiera di abbandono
Preghierina
Preghierina del 1 settembre 2023
Loading
/

Destina il tuo 5x1000 alla nostra associazione
a te non costa nulla, per noi vale tanto!
Aiutaci ad aiutare piccoli malati oncologici
scrivi: 93118920615

Ultimi articoli

cross, crucifix, chalice, eucaristia
18 Aprile 2024
La Parola del 18 aprile 2024
il pane di vita
17 Aprile 2024
Preghierina del 17 aprile 2024
mamma e bimba nel giardino
17 Aprile 2024
Edoardo ascolta i fiori
action, adult, athlete, disabili che giocano
17 Aprile 2024
Disabilità: via libera ultimo decreto attuativo
la misericordia di Dio
17 Aprile 2024
Ecco com’è davvero la misericordia…

Eventi in programma

×