Eugenio ci ha mostrato la vera resilienza

Tempo di lettura: 1 minuti

Ciao Remigio e Giuseppina, non ci conosciamo, sono di Caiazzo ma vivo a Milano da ormai più di 10 anni.

Seguo dall’inizio la vicenda di Eugenio perché conosco bene Gaetano e, nel mio piccolo, ho fatto parte anche io del mondo del basket caiatino e del CSI.

Vi scrivo perché sento l’esigenza di ringraziarvi. Da anni ormai vedo e sento abusare della parola resilienza da parte di persone che, in realtà, non hanno mai dovuto affrontare un problema reale nella vita. Non potrò mai dimenticare il giorno in cui Eugenio, già molto malato, si è andato a sedere in panchina coi suoi compagni di squadra, che avevano bisogno di un altro giocatore per raggiungere il numero minimo.

Questa è la resilienza, questa è la vera voglia di combattere.

Grazie a lui e a voi per l’esempio di forza che mi avete dato e continuate a darmi, lo porterò sempre con me per provare a essere forte e dare il giusto peso alle vicende che mi capiteranno.

Grazie.

Nico


Destina il tuo 5x1000 alla nostra associazione
a te non costa nulla, per noi vale tanto!
Aiutaci ad aiutare piccoli malati oncologici
scrivi: 93118920615

Ultimi articoli

pecore e capre
21 Aprile 2024
La Parola del 21 aprile 2024
kitten, cat, pet, gattino, gatto
20 Aprile 2024
Il gatto senza gli stivali
pregare il Rosario
20 Aprile 2024
Scegliere di pregare
libro del Vangelo
20 Aprile 2024
La Parola del 20 aprile 2024
rana, animale, frog
19 Aprile 2024
La rana dalla bocca larga

Eventi in programma

×