Leggi e ascolta con me la poesia Er presepio

Ciao a tutti! Ormai nell’aria c’è profumo di Natale! Iniziano a spuntare le lucine, gli alberi, i mercatini; si, anche l’aria rigida ricorda l’arrivo del Natale.

E per noi più piccoli, arriva l’appuntamento con la letterina a Babbo Natale. Anche se siamo grandini ormai, e lo sappiamo bene che Babbo Natale non c’è per davvero, è bello rivivere sempre questa magica atmosfera e quella magia che solo il nonno con la barba bianca e vestito di rosso riesce a dare.

Ma la cosa più emozionante è fare l’albero o il presepe e appoggiarci sopra la tua letterina!

Er presepio
Er presepio

Leggi con me la poesia

Ve ringrazio de core, brava gente,
pé ‘sti presepi che me preparate,
ma che li fate a fa? Si poi v’odiate,
si de st’amore non capite gnente…

Pé st’amore sò nato e ce sò morto,
da secoli lo spargo dalla croce,
ma la parola mia pare ‘na voce
sperduta ner deserto, senza ascolto.

La gente fa er presepe e nun me sente;
cerca sempre de fallo più sfarzoso,
però cià er core freddo e indifferente
e nun capisce che senza l’amore
è cianfrusaja che nun cià valore.

Trilussa

E voi, siete stati buoni? cosa vorreste trovare sotto l’albero o il presepe?

Questa poesia ci insegna tante cose, fatemi sapere cosa ha trasmesso a voi.

Io intanto dormo e sogno, con il mio angioletto a proteggermi.

Buonanotte da Francesca e da Eugenio ♥

@fonte: filastrocche.it

Le favole della buonanotte
Le favole della buonanotte
Er presepio
Er presepio 2
/
Avatar di Francesca Ruberto

Ciao, sono Francesca Ruberto, sorella di Eugenio Ruberto. Sono nata a Capua (CE) il 11 novembre 2011

Lascia un commento