Entra

Registrati

Dopo aver creato il tuo account, sarai in grado di monitorare lo stato del pagamento, monitorare la conferma.
Username*
Password*
Conferma password*
Nome*
Cognome*
Email*
Telefono*
Indirizzo
Nazione*
* Creare un account significa accettare i nostri Termini di servizio e la Informativa sulla privacy .
Si prega di accettare tutti i termini e le condizioni prima di procedere al passaggio successivo

Già iscritto?

Entra

Guarda il video del Commento al Vangelo del 9 ottobre 2022

Dal Vangelo secondo Luca
Lc 17,11-19

Vangelo secondo Luca 17,11-19

Lungo il cammino verso Gerusalemme, Gesù attraversava la Samarìa e la Galilea.
Entrando in un villaggio, gli vennero incontro dieci lebbrosi, che si fermarono a distanza e dissero ad alta voce: «Gesù, maestro, abbi pietà di noi!». Appena li vide, Gesù disse loro: «Andate a presentarvi ai sacerdoti». E mentre essi andavano, furono purificati.

Uno di loro, vedendosi guarito, tornò indietro lodando Dio a gran voce, e si prostrò davanti a Gesù, ai suoi piedi, per ringraziarlo. Era un Samaritano.

Ma Gesù osservò: «Non ne sono stati purificati dieci? E gli altri nove dove sono? Non si è trovato nessuno che tornasse indietro a rendere gloria a Dio, all’infuori di questo straniero?». E gli disse: «Àlzati e va’; la tua fede ti ha salvato!».

Parola del Signore.


Gesù e il lebbroso
Gesù e il lebbroso

Padre Jean-Paul Hernandez commenta il Vangelo della domenica e le opere d’arte cristiana che ha ispirato.

Il cammino di Gesù verso Gerusalemme, è il nostro cammino, il pellegrinaggio della nostra vita. «Entrando in un villaggio, gli vennero incontro dieci lebbrosi, che si fermarono a distanza e dissero ad alta voce: “Gesù, maestro, abbi pietà di noi!” ».

Quando incontriamo la parola di Dio avvertiamo un malessere interiore: sono i nostri dieci lebbrosi, sono ciò che è morto in noi, che ha un bisogno impellente della vita che è Gesù.

Col suo sacrificio Cristo guarisce tutti, ma l’unico lebbrosi che torna a ringraziarlo è il credente.

Sulla Strada va in onda sabato alle 14.35 e domenica alle 8 su Tv2000 | Canale 28 – 157 Sky – https://www.tv2000.it/live

fonte © ReteBlu S.p.a

5/5 - (2 votes)
Pubblicità
Avatar di Remigio Ruberto

Ciao, sono Remigio Ruberto, papà di Eugenio. L'amore che mi lega a Eugenio è senza tempo e senza spazio.

Da leggere:

Lascia un commento

Ultimi appunti pubblicati

impegno nel volontariato
2 Dicembre 2022
Impegno nel volontariato
Gesù e il cieco
2 Dicembre 2022
La Parola del 2 dicembre 2022
smorfie di Eugenio e Remigio nel lettone
1 Dicembre 2022
Preghierina del 1 dicembre 2022
il laghetto d'autunno
1 Dicembre 2022
Il laghetto d’autunno
Charles de Foucauld
1 Dicembre 2022
S. Charles de Foucauld

Eventi

Nessun evento da visualizzare

Pubblicità

Pubblicità