Tempo di lettura: 2 minuti

Ciao San Francesco: storia del nostro incontro con Francesco

Anzi arrivederci!

Ieri 8 luglio, con le lacrime agli occhi, bacio il mio papotto (così lo chiamavo da piccolo). Sono circa le 20

Alle 20.30 preparato a dovere il camper, parto. Solo, purtroppo.

La strada è abbastanza trafficata, ma disastrata, come la maggior parte delle strade italiane. Con il camper la più piccola buca viene amplificata, e ad ogni scossone qualcosa traballa.

Ciliegina sulla torta all’altezza di Amelia c’è una interruzione che ti fa passare nei paesaggi splendidi ma deserti della campagna umbra, fra ulivi e distese di girasoli.

In circa 3 ore raggiungo il Park Colombo.

Roma è calda e umida, ma sempre accogliente col suo traffico disordinato e pittoresco. Anche di notte.

Attacco la corrente, frigorifero finalmente vivo, lavo i denti e vado a letto. Telefono e tranquillizzo la mia mamma novantenne che è ancora in trepidazione per il suo bimbo di 54 anni ma soprattutto per il suo nipotino di 13.

Via messaggio saluto ed auguro la buonanotte a mia moglie e mio figlio, tutta la mia vita. L’altro pezzettino della mia vita è a Dragoni con zia Teresa, Anna e Angela. Dopo essersi divertita con zia Luana, Giovanna e Nicola, e con la sua cagnolina stellina.

Dormo abbastanza tranquillo, fino alle 5 quando l’umidità diventa brina mattutina e arriva sulla pelle, gelandola.

Alle 7, prima che suonasse la sveglia ⏰, era già lavato e vestito. Porto il camper a scaricare le acque grigie e caricare l’acqua potabile. La pressione è bassa, ed impiego quasi 20 minuti per caricare il serbatoio ormai scarico dell’acqua potabile.

Alle 8.20 pago il parcheggio e vado via, direzione OPBG.

Alle 8.45 saluto cordialmente Garibaldi.

Prendo i sandwich e l’acqua fresca per il mio papotto, e armato di mascherina raggiungo l’ospedale.

Oggi abbastanza tranquillo. Fotografo l’OPBG dalla quercia del Tasso

Ciao San Francesco
panoramica di OPBG Gianicolo

Giuseppina e Eugenio sono in viaggio, in ambulanza. Eugenio dorme.


Aiutaci ad aiutare!

Ciao San Francesco 12
Con una tua piccola donazione portiamo un sorriso a piccoli malati oncologici

PrecedenteProssimo post

Ultimi articoli

Gesù e discepoli
14 Aprile 2024
La Parola del 14 aprile 2024
Eugenio e Francesca con la bicicletta nel 2015
13 Aprile 2024
Preghierina del 13 aprile 2024
Eugenio e Remigio mano nella mano, salita al Gianicolo
13 Aprile 2024
Dammi la mano ragazzo mio
mani sul cuore
13 Aprile 2024
Messo da parte per la sua gloria
Gesù cammina sulle acque
13 Aprile 2024
La Parola del 13 aprile 2024

Eventi in programma

×