La fede, una forza di consolazione nella sofferenza

La fede, una forza di consolazione nella sofferenza

Il cristiano sa che la sofferenza non può essere eliminata, ma può ricevere un senso, può diventare atto di amore, affidamento alle mani di Dio che non ci abbandona e, in questo modo, essere una tappa di crescita della fede e dell’amore. (…) La luce della fede non ci fa dimenticare le sofferenze del mondo. Per quanti uomini e donne di fede i sofferenti sono stati mediatori di luce! Così per san Francesco d’Assisi il lebbroso, o per la Beata Madre Teresa di Calcutta i suoi poveri. Hanno capito il mistero che c’è in loro. Avvicinandosi ad essi non hanno certo cancellato tutte le loro sofferenze, né hanno potuto spiegare ogni male. La fede non è luce che dissipa tutte le nostre tenebre, ma lampada che guida nella notte i nostri passi, e questo basta per il cammino.

Leggi anche:  La Parola del 17 giugno 2020

All’uomo che soffre, Dio non dona un ragionamento che spieghi tutto, ma offre la sua risposta nella forma di una presenza che accompagna, di una storia di bene che si unisce ad ogni storia di sofferenza per aprire in essa un varco di luce. In Cristo, Dio stesso ha voluto condividere con noi questa strada e offrirci il suo sguardo per vedere in essa la luce. Cristo è colui che, avendo sopportato il dolore, « dà origine alla fede e la porta a compimento » (Eb 12,2).

Papa Francesco
Enciclica « Lumen Fidei/ La luce della fede » , § 56-57

Articoli collegati

Gli ultimi appunti

foto ricordo Ristorante Paradiso 19/1/20
Accadde oggi 19 gennaio
19 Gennaio 2021
Madonnina di Eugenio
Preghierina del 19 gennaio 2021
19 Gennaio 2021
prove di amore
La prova d’amore
19 Gennaio 2021

Archivio