Tempo di lettura: 3 minuti

Leggi ed ascolta la preghierina del 30 ottobre 2023

Liberi tutti

commento di Lc 13,10-17

Il mare ci fa sempre un po’ paura per quell’idea di troppa libertà.

Bigazzi-Riefoli-Tozzi, Gente di mare

Entro nel testo (Lc 13,10-17)

In quel tempo, Gesù stava insegnando in una sinagoga in giorno di sabato.

C’era là una donna che uno spirito teneva inferma da diciotto anni; era curva e non riusciva in alcun modo a stare diritta.

Gesù la vide, la chiamò a sé e le disse: «Donna, sei liberata dalla tua malattia».

Impose le mani su di lei e subito quella si raddrizzò e glorificava Dio.

Ma il capo della sinagoga, sdegnato perché Gesù aveva operato quella guarigione di sabato, prese la parola e disse alla folla: «Ci sono sei giorni in cui si deve lavorare; in quelli dunque venite a farvi guarire e non in giorno di sabato».

Il Signore gli replicò: «Ipocriti, non è forse vero che, di sabato, ciascuno di voi slega il suo bue o l’asino dalla mangiatoia, per condurlo ad abbeverarsi? E questa figlia di Abramo, che Satana ha tenuto prigioniera per ben diciotto anni, non doveva essere liberata da questo legame nel giorno di sabato?».

Quando egli diceva queste cose, tutti i suoi avversari si vergognavano, mentre la folla intera esultava per tutte le meraviglie da lui compiute.

preghierina del 30 ottobre 2023
Preghierina del 30 ottobre 2023 4

Mi lascio ispirare

Chissà se quella donna andava in sinagoga ogni sabato.

Forse c’era tornata di proposito? Qualcuno le aveva detto che sta passando quel rabbi di Nazareth, Gesù? Chissà cosa aveva sentito quel giorno per mettersi faticosamente in movimento dalla sua casa alla sinagoga.

Era sola o c’era qualche amico ad accompagnarla fin dentro a quel luogo affollato?

Senz’altro, come sempre, non poteva guardarlo negli occhi.

Ma quella parola nuova era diretta in qualche modo anche a lei, arrivava dritta oltre la sua paura di essere al posto sbagliato, oltre quella sua curvatura imbarazzante, oltre quella maniera malata di guardare il mondo in cui si trovava imprigionata, ormai da una vita.

Contemplo questo Gesù che lo sa bene che sono già diciotto anni.

Il suo cuore sussulta oltre il riposo del sabato. È giunta l’ora in cui celebrare la slegatura di questa figlia di Abramo.

E fare festa, tutti quelli che possono!

Matteo Suffritti SJ

Rifletto sulle domande

Con quali sentimenti, con quali atteggiamenti osservo le ferite delle storie delle persone che incontro?

Quali sono le tensioni, quali sono i legami che deformano il mio modo di stare al mondo, il mio modo di guardare il mondo? Con chi ne parlo?

Contemplo il coraggio e la libertà del Signore nel vivere il sabato. Dov’è che mi farebbe problema seguirlo? In cosa mi potrei sdegnare o vergognare per lui?

fonte © GET UP AND WALK


Preghiere per il mese di ottobre

30 ottobre – Novena per i defunti – 7° giorno

preghierina del 30 ottobre 2023
Preghierina del 30 ottobre 2023 5

Continuiamo la novena in preparazione della commemorazione dei nostri “nati in Cielo”.

Pregare per i nostri cari, che vivono nella pace del Signore è il modo migliore per sentirli vicini, in comunione con noi.

Accendete un lumicino e recitate la preghiera proposte (una per ogni giorno) e terminate con l’eterno riposo.

preghiera di abbandono
Preghierina
Preghierina del 30 ottobre 2023
Loading
/

Destina il tuo 5x1000 alla nostra associazione
a te non costa nulla, per noi vale tanto!
Aiutaci ad aiutare piccoli malati oncologici
scrivi: 93118920615

Ultimi articoli

Dio Padre
23 Aprile 2024
La Parola del 23 aprile 2024
argyle socks, feet, red shoes, scarpette rosse e calzettoni
22 Aprile 2024
Le scarpette rosse
la porta di Dio
22 Aprile 2024
La Parola del 22 aprile 2024
un tranviere, un vigile urbano, un ferroviere, e un fornaio che ridono insieme
21 Aprile 2024
Non per tutti è domenica
pecore e capre
21 Aprile 2024
La Parola del 21 aprile 2024

Eventi in programma

×