Tempo di lettura: 3 minuti

Leggi e ascolta la nostra preghierina del 28 novembre 2023

Stamattina con un amico, un caro amico, carissimo e fedele, abbiamo scambiato quattro opinioni.

Sull’amore, sulla genitorialità, sulla lucidità, sulla fede. Sono argomenti talmente complessi, intricati e profondi che non basterebbero tutte le biblioteche del mondo messe insieme per contenerne il pensiero.

Ma abbiamo concluso dicendo: solo la fede aiuta, solo l’amore salva.

L’amore, la fede, la speranza ci hanno sorretto nei 13 mesi in cui fianco a fianco abbiamo combattuto la tremenda malattia di Eugenio.

Ancora oggi la fede è l’unica ancora cui ci aggrappiamo per strappare un giorno dietro l’altro al calendario della vita.

Ascolta lo Spirito!

commento al Vangelo di oggi di Lc 21,5-11, a cura di Leonardo Vezzani SJ

Sento vibrare la tua voce in tutti i suoni del mondo.

Paul Éluard

Entro nel testo (Lc 21,5-11)

In quel tempo, mentre alcuni parlavano del tempio, che era ornato di belle pietre e di doni votivi, Gesù disse: «Verranno giorni nei quali, di quello che vedete, non sarà lasciata pietra su pietra che non sarà distrutta».

Gli domandarono: «Maestro, quando dunque accadranno queste cose e quale sarà il segno, quando esse staranno per accadere?». Rispose: «Badate di non lasciarvi ingannare. Molti infatti verranno nel mio nome dicendo: “Sono io”, e: “Il tempo è vicino”.

Non andate dietro a loro! Quando sentirete di guerre e di rivoluzioni, non vi terrorizzate, perché prima devono avvenire queste cose, ma non è subito la fine».

Poi diceva loro: «Si solleverà nazione contro nazione e regno contro regno, e vi saranno in diversi luoghi terremoti, carestie e pestilenze; vi saranno anche fatti terrificanti e segni grandiosi dal cielo.

Mi lascio ispirare

Ci stiamo avvicinando alla fine dell’anno liturgico e i testi di questo periodo sono tutti rivolti a parlare della venuta del Regno dei cieli. Alla domanda dei discepoli sul quando arriverà il Regno, Gesù risponde con un cosa preparerà questa venuta e con un come aspettare questa venuta.

Sul cosa aspettarsi, Gesù ci invita a fare attenzione ai falsi Messia: ogni periodo storico vede la presenza di falsi messia, persone che promettono la Vita Vera e che invece ce la tolgono per il loro guadagno personale. Gesù ci chiede di fare attenzione a politici, pensatori, esponenti religiosi, addirittura anche a quelle persone che ci sono vicine nella quotidianità che ci spiegano cosa è giusto per noi nascondendo che i vantaggi sono solo a loro beneficio.

Come quindi aspettare questo regno? Cercando di non farci ingannare, cercando di non cadere nelle trappole del nemico ma di saper ascoltare come lo Spirito parla in noi e nella comunità. Lo spirito non dice a un altro cosa dobbiamo fare della nostra vita!

Leonardo Vezzani SJ

Preghiamo insieme

preghiera di abbandono
Preghierina
Preghierina del 28 novembre 2023
Loading
/

Destina il tuo 5x1000 alla nostra associazione
a te non costa nulla, per noi vale tanto!
Aiutaci ad aiutare piccoli malati oncologici
scrivi: 93118920615

1 Commento

Ultimi articoli

cross, crucifix, chalice, eucaristia
18 Aprile 2024
La Parola del 18 aprile 2024
il pane di vita
17 Aprile 2024
Preghierina del 17 aprile 2024
mamma e bimba nel giardino
17 Aprile 2024
Edoardo ascolta i fiori
action, adult, athlete, disabili che giocano
17 Aprile 2024
Disabilità: via libera ultimo decreto attuativo
la misericordia di Dio
17 Aprile 2024
Ecco com’è davvero la misericordia…

Eventi in programma

×