Tempo di lettura: 5 minuti

Leggi e ascolta la preghierina del 24 gennaio 2024

Seminare per capire

commento al Vangelo di oggi di Mc 4,1-20

Qualsiasi cosa tu faccia sarà insignificante, ma è molto importante che tu la faccia.

Mahatma Gandhi

Entro nel testo (Mc 4,1-20)

In quel tempo, Gesù cominciò di nuovo a insegnare lungo il mare.

Si riunì attorno a lui una folla enorme, tanto che egli, salito su una barca, si mise a sedere stando in mare, mentre tutta la folla era a terra lungo la riva.

Insegnava loro molte cose con parabole e diceva loro nel suo insegnamento: «Ascoltate. Ecco, il seminatore uscì a seminare.

Mentre seminava, una parte cadde lungo la strada; vennero gli uccelli e la mangiarono.

Un’altra parte cadde sul terreno sassoso, dove non c’era molta terra; e subito germogliò perché il terreno non era profondo, ma quando spuntò il sole, fu bruciata e, non avendo radici, seccò.

Un’altra parte cadde tra i rovi, e i rovi crebbero, la soffocarono e non diede frutto.

Altre parti caddero sul terreno buono e diedero frutto: spuntarono, crebbero e resero il trenta, il sessanta, il cento per uno».

E diceva: «Chi ha orecchi per ascoltare, ascolti!».

Quando poi furono da soli, quelli che erano intorno a lui insieme ai Dodici lo interrogavano sulle parabole.

Ed egli diceva loro: «A voi è stato dato il mistero del regno di Dio; per quelli che sono fuori invece tutto avviene in parabole, affinché guardino, sì, ma non vedano, ascoltino, sì, ma non comprendano, perché non si convertano e venga loro perdonato».

E disse loro: «Non capite questa parabola, e come potrete comprendere tutte le parabole? Il seminatore semina la Parola.

Quelli lungo la strada sono coloro nei quali viene seminata la Parola, ma, quando l’ascoltano, subito viene Satana e porta via la Parola seminata in loro.

Quelli seminati sul terreno sassoso sono coloro che, quando ascoltano la Parola, subito l’accolgono con gioia, ma non hanno radice in se stessi, sono incostanti e quindi, al sopraggiungere di qualche tribolazione o persecuzione a causa della Parola, subito vengono meno.

Altri sono quelli seminati tra i rovi: questi sono coloro che hanno ascoltato la Parola, ma sopraggiungono le preoccupazioni del mondo e la seduzione della ricchezza e tutte le altre passioni, soffocano la Parola e questa rimane senza frutto.

Altri ancora sono quelli seminati sul terreno buono: sono coloro che ascoltano la Parola, l’accolgono e portano frutto: il trenta, il sessanta, il cento per uno».

Mi lascio ispirare

Quante volte ci siamo trovati nel corso delle nostre vite a un bivio?
Destra o sinistra, sinistra o destra? Dove è giusto seminare?
Quali pro e quali contro?

Il Signore ci invita a seminare in ogni luogo dove ci troviamo a vivere, perché la sua Parola ha bisogno di tempo per raggiungerci e trovare il modo di farsi strada da seguire.

Continuare a fare avendo sempre un udito vigile, un olfatto pronto, uno sguardo libero, delle mani pronte ad accogliere, delle gambe pronte a partire, continuare a fare stando sempre pronti ad accorgersi dei segni che si fanno presenza, destino, certezza.

Perché le nostre strade non scorrono fuori ma dentro ognuno di noi, non hanno destra e sinistra, ma sono qui, diritte, nel nostro petto, incise sul cuore.

Ester Antonia Cozzolino

Rifletto sulle domande

Quali strade ti si aprono di fronte in questo momento?

Cosa sente il tuo cuore nel pensare di percorrerle?

In che modo ti stai mettendo in ascolto del germoglio del tuo seme?

fonte © GET UP AND WALK


Preghiere per il mese di gennaio

24 gennaio – San Francesco di Sales

PREGHIERA A MARIA di San Francesco di Sales

Ricordati e rammentati, o dolcissima Vergine, che Tu sei mia Madre e che io sono Tuo figlio; che Tu sei potente e che io sono poverissimo, timido e debole.

Io Ti supplico, dolcissima Madre, di guidarmi in tutte le mie vie, in tutte le mie azioni.
Non dirmi, Madre stupenda, che Tu non puoi, poiché il Tuo amatissimo Figlio Ti ha dato ogni potere, sia in cielo che in terra.

Non dirmi che Tu non sei tenuta a farlo, poiché Tu sei la Mamma di tutti gli uomini e, particolarmente, la mia Mamma.

Se Tu non potessi ascoltare, io Ti scuserei dicendo: “è vero che è mia Mamma e che mi ama
come Suo figlio, ma non ha mezzi e possibilità per aiutarmi”.

Se Tu non fossi la mia Mamma, io avrei pazienza e direi : “ha tutte le possibilità di
aiutarmi, ma, ahimé, non è mia Madre e, quindi, non mi ama”.

Ma invece no, o dolcissima Vergine, Tu sei la mia Mamma e per di più sei potentissima.
Come potrei scusarti se Tu non mi aiutassi e non mi porgessi soccorso e assistenza? Vedi bene, o Mamma, che sei costretta ad ascoltare tutte le mie richieste.

Per l’onore e per la gloria del Tuo Gesù, accettami come Tuo bimbo senza badare alle mie miserie
e ai miei peccati.

Libera la mia anima e il mio corpo da ogni male e dammi tutte le Tue virtù, soprattutto l’umiltà.

Fammi regalo di tutti i doni, di tutti i beni e di tutte le grazie che piacciono alla SS. Trinità, Padre, Figlio e Spirito Santo.

Così sia. Recitare tre Ave Maria

San Francesco di Sales, prega ed intercedi per noi, miseri peccatori.


Preghiamo insieme

Preghierina
Preghierina
Preghierina del 24 gennaio 2024
Loading
/

Aiutaci ad aiutare!

Preghierina del 24 gennaio 2024 7
Con una tua piccola donazione portiamo un sorriso a piccoli malati oncologici

Da leggere: