Tempo di lettura: 5 minuti

Leggi e ascolta la preghierina del 21 febbraio 2024

Il segno è la storia

commento al Vangelo di Lc 11,29-32


Immagini che lasciano il segno e resteranno dentro ai miei occhi nel tempo. Se ti guardo, io rivedo me stesso.

Tiromancino, Immagini che lasciano il segno

Entro nel testo (Lc 11,29-32)

In quel tempo, mentre le folle si accalcavano, Gesù cominciò a dire: «Questa generazione è una generazione malvagia; essa cerca un segno, ma non le sarà dato alcun segno, se non il segno di Giona.

Poiché, come Giona fu un segno per quelli di Nìnive, così anche il Figlio dell’uomo lo sarà per questa generazione.

Nel giorno del giudizio, la regina del Sud si alzerà contro gli uomini di questa generazione e li condannerà, perché ella venne dagli estremi confini della terra per ascoltare la sapienza di Salomone.

Ed ecco, qui vi è uno più grande di Salomone.

Nel giorno del giudizio, gli abitanti di Nìnive si alzeranno contro questa generazione e la condanneranno, perché essi alla predicazione di Giona si convertirono.

Ed ecco, qui vi è uno più grande di Giona».

Mi lascio ispirare

Nessun segno, né un effetto
speciale che rassicuri la mia fame
di senso. Lo cerco, lo chiedo
con insistenza studio la geografia
dei segni. Nessun segno.

Nessun segno, perché esiste già
il solo segno possibile al mondo:
la storia. Così com’è. Né bella
né brutta, autentica. Vissuta,
da rileggere. Da vivere.

Da ascoltare. Non come l’avrei
voluta, ma come l’abbiamo
sognata. Come può
farsi strada. La strada come
solo segno da chiedere.

Lasciarsi incontrare. Senza
l’affanno di altre conferme,
l’enigma di altri indizi. Solo
la pazienza
che il seme germogli. Che la storia
sia scelta che genera.

Melania Condò

Rifletto sulle domande

Qual è il segno che attendo e non trovo, che chiedo al Signore con più insistenza?

Qual è il segno che è già parte della mia storia e che può essere riletto alla luce del mio incontro con il Signore?

Qual è il seme che, oggi, domani, mi chiama a fare una storia nuova?


Preghiere per il mese di febbraio

21 febbraio – San Pier Damiani Dottore della Chiesa

PREGHIERA PER L’ADORAZIONE DELLA CROCE, composta dal Santo


Ecco, o Signore, io mi prostro davanti al vessillo della tua vivifica croce e supplice adoro il trionfo nuovo della tua vittoria. Tu infatti sei sacerdote e vittima, tu il redentore e il prezzo del riscatto.

Mi piace, o piissimo Signore, contemplarti come se ora per la tua passione tu pendessi dalla croce e io accogliessi nella mia bocca il preziosissimo sangue che da te stilla.

O vittima beata che infrangi le porte del tartaro ed apri la porta del regno dei cieli! O prezzo del nostro riscatto appeso alla croce, per il quale l’antico esattore piange nel vedere strappata l’obbligazione del nostro debito!


Ti vedo appeso alla croce, o mio Redentore, con gli occhi del mio cuore, ti vedo ferito da nuove piaghe, ti ascolto mentre dici al malfattore “in verità ti dico, oggi sarai con me in paradiso”.
Per questo io imploro il mistero della tua morte e della tua salvifica passione, per questo io invoco con le lacrime il mistero della nostra redenzione.

Non separarmi, come merito, dalla schiera dei tuoi eletti ma, insieme col beato malfattore, decretami
la gloria del paradiso.


Tu, o Signore, imprimi sulla mia anima il sigillo di questa santa croce, purificami con la sua virtù.

Per questa Santa Croce rivendicami tutto ed in ogni parte a te sì che il nemico nulla trovi per sé.

Così, quando verrai per il giudizio e questo vessillo del tuo trionfo sfolgorerà nel cielo, possa io trovarmi tra i segnati con queste stimmate affinché, configurato al Crocifisso nelle pene, io meriti di essergli unito nella gloria della risurrezione, tu che vivi e regni con Dio Padre nell’unità dello Spirito Santo per
tutti i secoli dei secoli.

Amen.

3Gloria al Padre…




PREGHIERA A MARIA, composta dal Santo


Splendida Stella, Te loda ogni secolo; da Te, al tramonto del mondo, è nato il Sole di giustizia.


Fa’ che il cuore sia strappato dalle tenebre, fa’ che goda della vera luce, affinché con i suoi nuovi meriti, illumini la notte dell’antica vita.


Fa’ che per mezzo tuo siamo purificati dai vizi e sciolti dalle catene della colpa e la mente liberata dalle dolorose spine produca germogli di virtù.

Ti supplichiamo, o clementissima Madre della stessa pietà e misericordia; noi che sulla terra gioiamo nel
celebrare solennemente le tue lodi, ti supplichiamo di meritare di avere nel cielo l’aiuto della tua intercessione!

E come per mezzo tuo il Figlio di Dio si è degnato di scendere tra noi, così anche noi, per mezzo Tuo, possiamo ora giungere alla comunione con Lui!

Amen.

3Ave Maria….


Preghiamo insieme

preghiera di abbandono
Preghierina
Preghierina del 21 febbraio 2024
Loading
/

Destina il tuo 5x1000 alla nostra associazione
a te non costa nulla, per noi vale tanto!
Aiutaci ad aiutare piccoli malati oncologici
scrivi: 93118920615

Ultimi articoli

libro del Vangelo
20 Aprile 2024
La Parola del 20 aprile 2024
rana, animale, frog
19 Aprile 2024
La rana dalla bocca larga
gioia nel cuore
19 Aprile 2024
Scegliere la gioia
Remigio e Giuseppina mano nella mano
19 Aprile 2024
Io resto!
miracolo eucaristico, eucaristia
19 Aprile 2024
La Parola del 19 aprile 2024

Eventi in programma

×