Tempo di lettura: 4 minuti

Leggi e ascolta la preghierina del 16 agosto 2023

Al Signore l’ultima parola

commento al Vangelo del giorno di Mt 18,15-20

La parola comunità esala una sensazione piacevole, qualunque cosa tale termine possa significare […]. Le compagnie e le società possono anche essere cattive, la comunità no. La comunità è sempre una cosa buona.

Zygmunt Bauman
comunità
Preghierina del 16 agosto 2023 9

Entro nel testo (Mt 18,15-20)

In quel tempo, Gesù disse ai suoi discepoli: «Se il tuo fratello commetterà una colpa contro di te, va’ e ammoniscilo fra te e lui solo; se ti ascolterà, avrai guadagnato il tuo fratello; se non ascolterà, prendi ancora con te una o due persone, perché ogni cosa sia risolta sulla parola di due o tre testimoni.

Se poi non ascolterà costoro, dillo alla comunità; e se non ascolterà neanche la comunità, sia per te come il pagano e il pubblicano.

In verità io vi dico: tutto quello che legherete sulla terra sarà legato in cielo, e tutto quello che scioglierete sulla terra sarà sciolto in cielo.

In verità io vi dico ancora: se due di voi sulla terra si metteranno d’accordo per chiedere qualunque cosa, il Padre mio che è nei cieli gliela concederà. Perché dove sono due o tre riuniti nel mio nome, lì sono io in mezzo a loro».

Mi lascio ispirare

La comunità di coloro che seguono Gesù vive anche dei tempi di perdono, di correzione fraterna, di preghiera di intercessione.

Nulla è escluso, pur di ripristinare la comunione fraterna: sia la correzione personale, sia il ricorrere anche all’assemblea.

Sono i segni di un amore che sa anche correggere, anzi di un amore del fratello che non lo vuole lasciare andare per strade in cui rischia di smarrirsi e perdersi.

E se il non ascolto perdura, lo si tratterà come un pubblicano, ma Gesù è venuto anche per loro… al Signore stesso l’ultima parola.

Così come si affida al Signore in maniera comunitaria ciò che veramente si sente importante da chiedere: niente personalismi.

L’invito di Gesù è proprio quello di vivere come comunità di credenti, cercando ciò che veramente fa essere testimoni di una vita rinnovata dalla sua presenza e che sa farsi carico delle necessità vere dei fratelli.

Alla fin fine, tutto entra a far parte della vita da discepoli: correggere (ed essere corretti: forse lo si dimentica), legare e sciogliere, chiedere.

Ma i discepoli formano la chiesa se solo hanno Gesù al centro.

Lino Dan SJ

fonte © GET UP AND WALK

Rifletto sulle domande

Cosa significa per me comunione fraterna?

In che modo posso far parte della comunità?

Quando la correzione fraterna mi ha permesso di riavvicinarmi al Signore?


Preghiere per il mese di agosto

16 agosto san Rocco

San Rocco, invocato nelle campagne contro le malattie del bestiame e le catastrofi naturali, il suo culto si diffuse straordinariamente nell’Italia del Nord, legato in particolare al suo ruolo di protettore contro la peste.

+ Glorioso San Rocco, che per la vostra generosità nel consacrarvi al servizio degli appestati e per le vostre continue orazioni vedeste cessare la pestilenza e guarire tutti gli infetti di Acquapendente, in Cesena, in Roma, in Piacenza, in Mompellier, in tutte le città della Francia e dell’Italia da voi percorse, ottenete a noi tutti la grazia di essere per la vostra intercessione costantemente preservati da un flagello così spaventoso e così desolante;

che colpito Voi stesso dal morbo pestilenziale nell’atto di servire ad altri infetti, e posto da Dio alla prova dei più spasmodici dolori, domandaste ed otteneste di essere posto lungo la strada, indi da quella scacciato, fuori della città vi ricoveraste in povera capanna, ove da un Angelo vennero risanate le vostre piaghe e da un cane pietoso ristorata la vostra fame, recandovi ogni giorno un pane tolto alla mensa del suo padrone.

Ottenete così a noi tutti la grazia di soffrire con inalterabile rassegnazione dello spirito di sacrificio le infermità, le tribolazioni, le disgrazie tutte di questa vita, aspettando sempre dal cielo il necessario soccorso.

Ma molto più otteneteci di essere preservati dalla peste spirituale dell’anima, che è appunto il peccato, per poter un giorno essere partecipi con voi della gloria lassù in Paradiso.

Amen.

3 Gloria al Padre

Preghiamo insieme

preghiera di abbandono
Preghierina
Preghierina del 16 agosto 2023
Loading
/

Aiutaci ad aiutare!

Preghierina del 16 agosto 2023 7
Con una tua piccola donazione portiamo un sorriso a piccoli malati oncologici

Ultimi articoli

mani sul cuore
13 Aprile 2024
Messo da parte per la sua gloria
Gesù cammina sulle acque
13 Aprile 2024
La Parola del 13 aprile 2024
Eugenio e Nicola in palestra
12 Aprile 2024
Preghierina del 12 aprile 2024
moscerini al tramonto in un campo fiorito
12 Aprile 2024
Un’armonia mi suona nelle vene
persone camminano
12 Aprile 2024
Dammi tempo!

Eventi in programma

×