Tempo di lettura: 2 minuti

Leggi e ascolta la fiaba su “Il Piccolo Folletto dell’Autunno”

Leggiamo insieme

C’era una volta un piccolo folletto chiamato Arno, che viveva nella meravigliosa foresta di stagno. Arno era noto per essere il custode dell’autunno. Ogni anno, quando le foglie iniziavano a cambiare colore e l’aria diventava fresca, lui si svegliava dal suo lungo sonno estivo per preparare la foresta all’arrivo dell’autunno.

Arno era un folletto diligente e meticoloso. Si occupava delle foglie cadute, assicurandosi che ogni una di esse trovassero un posto adatto sulla terra. Le sistemava con cura, trasformando la foresta in un meraviglioso spettacolo di colori caldi e accoglienti.

Un giorno, mentre Arno era immerso nel suo lavoro, vide un gruppo di scoiattoli correre freneticamente attraverso la foresta, raccogliendo noci e semi da nascondere per l’inverno. Arno si avvicinò a loro e disse gentilmente: “Cari amici, l’autunno è arrivato, e dobbiamo prepararci per l’inverno. Posso darvi una mano?”

Gli scoiattoli, troppo presi dai loro affari, risposero con impazienza: “No, grazie! Abbiamo troppo da fare, non possiamo perdere tempo con te.”

elfo, folletto
Photo by KELLEPICS on Pixabay

Arno sospirò e proseguì con il suo lavoro, ma presto si rese conto che gli scoiattoli avevano iniziato a nascondere le noci e i semi in modo disordinato. Non avevano tempo per sistemare le loro scorte correttamente, e molte di esse finirono per marcire o essere rubate dagli uccelli.

L’autunno continuava, e la foresta perdeva il suo splendore. Le foglie cadute rimanevano sparpagliate senza un ordine apparente, e l’atmosfera magica che Arno aveva creato stava svanendo. La foresta sembrava triste e spoglia.

Un giorno, gli scoiattoli, esausti e affamati, si avvicinarono ad Arno e chiesero umilmente: “Arno, possiamo avere la tua aiuto? Abbiamo commesso un errore. Abbiamo trascurato il nostro compito per cercare di risparmiare tempo, ma ora la foresta è diventata grigia e triste.”

Arno sorrise gentilmente e accettò di aiutarli. Insieme, raccolsero i semi rimasti e li posizionarono in modo ordinato, riportando il calore e il colore all’autunno.

La morale di questa favola è che l’autunno ci insegna a essere diligenti, a prepararci per il futuro e a rispettare la bellezza della transizione. Quando siamo premurosi e attenti nei confronti del nostro ambiente e delle responsabilità che abbiamo, possiamo mantenere viva la magia di ogni stagione, anche quando sembra che stia svanendo.

il piccolo folletto dell'autunno
Photo by Willgard on Pixabay

Ascoltiamo insieme

mamma legge la fiaba
Le favole della buonanotte
Il Piccolo Folletto dell’Autunno
Loading
/

Destina il tuo 5x1000 alla nostra associazione
a te non costa nulla, per noi vale tanto!
Aiutaci ad aiutare piccoli malati oncologici
scrivi: 93118920615

Ultimi articoli

cross, crucifix, chalice, eucaristia
18 Aprile 2024
La Parola del 18 aprile 2024
il pane di vita
17 Aprile 2024
Preghierina del 17 aprile 2024
mamma e bimba nel giardino
17 Aprile 2024
Edoardo ascolta i fiori
action, adult, athlete, disabili che giocano
17 Aprile 2024
Disabilità: via libera ultimo decreto attuativo
la misericordia di Dio
17 Aprile 2024
Ecco com’è davvero la misericordia…

Eventi in programma

×