Entra

Registrati

Dopo aver creato il tuo account, sarai in grado di monitorare lo stato del pagamento, monitorare la conferma.
Username*
Password*
Conferma password*
Nome*
Cognome*
Email*
Telefono*
Indirizzo
Nazione*
* Creare un account significa accettare i nostri Termini di servizio e la Informativa sulla privacy .
Si prega di accettare tutti i termini e le condizioni prima di procedere al passaggio successivo

Già iscritto?

Entra

Entra

Registrati

Dopo aver creato il tuo account, sarai in grado di monitorare lo stato del pagamento, monitorare la conferma.
Username*
Password*
Conferma password*
Nome*
Cognome*
Email*
Telefono*
Indirizzo
Nazione*
* Creare un account significa accettare i nostri Termini di servizio e la Informativa sulla privacy .
Si prega di accettare tutti i termini e le condizioni prima di procedere al passaggio successivo

Già iscritto?

Entra

Come prevedibile, un po’ di tensione prende sia me che Remigio.

Io ho dormito pochissimo, anche perché Francesca ha tossito tanto stanotte ed è stata molto agitata; Remigio ha somatizzato nel suo cronico dolore alla cervicale con mal di testa, tenuto a bada con Oki.

Riesce ad addormentarsi solo verso le 5.30

Comunque la sveglia alle 7.15 mi dà il buongiorno. Francesca è un pochino triste al pensiero di restare qui a Dragoni, ma da perfetta donnina si riprende subito, “tanto lunedì ritornate!

Colazione, via il pigiama e la accompagno a scuola.

Baci, abbracci e supplemento di coccole e raccomandazioni. Com’è difficile fare finta di niente, lasciarla con la serenità addosso, come è giusto che sia. A otto anni sta vivendo già tante esperienze.

Rientro a casa, Remigio è sveglio e si prepara. Il nostro campione dorme ancora beatamente.

Alle 9.30 decidiamo di svegliarlo così ha il tempo necessario per fare colazione e cambiarsi, senza fretta. Eugenio beve con gusto la fiala di pappa reale, mangia dei biscotti secchi, una merendina, beve un pochino di latte.

Siamo proprio soddisfatti, questa mattina ha fatto una buonissima colazione!

Procediamo secondo tabella, si lava e si cambia. Adorata felpa rosa, jeans chiaro, scarpette bianche, cuffiette, cellulare. C’è tutto! È pronto.

Remigio intanto è andato a scuola a salutare Francesca che ci teneva tanto stamattina a vederlo. Un salto al supermercato, dove Sandra ha sempre un dolce pensiero per Eugenio e rientro a casa.

Trolley, zaini, giubbotti. Tutto pronto. Carichiamo la macchina e via! Come da “Ruberto’s tabella di marcia” alle 10.30 siamo di partenza!

La mente è affollata da tanti pensieri, siamo insicuri, preoccupati, ma come sempre mascheriamo la tensione con qualche battuta.

Eugenio è tranquillo, ascolta la musica, e va bene così.

Eugenio in auto col telefonino
Eugenio in auto col telefonino

Nel corso della giornata tutti i dettagli di questo capitolo romano. Grazie di esserci sempre, con il pensiero, con le parole, con la preghiera ❤️

In perfetto orario, cioè in anticipo sul fuso orario Ruberto’s, alle 13.04 siamo a parcheggiare l’auto al terminal Gianicolo.

Entriamo in reparto alle 13.30 circa, ci aspettavano, ma il posto ancora non e pronto. Andiamo in accettazione amministrativa, e poi ci gustiamo il nostro panino.

Eugenio e Remigio mangiano panino in ludoteca OPBG
Eugenio e Remigio mangiano panino in ludoteca OPBG

Accettazione ok, ritiriamo anche i vetrini oncologici prodotti alla Neuromed, e ritorniamo in reparto. Aspettiamo la chiamata.

Eugenio e Giuseppina in attesa reparto neurochirurgia OPBG
Eugenio e Giuseppina in attesa reparto neurochirurgia OPBG

Eugenio cela bene la sua tensione, ma papà che scruta il suo sguardo, se ne accorge.

tabella esplicativa OPBG
tabella esplicativa OPBG

Noi siamo al quarto piano.

Ammissione. Esami di rito, pressione, primo incontro. Ci fanno camera e letto numero 21

Preso la camera all’Istituto Santa Dorotea alla Salita del Gianicolo 4: abbastanza grande per essere una singola, ottima veduta.

vista dalla camera Suore Dorotee
vista dalla camera Suore Dorotee

Fatto prelievo del sangue, ECG, adesso Eugenio e Giuseppina sono scesi per fare RX.

Intervento fissato per domattina alle 8.

Ecco il nuovo braccialetto di Eugenio

il braccialetto di Eugenio a OPBG
il braccialetto di Eugenio a OPBG

Meno male ci sono i medici clown, ci allietano la serata.

Alle 19.30 arriva anche la cena: buona per essere in un ospedale.

Eugenio gusta la sua cena a OPBG
Eugenio gusta la sua cena a OPBG

Alle 21.35 bacio Eugenio e Giuseppina, augurando la buona notte, mentre la piccolissima compagna di stanza Miriam di 8 mesi (operata al cranio) finalmente dorme beatamente.

Io vado nella mia stanzetta alle Suore Dorotee, chiudo questa pagina di diario, augurando a tutti buona notte.

Ti è piaciuto?

Clicca sui cuori per votare!

Voto medio 0 / 5. Conteggio voti: 0

Nessun voto finora! Sii il primo a votare questo post.

Visto che ti è piaciuto questo post...

Condividi questo articolo!

Ci dispiace che questo post non ti sia piaciuto!

Miglioriamo questo post!

Raccontaci come possiamo migliorare questo post?

Pubblicità
PrecedenteProssimo post

Lascia un commento

Pubblicità