Tempo de leitura: 6 minutos

Quem é você? Grupos fechados ou corações abertos

Comentário ao Evangelho de 20 de agosto de 2023

Vigésimo Domingo do TO ano A

Is 56,1.6-7 Sl 66 Rm 11,13-15.29-32 Mt 15,21-28

Mas ela não disse: Senhor, não pense que sou um cachorro, porque não sou um cachorro;
mas disse antes: Tu falas a verdade, Senhor, eu sou um cachorro;
onde recebeu a injúria, aí mereceu o benefício;
pois onde a indignidade foi envergonhada, a humildade foi recompensada

Santo Agostinho,Discurso154/A,5
E tu chi sei
teddy bears, stuffed animals, toys, orsacchiotto escluso

Funções e grupos

Una delle preoccupazioni che abbiamo con l’approssimarsi del nuovo anno è se ritroveremo le stesse persone che abbiamo lasciato prima dell’estate.

A volte può essere una paura, altre volte una speranza. Nella vita ordinaria infatti è normale che si formino dei gruppi.

Man mano che il gruppo va avanti si definiscono i ruoli: c’è il leader, il gregario, il guastafeste, il mediatore, gli indifferenti periferici e così via.

A definição de papéis nem sempre é algo bem-vindo, mas normalmente trabalhamos assim também para uma espécie de poupança de energia: sabemos mais ou menos como nos comportar.

O estranho

Il problema nasce nel momento in cui arriva nel gruppo un nuovo elemento, magari per curiosità o per necessità. A quel punto, il nuovo ingresso costringe una ridefinizione dei ruoli che a volte può arrivare a mettere in crisi le relazioni.

Per questo motivo di solito l’ingresso di un nuovo soggetto è accompagnato da sentimenti sgradevoli e di paura per quanto coperti da convenevoli stereotipati di benvenuto.

Di fatto l’altro è sempre uno straniero non voluto nel nostro mondo, perché ci costringe a rimettere in discussione le relazioni, gli equilibri e anche la nostra identità.

Esta dinâmica pode ser observada tanto no pequeno grupo, no contexto paroquial ou no grupo de trabalho, como em áreas mais complexas como as políticas e sociais.

Fronteiras

Il Vangelo di questa domenica mette in evidenza come la domanda e la preoccupazione sull’identità del gruppo fosse presente anche tra i primi discepoli e poi all’interno della prima comunità cristiana.

Era già radicata infatti la preoccupazione di definire chi apparteneva al gruppo e chi invece doveva essere considerato estraneo e non gradito.

Proprio per questo Gesù crea probabilmente una situazione pedagogica per aiutare i discepoli a confrontarsi con questo stato d’animo e con questo modo di pensare.

Leva os discípulos onde os limites não são claros e onde é, portanto, mais difícil estabelecer critérios objetivos e evidentes de pertença.

Gesù porta i discepoli lontano dalla Giudea, persino oltre la Galilea, verso le città di Tiro e Sidone che erano in territorio fenicio.

Mentre però Gesù porta i discepoli verso i confini, si accorge che i discepoli mettono confini e vogliono chiudere in maniera stringente il gruppo di coloro che possono ricevere l’attenzione di Gesù.

É um pouco como acontece ainda hoje quando alguém se considera um seguidorcertificado di Cristo e pretenda di sapere quello che c’è nel cuore di un’altra persona, al punto da arrogarsi il diritto di stabilirne l’appartenenza a Cristo o meno!

Humanidade

Proprio per aiutare i discepoli a riflettere su questo loro atteggiamento discriminante, Gesù si lascia disturbare da una donna che implora il suo aiuto per la figlia malata.

Si tratta di una questione di umanità. Portando a Gesù la preghiera per la sua figlia malata, questa donna porta a Gesù anche se stessa, la propria malattia.

Essa filha doente parece ser quase uma imagem na qual a mãe se vê. Talvez aquela filha doente pudesse ser um símbolo de seu futuro doente e sem esperança.

Gesù, con il suo silenzio, vuole probabilmente provocare i discepoli a prendere posizione. Sarebbero di per sé indotti, dalle loro convinzioni e dai loro schemi, a escludere questa donna dalla relazione con Dio perché non è una figlia d’Israele, essendo una donna straniera.

È come se Gesù volesse mettere in crisi questa rigidità attraverso una situazione che tocca il cuore e fa appello all’umanità.

Situações únicas

Mentre Gesù tace, i discepoli hanno il tempo di interrogarsi e di provare a sentire se i loro criteri di appartenenza possono essere applicati anche in queste situazioni.

Possiamo infatti anche avere degli schemi e delle norme, ma la vita ci mette davanti situazioni esistenziali sempre peculiari e specifiche, originali.

Para isso nunca basta recorrer apenas às nossas ideias e convicções, que têm um carácter genérico e universal, mas estes princípios devem depois ser aplicados aos casos particulares que a vida nos apresenta.

O valor do silêncio

Il silenzio di Gesù è anche l’occasione per questa donna di ritrovare il suo desiderio e di trasformarlo in preghiera.

A volte infatti non capiamo perché il Signore non ci risponda subito, ma poi capiamo che quel tempo ha lasciato maturare quello che c’era veramente nel nostro cuore.

Esta mulher realmente deseja um futuro saudável e frutífero.

I discepoli invece avrebbero voluto una soluzione veloce, non perché provano compassione per quella donna, ma semplicemente perché sono imbarazzati e vorrebbero sottrarsi quanto prima a quella situazione che li mette in crisi.

Gesù invece li lascia nel problema perché si interroghino e si convertano. Sul bene infatti occorre fare discernimento e non scegliere immediatamente qualcosa solo perché si presenta come buona.

Os discípulos aqui são chamados a intervir não para evitar um problema, mas para transformar suas crenças. Infelizmente, ainda hoje muitas decisões são tomadas com base na imagem ou emocionalmente, mas raramente são escolhas conscientes.

Excluir ou aceitar

Come un vero maestro, Gesù aiuta i discepoli a rileggere quello che hanno vissuto, nel tentativo di allargare il loro modo di vedere il mondo e soprattutto nel tentativo di allargare i confini stretti dentro cui sarebbero tentati di chiudersi.

Esta mulher, a princípio rejeitada e desprezada como estrangeira, é finalmente integrada no grupo dos discípulos. É necessário, portanto, ser sempre muito cauteloso diante de quem se propõe a excluir ao invés de acolher, geralmente não é uma atitude em sintonia com o Evangelho!

leia por dentro

  • Você costuma ser uma pessoa que exclui ou busca acolher?
  • Você sabe se questionar diante das situações complexas da vida ou aplica automaticamente seus critérios?

Cortesia © ♥ Padre Gaetano Piccolo SJ

Vamos ouvir juntos

Vangelo del giorno
O Evangelho do dia
Quem é você?
Loading
/

Ajude-nos a ajudar!

E tu chi sei? 7
Com a sua pequena doação, trazemos um sorriso aos jovens pacientes com câncer

Artigos Mais Recentes

Eugenio e Francesca con la bicicletta nel 2015
13 Aprile 2024
Preghierina del 13 aprile 2024
Eugenio e Remigio mano nella mano, salita al Gianicolo
13 Aprile 2024
Dammi la mano ragazzo mio
mani sul cuore
13 Aprile 2024
Messo da parte per la sua gloria
Gesù cammina sulle acque
13 Aprile 2024
La Parola del 13 aprile 2024
Eugenio e Nicola in palestra
12 de abril de 2024
Preghierina del 12 aprile 2024

Próximos eventos

×