Tempo de leitura: 6 minutos

Leia e ouça o Evangelho e a Palavra de 17 de julho de 2023

Segunda-feira da décima quinta semana de férias do Tempo Comum

primeira leitura

Tentamos ser prudentes com Israel para evitar que cresça.

Do livro de Êxodo
Ex 1,8-14,22
 
In quei giorni, sorse sull’Egitto un nuovo re, che non aveva conosciuto Giuseppe. Egli disse al suo popolo: «Ecco che il popolo dei figli d’Israele è più numeroso e più forte di noi. Cerchiamo di essere avveduti nei suoi riguardi per impedire che cresca, altrimenti, in caso di guerra, si unirà ai nostri avversari, combatterà contro di noi e poi partirà dal paese». 

Portanto superintendentes de trabalho forçado foram impostos a eles, para oprimi-los com sua opressão, e assim eles construíram para o faraó as cidades-armazém, ou seja, Pitom e Ramsés. Mas quanto mais eles oprimiam o povo, mais eles se multiplicavam e cresciam, e eram tomados de medo diante dos israelitas.

Per questo gli Egiziani fecero lavorare i figli d’Israele trattandoli con durezza. Resero loro amara la vita mediante una dura schiavitù, costringendoli a preparare l’argilla e a fabbricare mattoni, e ad ogni sorta di lavoro nei campi; a tutti questi lavori li obbligarono con durezza. 

Il faraone diede quest’ordine a tutto il suo popolo: «Gettate nel Nilo ogni figlio maschio che nascerà, ma lasciate vivere ogni femmina».

a palavra de Deus.

salmo responsorial
Do Salmo 123 (124)

R. O nosso socorro está no nome do Senhor.

Se o Senhor não fosse por nós
– diga-o Israel –,
se o Senhor não fosse por nós,
quando fomos atacados,
então eles teriam nos engolido vivos,
quando a raiva deles se acendeu contra nós. R.
 
Então as águas nos teriam submergido,
uma torrente teria nos submergido;
então eles teriam nos sobrecarregado
águas correntes.
Bendito seja o Senhor,
que não nos entregou presa aos seus dentes. R.
 
Fomos soltos como um pardal
do laço dos caçadores:
a renda quebrou
e nós escapamos.
O nosso socorro está no nome do Senhor:
ele fez o céu e a terra. R.

aclamação do evangelho

Aleluia, aleluia.

Beati i perseguitati per la giustizia,
porque deles é o reino dos céus. (Mt 5:10)

Aleluia.

O Evangelho de 17 de julho de 2023

Eu vim trazer não a paz, mas uma espada.

La Parola del 17 luglio 2023
A Palavra de 17 de julho de 2023 3

Do Evangelho segundo Mateus
Mt 10.34-11.1

In quel tempo, Gesù disse ai suoi apostoli:

«Non crediate che io sia venuto a portare pace sulla terra; sono venuto a portare non pace, ma spada. Sono infatti venuto a separare l’uomo da suo padre e la figlia da sua madre e la nuora da sua suocera; e nemici dell’uomo saranno quelli della sua casa.

Chi ama padre o madre più di me, non è degno di me; chi ama figlio o figlia più di me, non è degno di me; chi non prende la propria croce e non mi segue, non è degno di me.

Quem guarda a sua vida para si a perderá, e quem perder a sua vida por minha causa a encontrará.

Quem vos recebe, a mim me recebe, e quem me recebe, recebe aquele que me enviou.
Quem recebe um profeta porque ele é profeta, terá a recompensa de profeta, e quem recebe um justo porque ele é justo, terá a recompensa de justo.

Quem der um só copo de água fria a um destes pequeninos por ser um discípulo, em verdade vos digo: não perderá a sua recompensa”.

Quando Gesù ebbe terminato di dare queste istruzioni ai suoi dodici discepoli, partì di là per insegnare e predicare nelle loro città.

Palavra do Senhor.

Santa Hildegarda de Bingen (1098-1179)

badessa benedettina e dottore della Chiesa

O Livro das Obras Divinas, cap. 6 (trad. cb © evangelizo)

Lute para permanecer no verdadeiro Deus

[Santa Ildegarda presenta una visione in cui vizio e virtù si rispondono:] – L’accidia: “Non prenderò alcun rischio, per paura di essere esiliata e privata di protettori.

Se mi esponessi alle offese altrui, perderei i mezzi per sopravvivere e resterei senza amici. Onoro i nobili e i ricchi, non mi occupo di santi e poveri, poiché non possono darmi nulla. Voglio essere in pace con tutti per non rischiare di morire.

Se mi battessi, ci sarebbe vendetta; se facessi del male, me ne farebbero di più. Resterò tranquillo: se mi fanno bene o male, non rispondo. A volte meglio per me mentire e imbrogliare piuttosto che dir la verità; meglio guadagnare che perdere ed evitare i forti più che combatterli.

Per qual motivo iniziare un’impresa che non potrò compiere? (…) – Vittoria [o coraggio cristiano]: “Divagando, abbrutito dalla paura, sei partito in esilio ed hai imbrogliato l’uomo… Non hai alcuna onestà. Io, tengo la spada delle virtù di Dio con la quale attacco le ingiustizie… Non voglio una vita oziosa nella polvere e vanità del mondo, ma desidero andare alla fonte che zampilla…

Combatto il vecchio serpente e le sue spoglie col mistero della Divina Scrittura per restare nel vero Dio…” L’accidia segue la durezza come una brutta macchia. L’uomo accidioso non vuole opporsi ai vizi, ma li attira con la sua pigrizia.

Gli imbecilli, nella loro insignificanza, si credono onesti mentre amano non fare nulla, non pensano a fare alcun bene, piuttosto si crogiolano nella maldicenza, si lasciano andare a insinuazioni e calunnie e le montano al punto che tutto ciò occupa completamente il loro cuore.

Al posto della fiducia che dovrebbero avere nell’aiuto di Dio e degli altri preferiscono il proprio piacere.

PALAVRAS DO SANTO PADRE

«Chi ama padre o madre, […] figlio o figlia più di me non è degno di me» (v. 37). Gesù non intende di certo sottovalutare l’amore per i genitori e i figli, ma sa che i legami di parentela, se sono messi al primo posto, possono deviare dal vero bene.

Lo vediamo: alcune corruzioni nei governi, vengono proprio perché l’amore alla parentela è più grande dell’amore alla patria, e mettono in carica i parenti. […]

Quando invece l’amore verso i genitori e i figli è animato e purificato dall’amore del Signore, allora diventa pienamente fecondo e produce frutti di bene nella famiglia stessa e molto al di là di essa.

In questo senso Gesù dice questa frase. Ricordiamo anche come Gesù rimprovera i dottori della legge che fanno mancare il necessario ai genitori con la pretesa di darlo all’altare, di darlo alla Chiesa (cfr Mc 7,8-13).

Li rimprovera! Il vero amore a Gesù richiede un vero amore ai genitori, ai figli, ma se cerchiamo prima l’interesse familiare, questo porta sempre su una strada sbagliata. (Ângelus, 28 de junho de 2020)

Vangelo del giorno
O Evangelho do dia
A Palavra de 17 de julho de 2023
Loading
/

Doe o seu 5x1000 à nossa associação
Não custa nada, vale muito para nós!
Ajude-nos a ajudar pequenos pacientes com câncer
você escreve:93118920615

Artigos Mais Recentes

rana, animale, frog
19 de abril de 2024
La rana dalla bocca larga
gioia nel cuore
19 de abril de 2024
Scegliere la gioia
Remigio e Giuseppina mano nella mano
19 de abril de 2024
Eu permaneço!
miracolo eucaristico, eucaristia
19 de abril de 2024
A Palavra de 19 de abril de 2024
Eucaristia
18 de abril de 2024
Oração de 18 de abril de 2024

Próximos eventos

×