Tempo di lettura: 1 minuti

Da padre a padre: prenditi cura dei tuoi figli

Un amico carissimo, fraterno, si è fatto carico della malattia di Eugenio, come fosse figlio suo, il quarto.

I nostri figli, coetanei, sono andati nella stessa scuola, hanno giocato insieme a basket, hanno diviso il pane, la palla a spicchi, il sudore, le lacrime, le gioie, le passioni.

Ha inviato tutta la documentazione, piuttosto voluminosa, tradotta in maniera certosina da un’altra cara amica, ad una famosa clinica privata tedesca, sperando che oltralpe potessero fare meglio, di più. Anche a pagamento.

La risposta è stata negativa: il “glioma diffuso della linea mediana, H3K27M, iperespressione p53, IDH1 neg, ATRX mutato (grado IV WHO)” è troppo cattivo, è il più cattivo, non guarda in faccia a niente e nessuno, neanche ai tedeschi.

Ma noi dalla nostra parte abbiamo due armi, potentissime: l’ospedale pediatrico Bambino Gesù, uno dei migliori ospedali pediatrici al mondo, e Gesù.

Sussurro e abbraccio

Stringendoci forte, più forte di un abbraccio tra fratelli, gli ho sussurrato: “prenditi cura dei tuoi figli

Lacrime agli occhi, ci siamo salutati in silenzio.


Destina il tuo 5x1000 alla nostra associazione
a te non costa nulla, per noi vale tanto!
Aiutaci ad aiutare piccoli malati oncologici
scrivi: 93118920615

Ultimi articoli

Dio Padre
23 Aprile 2024
La Parola del 23 aprile 2024
argyle socks, feet, red shoes, scarpette rosse e calzettoni
22 Aprile 2024
Le scarpette rosse
la porta di Dio
22 Aprile 2024
La Parola del 22 aprile 2024
un tranviere, un vigile urbano, un ferroviere, e un fornaio che ridono insieme
21 Aprile 2024
Non per tutti è domenica
pecore e capre
21 Aprile 2024
La Parola del 21 aprile 2024

Eventi in programma

×