Leggi e ascolta la preghierina del 4 maggio 2023

Lascia entrare

L’universo non ha un centro, ma per abbracciarsi si fa così: ci si avvicina lentamente eppure senza motivo apparente, poi allargando le braccia, si mostra il disarmo delle ali, e infine si svanisce, insieme, nello spazio di carità tra te e l’altro.

Chandra Livia Candiani

Entro nel testo (Gv 13,16-20)

[Dopo che ebbe lavato i piedi ai discepoli, Gesù] disse loro: «In verità, in verità io vi dico: un servo non è più grande del suo padrone, né un inviato è più grande di chi lo ha mandato.

Sapendo queste cose, siete beati se le mettete in pratica. Non parlo di tutti voi; io conosco quelli che ho scelto; ma deve compiersi la Scrittura: “Colui che mangia il mio pane ha alzato contro di me il suo calcagno”.

Ve lo dico fin d’ora, prima che accada, perché, quando sarà avvenuto, crediate che Io sono. In verità, in verità io vi dico: chi accoglie colui che io manderò, accoglie me; chi accoglie me, accoglie colui che mi ha mandato».

Commento al Vangelo di oggi

Beata me quando apro la porta e lascio entrare il fratello incontrato, il viandante stanco, lo sconosciuto sorridente. Beata me quando la paura finalmente tace e dietro la porta mostro un volto accogliente e delle mani pronte, dei piedi lesti e un cuore aperto.

Beata me quando la fatica, il dolore, la paura non serrano la chiusura del mio cuore in una morsa stringente; quando nella semplicità dell’incontro, nella quotidianità della condivisione riscopro il volto del Signore sulla faccia stanca di questo mio fratello, sul visino allegro di un bimbo incrociato in strada, nell’espressione placida di quell’anziano sconosciuto che mi ha salutata.

Tre volte beata, allora: perché accogliendo uno qualunque dei miei fratelli accolgo Cristo e con lui il padre; perché col cuore aperto ogni cosa è più vera; perché non serve aspettare di incontrare il Signore, se in ognuno di questi volti si incarna la sua grandezza.

Verena M.

preghierina del 4 maggio 2023
Preghierina del 4 maggio 2023 5

Preghiera a Maria nel quarto giorno del mese di maggio

«Piena di grazia» tu sei, Maria, colma dell’amore divino dal primo istante della tua esistenza. Nella tua Immacolata Concezione rifulge la vocazione dei discepoli di Cristo, chiamati a diventare, con la sua grazia «santi e immacolati nell’amore»

«Piena di grazia» tu sei, Maria, che accogliendo con il tuo «sì» i progetti del Creatore, ci hai aperto la strada della salvezza. Alla tua scuola, insegna a pronunciare anche a noi il nostro «sì» alla volontà del Signore.

Un «sì» che si unisce al tuo «sì» senza riserve e senza ombre, di cui il Padre celeste ha voluto aver bisogno per generare l’Uomo nuovo, il Cristo, unico Salvatore del mondo e della storia.

Dacci il coraggio di dire «no» agli inganni del potere, del denaro, del piacere; ai guadagni disonesti, alla corruzione e all’ipocrisia, all’egoismo e alla violenza. «No» al maligno, principe ingannatore di questo mondo.

«Sì» a Cristo, che distrugge la potenza del male con l’onnipotenza dell’amore.

Mostrati madre e vigile custode per l’Italia e per l’Europa, affinché dalle antiche radici cristiane sappiano i popoli trarre nuova linfa per costruire il loro presente e il loro futuro.

Mostrati provvida e misericordiosa per il mondo intero.

Mostrati Madre specialmente per quanti ne hanno maggiormente bisogno: per gl’indifesi, per gli emarginati e gli esclusi, per le vittime di una società che troppo spesso sacrifica l’uomo ad altri scopi e interessi.

Mostrati madre di tutti, o Maria, e donaci Cristo, la speranza del mondo

(Benedetto XVI)

preghierina del 4 maggio 2023
Preghierina del 4 maggio 2023 6

Conclusione

Signore Gesù ti ringrazio per tutte le volte che mi hai accolto, per tutte le volte che mi hai dato la generosità di accogliere e di condividere, per tutte le volte che hai permesso al mio cuore di amare e di essere amato. Aiutami a mettermi sempre a disposizione dei più deboli e dei più fragili.

Amen

Preghiamo insieme

Preghierina
Preghierina
Preghierina del 4 maggio 2023
Preghierina del 4 maggio 2023 3
/

Lascia un commento