Leggi e ascolta la nostra preghierina del 30 luglio 2022

Il commento al Vangelo di domani 31 luglio 2022, a cura del nostro amico Padre Jean Paul Hernandez SJ ci ha illuminato su un aspetto fondamentale della nostra vita: “Stolto, questa notte stessa ti sarà richiesta la tua vita. E quello che hai preparato, di chi sarà?

Accumulare averi su questa terra a che potrebbero servirci in paradiso?

Nel παράδεισος (parádeisos) porteremo con noi tutto l’amore che abbiamo generato sulla terra; porteremo con noi il sorriso delle nostre sorelle a cui abbiamo donato un abbraccio; porteremo con noi la stretta di mano affettuosa dei nostri fratelli, con cui abbiamo condiviso un tozzo di pane; nel bagaglio che ci condurrà nei cieli avremo la gioia che abbiamo scaturito nel cuore del nostri nonni e di tutti gli anziani abbiamo visitato, anche solo per un abbraccio o una parola gentile.

Preghiamo insieme:

preghierina del 30 luglio 2022

Recisa di netto ogni memoria in me della vita precedente, […] mi sentivo come rifatta vergine e trasparente la coscienza, e lo spirito vigile e pronto a trar profitto di tutto per la costruzione del mio nuovo io. […] e mi si presentavan facili e lievi le nuove relazioni che dovevano stabilirsi tra noi, poiché ben poco ormai io avrei avuto bisogno di chieder loro per il mio intimo compiacimento.

La Fortuna mi aveva sciolto di ogni intrico, all’improvviso, mi aveva sceverato dalla vita comune, reso spettatore estraneo della briga in cui gli altri si dibattevano ancora

Luigi Pirandello, Il fu Mattia Pascal
donna allo specchio
Preghierina del 30 luglio 2022 11

I modi di pensare, le abitudini e le aspettative a volte diventano dei vestiti troppo stretti, dentro cui si sta scomodi. “Non posso deludere questo”; “non posso dire no a quello”; “cosa penseranno se non․․․?”; “non posso smettere di portare avanti questa cosa”; “io sono quello allegro: non posso farmi vedere triste!”․․․

Tante delle mie preoccupazioni e fatiche vengono da questa strenua difesa della mia immagine: non di me stesso, che magari sono già altrove o starei meglio in un altro modo, ma della mia immagine. L’immagine “bloccata” che gli altri hanno di me․․․ O meglio, che io penso che gli altri debbano avere di me. È perché abbiamo paura di perderci. Così è stato anche per Erode. Il re è uno che ha il potere di mantenere le promesse.

Se non mi mostro coerente con questa immagine, se non mi mostro più re, chi sono io? Cosa rimane di me? Ecco la paura che attanaglia Erode, e lo porta a tradire e uccidere tutte le occasioni di vita buona che in Giovanni gli si erano aperte.

Harambet by GET UP AND WALK
Pubblicità

Scrivi un commento...

Eventi in programma

Ultimi appunti pubblicati

croce su sfondo del cielo
18 Agosto 2022
Vieni Spirito Santo
festa di nozze
18 Agosto 2022
La Parola del 18 agosto 2022
Eugenio e Francesca sulla giostra
17 Agosto 2022
Preghierina del 17 agosto 2022
lo sposo di topina
17 Agosto 2022
Lo sposo di Topina
Papa Francesco benedice una gravidanza
17 Agosto 2022
Udienza generale del 17 agosto 2022

Pubblicità

Pubblicità