Registrati

Dopo aver creato il tuo account, sarai in grado di monitorare lo stato del pagamento, monitorare la conferma.
Username*
Password*
Conferma password*
Nome*
Cognome*
Email*
Telefono*
Indirizzo
Nazione*
* Creare un account significa accettare i nostri Termini di servizio e la Informativa sulla privacy .
Si prega di accettare tutti i termini e le condizioni prima di procedere al passaggio successivo

Già iscritto?

Entra

Leggi e ascolta la nostra preghierina del 25 settembre 2022

Il padre mette a tavola il pane e lo condivide con gli ospiti della tavola, con i commensali, con la sua famiglia.

I commensali diventano la famiglia, la sua famiglia.

Ecco quello che fa Dio con noi: ci invita ogni giorno alla sua tavola, per diventare una famiglia, per mangiare lo stesso pane, per diventare corpo unico.

Torniamo al gusto del pane, perché mentre nel mondo continuano a consumarsi ingiustizie e discriminazioni verso i poveri, Gesù ci dona il Pane della condivisione e ci manda ogni giorno come apostoli di fraternità, di giustizia e di pace.

Papa Francesco – 25 settembre 2022
Preghierina del 25 settembre 2022
STOM, Matthias La Cena di Emaus, c.1633-1639

Il pane spezzato, il pane diviso e condiviso ci rinnova nel corpo e nello spirito: il Padre lo condivide con noi, e si aspetta che noi facciamo lo stesso. Ecco la conversione, ecco il rinnovamento: comprendere che è solo nella condivisione che troviamo la nostra forza interiore, è nel riconoscere il “Lazzaro” nel nostro fratello e farcene carico, dividere con lui la sua croce.

L’ #Eucaristia ci invita ad una conversione: dall’indifferenza alla compassione, dallo spreco alla condivisione, dall’individualismo alla fraternità. Perché non c’è un vero culto eucaristico senza compassione per i tanti “Lazzaro” che anche oggi ci camminano accanto.

Papa Francesco – 25 settembre 2022

Il pietismo non aiuta noi stessi né tantomeno chi subisce la nostra inutile pietà.

Il Signore ci sta accanto, mai avanti e neanche indietro. Quindi ci accompagna, quindi divide con noi la nostra vita e con esse gioie e dolori.

E’ quello che dobbiamo fare con i nostri fratelli e sorelle: dividere e condividere ciò che hanno e ciò che abbiamo.

Solo insieme, solo nella comunione ci si salva. Mai soli, mai isolati, mai appartati.

Al ricco non è rimasto neanche il nome, il povero invece ha un nome, Lazzaro, che significa “Dio aiuta”. Pur nella sua condizione di emarginazione, egli conserva integra la sua dignità perché vive nella relazione con Dio, speranza incrollabile della sua vita.

Papa Francesco – 25 settembre 2022

La ricchezza divide; la ricchezza emargina; la ricchezza isola. Guardiamo i tanti miliardari anche della new-economy: soli, spesso in preda ad alcool e droghe. Perché la ricchezza mixata con la solitudine è la migliore vittoria del male, è la formula per la morte psicologica, morale e spesso anche fisica.

La ricchezza è bella, solo se condivisa.

Mi sento di citare un ragazzo, come tanti e sicuramente come Eugenio, guidato dalla passione non per il basket ma per il tennis. Roger Federer.

Ha raggiunto le più alte vette del ranking mondiale del suo sport, guadagnando tanto.

Ma il suo guadagno lo ha anche condiviso con i tanti ragazzi che vedono il lui un modello da seguire. Ed ecco che con la sua fondazione solo nel 2021 ha aiutato 1,980,000 bambini. Costruisce scuole, aiuta migliaia di ragazzi alla prima istruzione, porta aiuto materiale dove altri hanno solo portato chiacchiere e parole vuote.

Ed ecco che il Vangelo ogni giorno ci educa, ci informa, ci trasforma.

Il #VangelodiOggi ci dice che non sempre sulla tavola del mondo il pane è condiviso; non sempre emana il profumo della comunione; non sempre è spezzato nella giustizia: da una parte un ricco vestito di porpora e di bisso, dall’altra un povero coperto di piaghe.

Papa Francesco – 25 settembre 2022

Preghiamo insieme:

preghierina del 25 settembre 2022
Vota questo post
Eugenio Ruberto
Eugenio Ruberto
Preghierina del 25 settembre 2022
Preghierina del 25 settembre 2022 2
/
Pubblicità
Avatar di Remigio Ruberto

Ciao, sono Remigio Ruberto, papà di Eugenio. L'amore che mi lega a Eugenio è senza tempo e senza spazio.

Da leggere:

Lascia un commento

Ultimi appunti

Eventi

Nessun evento da visualizzare

Pubblicità

Pubblicità