Tempo di lettura: 3 minuti

Leggi e ascolta la nostra preghierina del 23 novembre 2023

Amare anche da lontano

commento al Vangelo di oggi di Lc 19,41-44, a cura di Martina Pampagnin

Ogni tua piccola lacrima
è oceano sopra al mio viso
e in cambio non chiedo niente,
solo un po’ di tempo,
sarò vessillo, scudo
o la tua spada d’argento.

Måneskin, Coraline

Entro nel testo (Lc 19,41-44)

In quel tempo, Gesù, quando fu vicino a Gerusalemme, alla vista della città pianse su di essa dicendo: «Se avessi compreso anche tu, in questo giorno, quello che porta alla pace!

Ma ora è stato nascosto ai tuoi occhi. Per te verranno giorni in cui i tuoi nemici ti circonderanno di trincee, ti assedieranno e ti stringeranno da ogni parte; distruggeranno te e i tuoi figli dentro di te e non lasceranno in te pietra su pietra, perché non hai riconosciuto il tempo in cui sei stata visitata».

Mi lascio ispirare

Trovarsi accanto alla persona amata, a chi si vuol più bene al mondo e vedere il buio nei suoi occhi. Vedere l’incapacità di quel cuore di accogliere l’amore, di accogliere la bellezza della sua vita, l’impossibilità per quegli occhi di trovare la Luce intorno a sé e capire che tu non puoi nulla in questa situazione se non stare, al meglio che puoi, al meglio che ti è concesso, con tutte le tue controverse emozioni – dolore, paura, rabbia, incomprensione – e con il cuore triste.

Che sia Gerusalemme o una persona a cui vogliamo bene, il nostro cuore risponde al medesimo modo: come quello di Gesù, così il nostro piange per la vita non vissuta, prova a esortare chi si è perso nel buio, combatte con la preghiera perché la Luce sia vista, perché la persona cui vogliamo bene si sente visitata nuovamente dal Signore della pace e ritrovi se stessa.

Come Gesù, siamo chiamati ad amare con ancora più forza chi si è perso e resta al buio. Siamo chiamati ad amare da lontano, a pregare anche per chi ha smesso di sperare e credere.

Martina Pampagnin

Luce negli occhi

Continuo a ripetermi: “dove sei, Eugenio

Dovrebbe esserci il punto interrogativo alla fine della mia domanda, ma non c’è, perché non è una domanda.

Allora cos’è? una perplessità, un dubbio o cos’altro?

Guardo nel profondo della tua fotografia, e vedo la Luce nei tuoi occhi, che è la mia Luce.

E’ la Luce che alimenta il mio cammino, è la guida ai miei passi, verso te.

Preghiamo insieme

preghiera di abbandono
Preghierina
Preghierina del 23 novembre 2023
Loading
/

Destina il tuo 5x1000 alla nostra associazione
a te non costa nulla, per noi vale tanto!
Aiutaci ad aiutare piccoli malati oncologici
scrivi: 93118920615

Ultimi articoli

gioia nel cuore
19 Aprile 2024
Scegliere la gioia
Remigio e Giuseppina mano nella mano
19 Aprile 2024
Io resto!
miracolo eucaristico, eucaristia
19 Aprile 2024
La Parola del 19 aprile 2024
Eucaristia
18 Aprile 2024
Preghierina del 18 aprile 2024
water, fish, japan, pesciolini rossi
18 Aprile 2024
Pinco pesciolino rosso

Eventi in programma

×