Legere tempus: 6 minuta

Lege et audi Evangelium et Verbum 19 Iulii 2023 .

Feria quarta quintadecima hebdomadis festorum tempore Ordinario

Lectio prima

Apparuit autem angelus Domini in flamma ignis de medio rubi.

Lectio libri Exodi
Ex 3,1-6.9-12
 
In quei giorni, mentre Mosè stava pascolando il gregge di Ietro, suo suocero, sacerdote di Madian, condusse il bestiame oltre il deserto e arrivò al monte di Dio, l’Oreb. 

Apparuitque ei angelus Domini in flamma ignis de medio rubi; Respexit, et ecce, rubus ardebat igni, sed rubus iste non comburebatur. Cogitavit Moyses: « Propius libet observare hoc magnum spectaculum: quare non urit rubus?».

Il Signore vide che si era avvicinato per guardare; Dio gridò a lui dal roveto: «Mosè, Mosè!». Rispose: «Eccomi!». Riprese: «Non avvicinarti oltre! Togliti i sandali dai piedi, perché il luogo sul quale tu stai è suolo santo!». E disse: «Io sono il Dio di tuo padre, il Dio di Abramo, il Dio di Isacco, il Dio di Giacobbe». Mosè allora si coprì il volto, perché aveva paura di guardare verso Dio. 

Et dixit Dominus: “Ecce clamor filiorum Israel venit ad me et vidi, quomodo afflixerunt eos Aegyptii. Perge! ego mitto vos ad Pharaonem. Educ populum meum filios Israel de Aegypto.

Mosè disse a Dio: «Chi sono io per andare dal faraone e far uscire gli Israeliti dall’Egitto?». Rispose: «Io sarò con te. Questo sarà per te il segno che io ti ho mandato: quando tu avrai fatto uscire il popolo dall’Egitto, servirete Dio su questo monte».

Verbum Dei.
 

Psalmus responsorius
Lectio libri Sapientiae 102 (103).

R. Miserator et misericors Dominus.

Benedic, anima mea, Dominum;
omnia, quae in me sunt, nomini sancto eius.
Benedic, anima mea, Dominum;
non immemor omnium beneficiorum suorum. R.
 
Omnia peccata tua remittit;
omnes languores tuos sanat;
libera animam tuam de lacu;
circumdedit te bonitate et misericordia. R.
 
Dominus recta facit;
iura omnium oppressorum defendit.
notum fecit moysi vias suas.
le sue opere ai figli d’Israele. R.
 

Acclamatio evangelii

Alleluja, alleluja.

Ti rendo lode, Padre,
Domine caeli et terrae
quia parvulis mysteria Regni revelastis. (Mt 11, 25).

Allelúja.

Evangelium diei 19 Iulii 2023 .

Abscondisti haec a sapientibus et revelasti ea parvulis.

La Parola del 19 luglio 2023
Verbum diei 19 Iulii 2023 3

Lectio sancti Evangelii secundum Matthaeum
Mt 11, 25-27 .
 
In quel tempo Gesù disse:
«Ti rendo lode, Padre, Signore del cielo e della terra, perché hai nascosto queste cose ai sapienti e ai dotti e le hai rivelate ai piccoli. Sì, o Padre, perché così hai deciso nella tua benevolenza.

Tutto è stato dato a me dal Padre mio; nessuno conosce il Figlio se non il Padre, e nessuno conosce il Padre se non il Figlio e colui al quale il Figlio vorrà rivelarlo».

Verbum Domini.

Sancta Faustina Kowalska (1905-1938)

religionis

Diarium, § 1692 (transl. cb© evangelizo)

Adoro te, creatorem meum ac Dominum meum.

Ti adoro, Creatore e Signore, nascosto nel Santissimo Sacramento! Ti adoro per tutte le opere delle Tue mani nelle quali appaiono tanta sapienza, bontà e misericordia; oh Signore, Tu hai seminato tanta bontà su tutta la terra, che mi parla del Tuo splendore, benché non sia che un Tuo debole riflesso, incantevole Bellezza.

Anche se Ti sei nascosto e celato ed hai coperto la tua Bellezza, i miei occhi illuminati dalla fede Ti raggiungono e la mia anima riconosce il Suo Creatore, il suo Bene supremo, ed il mio cuore s’inabissa nella preghiera di lode. Oh mio Creatore e mio Signore, la Tua bontà mi incoraggia a parlarTi.

La Tua misericordia fa scomparire l’abisso che esiste tra noi, che separa il Creatore dalla sua creatura. Parlare con Te, oh Signore, è la delizia del mio cuore; trovo in Te tutto ciò che il mio cuore può desiderare. La Tua luce illumina il mio spirito e lo rende capace di conoscerTi sempre più profondamente. E sul mio cuore si riversano torrenti di grazie, la mia anima beve alla vita eterna.

Oh mio Creatore e mio Signore, al di là di tutti questi doni Te, Tu Ti dai a me, e Ti unisci stretto alla tua miserabile creatura. Qui i nostri cuori si comprendono al di là delle parole; qui nessuno può interrompere la nostra conversazione. Ciò di cui parlo con Te, oh Gesù, è il nostro segreto, che le creature non sapranno e gli angeli non hanno l’audacia di chiedere.

Sono segreti perdoni che solo Gesù ed io conosciamo – è il segreto della Sua misericordia che avvolge ogni anima in particolare. Per questa inconcepibile bontà, Ti adoro, mio Creatore e mio Signore, con tutto il cuore e l’anima.

Et licet adoratio mea sit tam pauper et parva, tamen in pace sum, quia scio te sinceram esse, quamvis incapacitatem suam.

VERBA SANCTI PATRIS

Gesù gioisce nel suo spirito perché sa e sente che suo Padre è il Dio dell’universo, e viceversa il Signore di tutto ciò che esiste è il Padre, “il Padre mio”.

Da questa esperienza di sentirsi “il figlio dell’Altissimo” scaturisce la lode. Gesù si sente figlio dell’Altissimo. E poi Gesù loda il Padre perché predilige i piccoli.

È quello che Lui stesso sperimenta, predicando nei villaggi: i “dotti” e i “sapienti” rimangono sospettosi e chiusi, fanno dei calcoli; mentre i “piccoli” si aprono e accolgono il messaggio. Questo non può che essere volontà del Padre, e Gesù se ne rallegra.

Anche noi dobbiamo gioire e lodare Dio perché le persone umili e semplici accolgono il Vangelo. […] A chi serve la lode? A noi o a Dio? Un testo della liturgia eucaristica ci invita a pregare Dio in questa maniera, dice così: «Tu non hai bisogno della nostra lode, ma per un dono del tuo amore ci chiami a renderti grazie; i nostri inni di benedizione non accrescono la tua grandezza, ma ci ottengono la grazia che ci salva» (Messale Romano, Prefazio comune IV).

Laudando salvati sumus. […] Laudatio similis est spiritus puri oxygeni: purgat animam tuam, longe te facit, non te in arduo ac obscuro difficultatum momento incarceratum relinquit. (Auditorium generaled.

Vangelo del giorno
Evangelium diei
Verbum diei 19 Iulii 2023 .
Loading
/

5x1000 tuam tuam consociatione
Nihil tibi constat, nobis multum valet!
Adiuva nos adiuva parva cancer aegris
scribis;93118920615

Articuli tardus

rana, animale, frog
die 19 mensis Aprilis anno 2024
La rana dalla bocca larga
gioia nel cuore
die 19 mensis Aprilis anno 2024
Scegliere la gioia
Remigio e Giuseppina mano nella mano
die 19 mensis Aprilis anno 2024
maneo!
miracolo eucaristico, eucaristia
die 19 mensis Aprilis anno 2024
Verbum diei 19 mensis Aprilis anno 2024
Eucaristia
Die 18 Aprilis 2024
Oratio die 18 mensis Aprilis anno 2024

Upcoming Events