Tempo di lettura: 6 minuti

Leggi e ascolta il Vangelo e La Parola del 31 agosto 2023

Giovedì della XXI settimana delle ferie del Tempo Ordinario

Prima Lettura

Il Signore vi faccia sovrabbondare nell’amore fra voi e verso tutti.

Dalla prima lettera di san Paolo apostolo ai Tessalonicési
1Ts 3,7-13
 
Fratelli, in mezzo a tutte le nostre necessità e tribolazioni, ci sentiamo consolati a vostro riguardo, a motivo della vostra fede. Ora, sì, ci sentiamo rivivere, se rimanete saldi nel Signore.

Quale ringraziamento possiamo rendere a Dio riguardo a voi, per tutta la gioia che proviamo a causa vostra davanti al nostro Dio, noi che con viva insistenza, notte e giorno, chiediamo di poter vedere il vostro volto e completare ciò che manca alla vostra fede?

Voglia Dio stesso, Padre nostro, e il Signore nostro Gesù guidare il nostro cammino verso di voi!
Il Signore vi faccia crescere e sovrabbondare nell’amore fra voi e verso tutti, come sovrabbonda il nostro per voi, per rendere saldi i vostri cuori e irreprensibili nella santità, davanti a Dio e Padre nostro, alla venuta del Signore nostro Gesù con tutti i suoi santi.

Parola di Dio.

Salmo Responsoriale
Dal Sal 89 (90)

R. Saziaci, Signore, con il tuo amore.

Tu fai ritornare l’uomo in polvere,
quando dici: «Ritornate, figli dell’uomo».
Mille anni, ai tuoi occhi,
sono come il giorno di ieri che è passato,
come un turno di veglia nella notte. R.

Insegnaci a contare i nostri giorni
e acquisteremo un cuore saggio.
Ritorna, Signore: fino a quando?
Abbi pietà dei tuoi servi! R.

Saziaci al mattino con il tuo amore:
esulteremo e gioiremo per tutti i nostri giorni.
Sia su di noi la dolcezza del Signore, nostro Dio:
rendi salda per noi l’opera delle nostre mani,
l’opera delle nostre mani rendi salda. R.

Acclamazione al Vangelo

Alleluia, alleluia.

Vegliate e tenetevi pronti,
perché, nell’ora che non immaginate,
viene il Figlio dell’uomo. (Mt 24,42a.44)

Alleluia.

Il Vangelo del 31 agosto 2023

Tenetevi pronti.

thief, burglary, break into, ladro, scassinatore
La Parola del 31 agosto 2023 7

Dal Vangelo secondo Matteo
Mt 24,42-51
 
In quel tempo, Gesù disse ai suoi discepoli:

«Vegliate, perché non sapete in quale giorno il Signore vostro verrà. Cercate di capire questo: se il padrone di casa sapesse a quale ora della notte viene il ladro, veglierebbe e non si lascerebbe scassinare la casa.

Perciò anche voi tenetevi pronti perché, nell’ora che non immaginate, viene il Figlio dell’uomo.
Chi è dunque il servo fidato e prudente, che il padrone ha messo a capo dei suoi domestici per dare loro il cibo a tempo debito? Beato quel servo che il padrone, arrivando, troverà ad agire così! Davvero io vi dico: lo metterà a capo di tutti i suoi beni.

Ma se quel servo malvagio dicesse in cuor suo: “Il mio padrone tarda”, e cominciasse a percuotere i suoi compagni e a mangiare e a bere con gli ubriaconi, il padrone di quel servo arriverà un giorno in cui non se l’aspetta e a un’ora che non sa, lo punirà severamente e gli infliggerà la sorte che meritano gli ipocriti: là sarà pianto e stridore di denti».

Parola del Signore.

San Cirillo di Gerusalemme (313-350)

vescovo di Gerusalemme e dottore della Chiesa

Catechesi battesimale n°15,4-7 (trad. cb© evangelizo)

“Vegliate perché non sapete in quale giorno il Signore vostro verrà”

Il mondo visibile passerà e quello che attendiamo verrà, più bello; ma nessuno cerchi di sapere la data “poiché non ci spetta, dice Gesù Cristo, di conoscere i tempi o momenti che il Padre ha riservato alla sua scelta” (At 1,7).

Non osare quindi anticipare una data per questi eventi, né abbi la negligenza di addormentarti, poiché: “Vegliate, dice Cristo; perché nell’ora che non immaginate, il Figlio dell’uomo verrà” (Mt 24,42-44).

Ma occorreva che conoscessimo i segni della fine; di più, attendiamo il Cristo; allora, per evitarci di morire delusi e di essere fuorviati dall’Anticristo bugiardo, gli apostoli, mossi da scelta divina, vengono, secondo il piano salvifico, a trovare il vero Maestro e lo interrogano: “Dicci quando accadranno queste cose, e quale sarà il segno della tua venuta e della fine del mondo” (Mt 24,3).

Attendiamo il tuo ritorno, ma Satana si trasforma in angelo di luce. Fissaci dunque, affinché non adoriamo un altro al posto tuo!

E lui, aprendo la bocca divina e beata: “Guardate che nessuno vi inganni” (Mt 24,4). E voi, uditori, che con gli occhi dell’intelligenza lo vedete in qualche modo, ascoltatelo ripetere anche a voi: “Vegliate, dice il Signore, perché non sapete in quale giorno il Signore vostro verrà” (Mt 24,42).

PAROLE DEL SANTO PADRE

Il Signore viene: ecco la radice della nostra speranza, la sicurezza che tra le tribolazioni del mondo giunge a noi la consolazione di Dio, una consolazione che non è fatta di parole, ma di presenza, della sua presenza che viene in mezzo a noi. (…)

Ma alla luce del Signore si possono preferire le tenebre del mondo. Al Signore che viene e al suo invito ad andare a Lui si può rispondere “no, non ci vado”. (…)

Il Signore viene, ma segui piuttosto gli appetiti che ti vengono; il fratello bussa alla tua porta, ma ti dà fastidio perché disturba i tuoi piani – e questo è l’atteggiamento egoistico del consumismo. (…)

Si butta via il tempo nei passatempi, ma non si ha tempo per Dio e per gli altri. E quando si vive per le cose, le cose non bastano mai, l’avidità cresce e gli altri diventano intralci nella corsa e così si finisce per sentirsi minacciati e, sempre insoddisfatti e arrabbiati, si alza il livello dell’odio. (…)

Da tutto questo Gesù vuole ridestarci. Lo fa con un verbo: «Vegliate» (Mt 24,42).

“State attenti, vegliate”. Vegliare era il lavoro della sentinella, che vigilava restando sveglia mentre tutti dormivano. Vegliare è non cedere al sonno che avvolge tutti. Per poter vegliare occorre avere una speranza certa: che la notte non durerà sempre, che presto arriverà l’alba.

È così anche per noi: Dio viene e la sua luce rischiarerà pure le tenebre più fitte. (Omelia nella Messa per la comunità cattolica congolese a Roma e in Italia, 1 dicembre 2019)

Vangelo del giorno
Il Vangelo del giorno
La Parola del 31 agosto 2023
Loading
/

Aiutaci ad aiutare!

La Parola del 31 agosto 2023 5
Con una tua piccola donazione portiamo un sorriso a piccoli malati oncologici

Ultimi articoli

bimbo arrabbiato
15 Aprile 2024
Diventare pronto e lento
Gesù sul mare di Tiberiade
15 Aprile 2024
La Parola del 15 aprile 2024
credere in Dio
14 Aprile 2024
Preghierina del 14 aprile 2024
Dante and Beatrice Henry Holiday
14 Aprile 2024
Tanto gentile e tanto onesta pare
Gesù e discepoli
14 Aprile 2024
La Parola del 14 aprile 2024

Eventi in programma

×