Tempo di lettura: 6 minuti

Leggi e ascolta il Vangelo e La Parola del 20 giugno 2023

Martedì della XI settimana delle ferie del Tempo Ordinario

Prima Lettura

Cristo si è fatto povero per voi.

Dalla seconda lettera di san Paolo apostolo ai Corìnzi
2Cor 8,1-9
 
Vogliamo rendervi nota, fratelli, la grazia di Dio concessa alle Chiese della Macedònia, perché, nella grande prova della tribolazione, la loro gioia sovrabbondante e la loro estrema povertà hanno sovrabbondato nella ricchezza della loro generosità.

Posso testimoniare infatti che hanno dato secondo i loro mezzi e anche al di là dei loro mezzi, spontaneamente, domandandoci con molta insistenza la grazia di prendere parte a questo servizio a vantaggio dei santi. Superando anzi le nostre stesse speranze, si sono offerti prima di tutto al Signore e poi a noi, secondo la volontà di Dio; cosicché abbiamo pregato Tito che, come l’aveva cominciata, così portasse a compimento fra voi quest’opera generosa.

E come siete ricchi in ogni cosa, nella fede, nella parola, nella conoscenza, in ogni zelo e nella carità che vi abbiamo insegnato, così siate larghi anche in quest’opera generosa.

Non dico questo per darvi un comando, ma solo per mettere alla prova la sincerità del vostro amore con la premura verso gli altri.
Conoscete infatti la grazia del Signore nostro Gesù Cristo: da ricco che era, si è fatto povero per voi, perché voi diventaste ricchi per mezzo della sua povertà.

Parola di Dio.
 

Salmo Responsoriale
Dal Sal 145 (146)

R. Loda il Signore, anima mia.

Loda il Signore, anima mia:
loderò il Signore finché ho vita,
canterò inni al mio Dio finché esisto. R.
 
Beato chi ha per aiuto il Dio di Giacobbe:
la sua speranza è nel Signore suo Dio,
che ha fatto il cielo e la terra,
il mare e quanto contiene,
che rimane fedele per sempre. R.
 
Rende giustizia agli oppressi,
dà il pane agli affamati.
Il Signore libera i prigionieri. R.
 
Il Signore ridona la vista ai ciechi,
il Signore rialza chi è caduto,
il Signore ama i giusti,
il Signore protegge i forestieri. R.
 

Acclamazione al Vangelo

Alleluia, alleluia.

Vi do un comandamento nuovo, dice il Signore:
come io ho amato voi, così amatevi anche voi gli uni gli altri. (Gv 13,34)

Alleluia.

Il Vangelo del 20 giugno 2023

Amate i vostri nemici.

La Parola del 20 giugno 2023
La Parola del 20 giugno 2023 3

Dal Vangelo secondo Matteo
Mt 5,43-48
 
In quel tempo, Gesù disse ai suoi discepoli:

«Avete inteso che fu detto: “Amerai il tuo prossimo” e odierai il tuo nemico. Ma io vi dico: amate i vostri nemici e pregate per quelli che vi perseguitano, affinché siate figli del Padre vostro che è nei cieli; egli fa sorgere il suo sole sui cattivi e sui buoni, e fa piovere sui giusti e sugli ingiusti. 

Infatti, se amate quelli che vi amano, quale ricompensa ne avete? Non fanno così anche i pubblicani? E se date il saluto soltanto ai vostri fratelli, che cosa fate di straordinario?

Non fanno così anche i pagani? 
Voi, dunque, siate perfetti come è perfetto il Padre vostro celeste».

Parola del Signore.

San Giovanni Cassiano (ca 360-435)

fondatore di monastero a Marsiglia

La perfezione, cap. IX; SC 54 (trad. cb© evangelizo)

Amate i vostri nemici, per essere veramente figli

Chiunque è giunto, con la carità, all’immagine e somiglianza divina, da lì in poi si impegna nel bene a causa del piacere che vi trova. E abbraccia con eguale amore la pazienza e la dolcezza.

Le mancanze dei peccatori non irritano più la sua rabbia; piuttosto implora per loro il perdono, per la maggior pietà e compassione che sente per le loro infermità. Non ricorda di aver provato la tentazione di passioni simili, fino al giorno in cui piacque alla misericordia del Signore preservarlo da esse?

Non sono stati i suoi sforzi a salvarlo dall’insolenza della carne, ma la protezione di Dio. Da allora capisce che non c’è da avere rabbia per quelli che sbagliano, ma commiserazione; e nell’assoluta tranquillità del cuore canta a Dio questo versetto: “Hai spezzato le mie catene.

A te offrirò sacrifici di lode” (Sal 116,16-17); e ancora: “Se il Signore non fosse stato il mio aiuto, in breve avrei abitato l’inferno” (Sal 94,17 LXX).

Poi, questa umiltà di spirito lo rende capace di compiere il precetto evangelico della perfezione: “Amate i vostri nemici e pregate per i vostri persecutori” (Mt 5,44).

Così facendo meriteremo la ricompensa di cui si parla subito dopo, non solo di portare l’immagine e la somiglianza divina, ma ancora di ricevere il titolo di figli: “perché – è scritto – siate figli del Padre vostro celeste, che fa sorgere il suo sole sopra i malvagi e sopra i buoni, e fa piovere sopra i giusti e sopra gli ingiusti” (Mt 5,45).

PAROLE DEL SANTO PADRE

Amate i vostri nemici e pregate per quelli che vi perseguitano.

È la novità cristiana. È la differenza cristiana. Pregare e amare: ecco quello che dobbiamo fare; e non solo verso chi ci vuol bene, non solo verso gli amici, non solo verso il nostro popolo.

Perché l’amore di Gesù non conosce confini e barriere. Il Signore ci chiede il coraggio di un amore senza calcoli. Perché la misura di Gesù è l’amore senza misura. […]

Amate i vostri nemici. Ci farà bene porci anche delle domande: “Io, di che cosa mi preoccupo nella vita: dei nemici, di chi mi vuole male? O di amare?”.

Non preoccuparti della cattiveria altrui, di chi pensa male di te. Inizia invece a disarmare il tuo cuore per amore di Gesù. Perché chi ama Dio non ha nemici nel cuore. Il culto a Dio è il contrario della cultura dell’odio. E la cultura dell’odio si combatte contrastando il culto del lamento.

Quante volte ci lamentiamo per quello che non riceviamo, per quello che non va!

Gesù sa che tante cose non vanno, che ci sarà sempre qualcuno che ci vorrà male, anche qualcuno che ci perseguiterà. Ma ci chiede solo di pregare e amare. (Omelia, Bari, 23 febbraio 2020)

Vangelo del giorno
Il Vangelo del giorno
La Parola del 20 giugno 2023
Loading
/

Destina il tuo 5x1000 alla nostra associazione
a te non costa nulla, per noi vale tanto!
Aiutaci ad aiutare piccoli malati oncologici
scrivi: 93118920615

Ultimi articoli

il pane di vita
17 Aprile 2024
Preghierina del 17 aprile 2024
mamma e bimba nel giardino
17 Aprile 2024
Edoardo ascolta i fiori
action, adult, athlete, disabili che giocano
17 Aprile 2024
Disabilità: via libera ultimo decreto attuativo
la misericordia di Dio
17 Aprile 2024
Ecco com’è davvero la misericordia…
Udienza Generale del 17 aprile 2024
17 Aprile 2024
Udienza generale del 17 aprile 2024

Eventi in programma

×