Entra

Registrati

Dopo aver creato il tuo account, sarai in grado di monitorare lo stato del pagamento, monitorare la conferma.
Username*
Password*
Conferma password*
Nome*
Cognome*
Email*
Telefono*
Indirizzo
Nazione*
* Creare un account significa accettare i nostri Termini di servizio e la Informativa sulla privacy .
Si prega di accettare tutti i termini e le condizioni prima di procedere al passaggio successivo

Già iscritto?

Entra

Entra

Registrati

Dopo aver creato il tuo account, sarai in grado di monitorare lo stato del pagamento, monitorare la conferma.
Username*
Password*
Conferma password*
Nome*
Cognome*
Email*
Telefono*
Indirizzo
Nazione*
* Creare un account significa accettare i nostri Termini di servizio e la Informativa sulla privacy .
Si prega di accettare tutti i termini e le condizioni prima di procedere al passaggio successivo

Già iscritto?

Entra

Leggi e ascolta la favola di Jean de La Fontaine intitolata “la donnola nel granaio”

“La donnola nel granaio” è una favola di Jean de La Fontaine che ha come protagonista una donnola mingherlina e affamata, che trova un’accoglienza piena di prelibatezze dentro a un granaio. La fortuna, però, può sempre mutare e bisogna essere pronti a impegnarsi per mantenere i privilegi ottenuti.

La donnola nel granaio

C’era una volta una donnola che, uscita da poco da una malattia, aveva un corpo ancora più lungo e mingherlino di quello che solitamente hanno le donnole. Mentre passeggiava in cerca di qualcosa da mettere sotto i denti, si imbatté in un granaio e, trovato un forellino, vi entrò.
Che meraviglia! Quello che le si parava di fronte agli occhi era quanto di meglio ci fosse al mondo: prosciutti ben stagionati, caciotte di formaggio e ogni prelibatezza che la donnola potesse desiderare.
“Oh, come sono fortunata!”, esclamò la donnola e si tuffò a capofitto su tutto quel ben di Dio.
Per giorni mangiò e mangiò e divenne bella grassa e rotonda.
Dopo qualche giorno, mentre stava riposando dopo il pasto, udì un rumore di passi in lontananza. Spaventata, temendo che gli uomini la scoprissero nel granaio, decise di fuggire. Ma quando arrivò al forellino, quale sorpresa! Il foro si era come ristretto ed era impossibile passare di là, tanto che la donnola pensò di aver sbagliato strada.
Un topolino che passava di lì, vedendola in difficoltà le disse: “Amica donnola, non sbagli strada. Ricorda però che quando sei entrata da quel forellino eri esile e mingherlina, mentre ora sei bella grassa e rotonda!”. Così la poverina, che si era lasciata prendere la mano da tutte quelle leccornie, dovette ridiventare magra per poter uscire dal granaio.

La donnola nel granaio

Buona notte amiche ed amici di Eugenio.

Sogni d’oro con il nostro angioletto.

Ti è piaciuto?

Clicca sui cuori per votare!

Voto medio 0 / 5. Conteggio voti: 0

Nessun voto finora! Sii il primo a votare questo post.

Visto che ti è piaciuto questo post...

Condividi questo articolo!

Ci dispiace che questo post non ti sia piaciuto!

Miglioriamo questo post!

Raccontaci come possiamo migliorare questo post?

Pubblicità

Lascia un commento

Pubblicità