Tempo di lettura: 5 minuti

Leggi e ascolta la nostra preghierina del 23 maggio 2023

Lo Spirito Santo mantiene la fede sempre giovane: non si lega a epoche o mode che passano, ma porta nell’oggi l’attualità di Gesù, risorto e vivo.

Papa Francesco via Twitter

Tu mi vedi

commento al Vangelo di oggi: Giovanni 17,1-11, a cura di Martina Pampagnin

Preghierina del 23 maggio 2023
Preghierina del 23 maggio 2023 3

È questa la natura del vero amore,
l’operare da Dio,
la fermezza e il non ritirarsi mai.
A costo di qualunque sacrificio,
io non ritorno indietro.

Deborah Vezzani, I.N.R.I.

Mi preparo

Chiudo gli occhi,
mi concentro sul momento presente,
libero la mente da preoccupazioni e pensieri,
esprimo interiormente il mio desiderio di stare alla presenza del Signore

Entro nel testo (Gv 17,1-11)

In quel tempo, Gesù, alzàti gli occhi al cielo, disse: «Padre, è venuta l’ora: glorifica il Figlio tuo perché il Figlio glorifichi te.

Tu gli hai dato potere su ogni essere umano, perché egli dia la vita eterna a tutti coloro che gli hai dato. Questa è la vita eterna: che conoscano te, l’unico vero Dio, e colui che hai mandato, Gesù Cristo. Io ti ho glorificato sulla terra, compiendo l’opera che mi hai dato da fare.

E ora, Padre, glorificami davanti a te con quella gloria che io avevo presso di te prima che il mondo fosse. Ho manifestato il tuo nome agli uomini che mi hai dato dal mondo. Erano tuoi e li hai dati a me, ed essi hanno osservato la tua parola.

Ora essi sanno che tutte le cose che mi hai dato vengono da te, perché le parole che hai dato a me io le ho date a loro. Essi le hanno accolte e sanno veramente che sono uscito da te e hanno creduto che tu mi hai mandato. Io prego per loro; non prego per il mondo, ma per coloro che tu mi hai dato, perché sono tuoi.

Tutte le cose mie sono tue, e le tue sono mie, e io sono glorificato in loro. Io non sono più nel mondo; essi invece sono nel mondo, e io vengo a te».

Mi lascio ispirare

È il tuo momento, la tua ora di massima gloria. Potresti pregare per te, chiedere di essere risparmiato dalla morte. Potresti chiedere qualunque cosa per te, ma non lo fai.

Il tuo cuore ama troppo per pensare unicamente a te stesso. Il tuo cuore ama così tanto che il tuo primo pensiero non è la paura di morire, di lasciare il mondo in cui sei cresciuto.

Il tuo cuore va a me, l’ultima delle persone.

A me, che per tutta la vita mi sono sentita invisibile. La tua ultima preghiera di fronte alla morte che cammina verso di te con passo deciso e fermo è per me che sono cosa tua, tua proprietà. Come può essere tutto questo? Dovresti vedere la fine davanti a te e invece i tuoi occhi sono colmi del mio volto, dei nostri volti in cerca di Te, in cerca della vita eterna.

Com’è possibile che meritiamo tutto questo amore? Com’è possibile che tu, che sei Dio fatto uomo, vedi ciascuno di noi e fino alla fine preghi per noi, stai con noi, ci affidi al Padre e ci ricordi che siamo tuoi?

Lo stupore e la pace del tuo amore mi commuovono e oggi mi fanno sentire non visibile, ma proprio vista e ricordata e custodita da te, da un amore così grande che non riesco a pensarne i confini.

Ricordami, Maestro, quando mi sento invisibile agli occhi degli altri e sola, che invece tu mi vedi e i tuoi occhi e il tuo cuore sono sempre vigili su di me, pronti ad affidare al Padre ogni mio passo incerto.

Martina Pampagnin

Immagino

Provo a visualizzare la scena, il luogo in cui avviene, i personaggi principali, le parole che si scambiano, il tono delle voci, i gesti. E lascio affiorare il mio sentire, senza censure, senza giudizi.

Rifletto sulle domande

Quando ti senti invisibile?

Ripensa a quella volta in cui ti sei sentito/a visto/a. Ringrazia il Padre per questo dono.

Chi vorresti che oggi si sentisse visto/a?

Ringrazio

Come un amico fa con un amico, parlo con il Signore su ciò che sto ricevendo da lui oggi…
Recito un “Padre nostro” per congedarmi e uscire dalla preghiera.

Preghiera a Maria, Madre del Signore

O Maria, Madre del Signore, rivolgi i tuoi occhi pieni di bontà su questo mondo moderno in cui
Dio ci ha chiamato a vivere e operare.

È un mondo che volta le spalle alla luce di Cristo e poi
geme nelle tenebre paurose che così ha creato davanti a sé.

La tua dolce voce umanissima, o
benedetta fra tutte le donne, inviti ogni uomo a volgere lo sguardo verso te: tu sei la lampada
che conduce a Cristo, vera luce del mondo e unico Salvatore di tutti. Implora per il mondo la
pace. Rendi fra loro fratelli gli uomini, ancora tanto divisi.

Ai sofferenti, oggi tanti e nuovi, ottieni
il conforto e la pace, ai defunti la gioia senza fine.

Questa la nostra preghiera, o clemente, o pia,
o dolce Vergine Maria.

Amen.

preghiera di abbandono
Preghierina
Preghierina del 23 maggio 2023
Loading
/

Destina il tuo 5x1000 alla nostra associazione
a te non costa nulla, per noi vale tanto!
Aiutaci ad aiutare piccoli malati oncologici
scrivi: 93118920615

Ultimi articoli

pecore e capre
21 Aprile 2024
La Parola del 21 aprile 2024
kitten, cat, pet, gattino, gatto
20 Aprile 2024
Il gatto senza gli stivali
pregare il Rosario
20 Aprile 2024
Scegliere di pregare
libro del Vangelo
20 Aprile 2024
La Parola del 20 aprile 2024
rana, animale, frog
19 Aprile 2024
La rana dalla bocca larga

Eventi in programma

×