Tempo di lettura: 2 minuti

Il verdetto: sia fatta la Tua volontà.

I pupi hanno dormito sereni, pacifici. Anche Giuseppina ha dormicchiato abbastanza bene, ogni tanto mi svegliavo e la vedevo sveglia.

Io dormo poco, molto poco. Ma quel poco me lo faccio bastare.

Quando è suonata la sveglia l’ho guardata e le ho sorriso, come per dire: chi ha svegliato chi?

Come dicono gli anchorman, i conduttori televisivi, stay tuned, rimanete collegati, e su questa pagina tutti gli aggiornamenti della giornata.

Buon caffè a tutti!

Coccole tra Eugenio e mamma Giuseppina

Ovviamente il traffico imbottigliato delle 9.30 ci ha costretti a fare un itinerario a noi sconosciuto, e siamo arrivati al Bambino Gesù alle 10.30

Il reparto day hospital è sempre molto affollato, purtroppo.

Eugenio alle 11 circa fa il prelievo: una bella suorina lo coccola mentre tira una giusta quantità di sangue.

Giusto per prendere un po’ d’aria scendiamo in ludoteca.

Adesso sono le 11.45 e siamo in attesa.

Eugenio guarda sempre la sua testa calva, con un velo di tristezza.

E quando una sorella pubblica una foto come questa, ti si illumina il cuore, e ti si annebbia la vista (per le lacrime)

Alle 15 circa ci chiamano a colloquio con la dottoressa Cacchione. Visita ad Eugenio, con raccomandazione di bere molto di più, poiché la creatinina è abbastanza alta.

I ragazzi escono, e restiamo solo io e Giuseppina.

La radioterapia ha funzionato!

Step by step, un passo alla volta, perché c’è ancora strada da fare, lunga, in salita.

Quei mostriciattoli cerebrali si sono rimpiccioliti, alcuni scomparsi; però uno di questi si è fatto spazio, e potrebbe volerci la mano santa di un neurochirurgo per mettere un altro drenaggio.

Ringraziamo il Creato di Dio

Stasera festeggiamo. Tutti insieme a casa Roma.


Aiutaci ad aiutare!

Il verdetto 83
Con una tua piccola donazione portiamo un sorriso a piccoli malati oncologici

PrecedenteProssimo post

Da leggere: