Temps de lecture : 6 minutes

Lire et écouter la Parole du 19 avril 2023

Mercredi de la deuxième semaine de Pâques

Première lecture

Voici, les hommes que vous avez emprisonnés sont dans le temple, enseignant le peuple.

Extrait des Actes des Apôtres
Actes 5:17-26

En ces jours-là, le grand prêtre se leva avec tous ceux de son parti, c'est-à-dire la secte des sadducéens, pleins de jalousie, et, prenant les apôtres, ils les jetèrent dans la prison publique.

Mais, pendant la nuit, un ange du Seigneur ouvrit les portes de la prison, les fit sortir et dit: «Allez annoncer au peuple, dans le temple, toutes ces paroles de vie». Entendant cela, ils entrèrent tôt dans le temple et commencèrent à enseigner.

Quando arrivò il sommo sacerdote con quelli della sua parte, convocarono il sinedrio, cioè tutto il senato dei figli d’Israele; mandarono quindi a prelevare gli apostoli nella prigione. Ma gli inservienti, giunti sul posto, non li trovarono nel carcere e tornarono a riferire: «Abbiamo trovato la prigione scrupolosamente sbarrata e le guardie che stavano davanti alle porte, ma, quando abbiamo aperto, non vi abbiamo trovato nessuno».

En entendant ces paroles, le commandant des gardes du temple et les chefs des prêtres, perplexes, se demandèrent ce qui s'était passé. A ce moment, un homme vint et leur dit : "Voici, les hommes que vous avez mis en prison sont dans le temple, enseignant le peuple."

Alors le commandant sortit avec les serviteurs et les emmena, mais sans violence, de peur d'être lapidé par le peuple.

Épée de Dieu.

Psaume responsorial
De Ps 33 (34)

R. Le pauvre crie et le Seigneur l'entend.
Ou:
R. Alléluia, alléluia, alléluia.

Je bénirai le Seigneur en tout temps,
Ses louanges sont toujours sur mes lèvres.
Je me glorifie dans le Seigneur :
les pauvres écoutent et se réjouissent. R

magnifie le Seigneur avec moi,
exaltons ensemble son nom.
J'ai cherché le Seigneur : il m'a répondu
et de toutes mes peurs il m'a libéré. R

Regarde-le et tu seras radieuse,
vos visages ne rougiront pas.
Ce pauvre homme crie et le Seigneur l'entend,
le sauve de toutes ses angoisses. R

L'ange du Seigneur campe
autour de ceux qui le craignent, et il les délivre.
Goûtez et voyez comme le Seigneur est bon ;
bienheureux l'homme qui se réfugie en lui. R

Acclamation à l'Évangile

Alléluia, alléluia.

Dio ha tanto amato il mondo
da dare il Figlio unigenito,
afin que quiconque croit en lui ne soit pas perdu,
mais ayez la vie éternelle. (Jn 3:16)

Alléluia.

Gospel

Dio ha mandato il Figlio nel mondo, perché il mondo sia salvato per mezzo di lui.

La Parola del 19 aprile 2023
La Parole du 19 avril 2023 3

De l'Evangile selon Jean
Jn 3:16-21

In quel tempo, Gesù disse a Nicodèmo: «Dio ha tanto amato il mondo da dare il Figlio unigenito, perché chiunque crede in lui non vada perduto, ma abbia la vita eterna.

Dio, infatti, non ha mandato il Figlio nel mondo per condannare il mondo, ma perché il mondo sia salvato per mezzo di lui. Chi crede in lui non è condannato; ma chi non crede è già stato condannato, perché non ha creduto nel nome dell’unigenito Figlio di Dio.

E il giudizio è questo: la luce è venuta nel mondo, ma gli uomini hanno amato più le tenebre che la luce, perché le loro opere erano malvagie.

Chiunque infatti fa il male, odia la luce, e non viene alla luce perché le sue opere non vengano riprovate. Invece chi fa la verità viene verso la luce, perché appaia chiaramente che le sue opere sono state fatte in Dio».

Parole du Seigneur.

Sainte Catherine de Sienne (1347-1380)

terziaria domenicana, dottore della Chiesa, compatrona d’Europa

Lettre 223, au Cardinal Iacopo Orsini (trad. cb© evangelizo)

Rejoignez l'arbre de la Croix !

Mosso dunque dal fuoco della sua divina carità, per l’amore che egli ebbe alla sua creatura, traendola dentro da sé, Dio si innamorò della bellezza sua e della fattura delle mani sue.

A mano a mano che l’anima guarda in sé, succede che trova la bontà di Dio: cresce l’anima in tanto fuoco d’amore che altro non può amare né desiderare se non solo Dio, in cui ha trovata tanta smisurata bontà. E’ questo legame che, quando l’uomo ha perso la grazia a causa del peccato, unì e legò Dio alla natura umana. Poiché la vita è stata innestata sulla morte; eravamo morti, e l’unione con lui ci ha dato la vita.

Da che Dio fu così unito all’uomo, l’Uomo-Dio corse alla morte ignominiosa della Croce, ché né pietra l’avrebbe tenuto, né chiodo confitto, se non fosse la forza dell’amore che Dio ebbe all’uomo. Il dolce Maestro è salito su quel trono per insegnarci la dottrina della verità; e l’anima che lo segue non può cadere nelle tenebre. (…)

Non dormite più, Padre mio, che siete una colonna debole per voi stesso; ma unitevi all’albero della Croce; legatevi con amore, con carità ineffabile e senza limiti con l’Agnello immolato che versa il suo sangue da ogni parte.

Si spezzino i nostri cuori; basta durezza, basta negligenza, che il tempo non dorme più, ma prosegue il suo corso. Restiamo in Dio con l’amore e il santo desiderio e non avremo più nulla da temere.

PAROLES DU SAINT PERE

Anche noi, quando siamo nel peccato, siamo in questo stato: non tolleriamo la luce.

È più comodo per noi vivere nelle tenebre; la luce ci schiaffeggia, ci fa vedere quello che noi non vogliamo vedere. Ma il peggio è che gli occhi, gli occhi dell’anima dal tanto vivere nelle tenebre si abituano a tal punto che finiscono per ignorare cosa sia la luce.

Perdere il senso della luce, perché mi abituo più alle tenebre. […]

Lasciamo che l’amore di Dio, che ha inviato Gesù per salvarci, entri in noi e “la luce che porta Gesù” (cfr v. 19), la luce dello Spirito entri in noi e ci aiuti a vedere le cose con la luce di Dio, con la luce vera e non con le tenebre che ci dà il signore delle tenebre. (Homélie da Santa Marta, 22 aprile 2020)

Vangelo del giorno
L'Evangile du jour
La Parole du 19 avril 2023
Loading
/

Destina il tuo 5x1000 alla nostra associazione
a te non costa nulla, per noi vale tanto!
Aiutaci ad aiutare piccoli malati oncologici
scrivi: 93118920615

Derniers articles

croce su vetro appannato
16 avril 2024
Preghierina del 16 aprile 2024
madre e figlio
16 avril 2024
Supplica a mia madre
sole
16 avril 2024
Nuove compassioni
pane, acqua e crocifisso
16 avril 2024
La Parole du 16 avril 2024
pane, acqua e crocifisso
15 avril 2024
Prière du 15 avril 2024

Évènements à venir

×