Temps de lecture : 6 minutes

Lire et écouter la Parole du 17 avril 2023

Le 17 octobre 2020, Eugène a quitté la terre pour monter vers le Père

Lundi de la deuxième semaine de Pâques

Première lecture

Terminata la preghiera, tutti furono colmati di Spirito Santo e proclamavano la parola di Dio con franchezza.

Extrait des Actes des Apôtres
Actes 4:23-31

En ces jours-là, lorsque Pierre et Jean ont été relâchés, ils sont allés vers leurs frères et ont rapporté ce que les chefs des prêtres et les anciens leur avaient dit.

Quando udirono questo, tutti insieme innalzarono la loro voce a Dio dicendo: «Signore, tu che hai creato il cielo, la terra, il mare e tutte le cose che in essi si trovano, tu che, per mezzo dello Spirito Santo, dicesti per bocca del nostro padre, il tuo servo Davide: “Perché le nazioni si agitarono e i popoli tramarono cose vane?

Si sollevarono i re della terra e i prìncipi si allearono insieme contro il Signore e contro il suo Cristo”; davvero in questa città Erode e Ponzio Pilato, con le nazioni e i popoli d’Israele, si sono alleati contro il tuo santo servo Gesù, che tu hai consacrato, per compiere ciò che la tua mano e la tua volontà avevano deciso che avvenisse.

E ora, Signore, volgi lo sguardo alle loro minacce e concedi ai tuoi servi di proclamare con tutta franchezza la tua parola, stendendo la tua mano affinché si compiano guarigioni, segni e prodigi nel nome del tuo santo servo Gesù».

Quand’ebbero terminato la preghiera, il luogo in cui erano radunati tremò e tutti furono colmati di Spirito Santo e proclamavano la parola di Dio con franchezza.

Épée de Dieu.

Psaume responsorial
De PS 2

R. Heureux ceux qui se réfugient en toi, Seigneur.
Ou:
R. Alléluia, alléluia, alléluia.

Parce que le peuple est en émoi
et les peuples conspirent en vain ?
Les rois de la terre se lèvent
et les princes conspirent ensemble
contre le Seigneur et son oint :
« Brisons leurs chaînes,
secouons leur joug !" R

Rit celui qui est au ciel,
le Seigneur se moque d'eux.
Il parle dans sa colère,
il les effraie par sa colère :
"J'ai moi-même établi mon souverain
sur Sion, ma montagne sainte." R

Je veux annoncer le décret du Seigneur.
Egli mi ha detto: «Tu sei mio figlio,
Je t'ai créé aujourd'hui.
Demandez-moi et je vous donnerai les nations en héritage
et dans ton domaine les terres les plus lointaines.
Tu les briseras avec un sceptre de fer,
tu les briseras comme un pot d'argile." R

Acclamation à l'Évangile

Alléluia, alléluia.

Se siete risorti con Cristo,
chercher les choses ci-dessus,
dove è Cristo seduto alla destra di Dio. (Col 3,1)

Alléluia.
 

Gospel

Se uno non nasce da acqua e Spirito, non può entrare nel regno di Dio.

La Parola del 17 aprile 2023
La Parola del 17 aprile 2023 7

De l'Evangile selon Jean
Jn 3,1-8

Vi era tra i farisei un uomo di nome Nicodèmo, uno dei capi dei Giudei.

Costui andò da Gesù, di notte, e gli disse: «Rabbì, sappiamo che sei venuto da Dio come maestro; nessuno infatti può compiere questi segni che tu compi, se Dio non è con lui». Gli rispose Gesù: «In verità, in verità io ti dico, se uno non nasce dall’alto, non può vedere il regno di Dio».

Gli disse Nicodèmo: «Come può nascere un uomo quando è vecchio? Può forse entrare una seconda volta nel grembo di sua madre e rinascere?».

Rispose Gesù: «In verità, in verità io ti dico, se uno non nasce da acqua e Spirito, non può entrare nel regno di Dio. Quello che è nato dalla carne è carne, e quello che è nato dallo Spirito è spirito.

Ne soyez pas surpris si je vous disais : vous devez être né d'en haut. Le vent souffle où il veut et tu entends sa voix, mais tu ne sais ni d'où il vient ni où il va : ainsi est celui qui est né de l'Esprit".

Parole du Seigneur.

Bienheureuse Marie Eugène de l'Enfant Jésus (1894-1967)

Carmélite, fondatrice de Notre Dame de Vie

Le progrès de l'âme (Je veux voir Dieu, éd. du Carmel, 1949; p. 842-843; rév.) (trad. cb© evangelizo)

« Si quelqu'un ne naît de nouveau d'en haut, il ne peut voir le royaume de Dieu »

L’infanzia spirituale fatta di povertà gelosamente conservata apparteneva a Nicodemo, uomo stimato fra i Giudei. Poteva farla sua, senza nulla togliere a quanto esigevano il suo rango e l’esercizio delle sue funzioni, senza prendere attitudini e linguaggio infantili…

Doveva farla sua, poiché per rinascere al soffio dello Spirito, occorre essere povero, fiducioso e in tutto dipendente da Dio.

O piuttosto, rinascere non è altro che diventare progressivamente un bambino.

Mentre infatti la generazione nell’ordine naturale, che si realizza nel seno della madre, si sviluppa in una separazione progressiva fino a che il bambino possa vivere la sua vita indipendente e perfetta, la generazione spirituale si fa in senso inverso con una progressiva assimilazione nell’unità.

Separati da Dio col peccato, siamo illuminati dalla sua luce, presi nel legame sempre più stretto del suo amore, fino a che, diventati veri bambini, ci perdiamo nel suo seno, vivendo solo della sua vita e del suo Spirito.

“Tutti quelli infatti che sono guidati dallo Spirito di Dio, costoro sono figli di Dio” (Rm 8,14), cioè coloro che, per la povertà spirituale e il distacco da se stessi hanno perso i loro progetti e sono entrati nel seno di Dio dove la loro vita e i loro movimenti dipendono in tutto dallo Spirito che genera.

C'est la valeur de l'enfance spirituelle. Parfaitement réalisé, c'est déjà la sainteté.

PAROLES DU SAINT PERE

Gesù dice a Nicodemo che per “vedere il regno di Dio” bisogna “nascere dall’alto”.

Non si tratta di ricominciare daccapo a nascere, di ripetere la nostra venuta al mondo. […]

No, non è questo, questo nascere di nuovo del quale parla Gesù: è un’altra cosa. Questa vita è preziosa agli occhi di Dio: ci identifica come creature amate da Lui con tenerezza.

La “nascita dall’alto”, che ci consente di “entrare” nel regno di Dio, è una generazione nello Spirito, un passaggio tra le acque verso la terra promessa di una creazione riconciliata con l’amore di Dio.

È una rinascita dall’alto, con la grazia di Dio. (Audience générale, 8 juin 2022)

Il Vangelo del giorno
L'Evangile du jour
La Parole du 17 avril 2023
Loading
/

Aidez-nous à aider !

La Parola del 17 aprile 2023 5
Avec votre petit don, nous apportons le sourire aux jeunes patients atteints de cancer

PrécédentProchain article

Lire: