Tiempo de lectura: 6 minutos

Leer y escuchar el Evangelio y la Palabra del 24 de junio de 2023

Natividad de San Juan Bautista, solemnidad

Primera lectura

Te haré luz para las naciones.

Del libro del profeta Isaías
es 49,1-6

Escúchenme, islas,
escuchad atentamente, naciones lejanas;
el Señor desde el vientre me llamó,
desde el vientre de mi madre pronunció mi nombre.

Hizo mi boca como una espada afilada,
me escondió a la sombra de su mano,
me hizo flecha afilada,
me puso en su aljaba.

Me dijo: "Tú eres mi siervo, Israel,
sobre el cual manifestaré mi gloria".
Yo respondí: "En vano me afané,
por nada y en vano he gastado mis fuerzas.

Pero ciertamente mi derecho está con el Señor,
mi recompensa de mi Dios."

Ahora el Señor ha hablado,
que me hizo su siervo desde el vientre materno
para traer a Jacob de vuelta a él
y a él para reunir a Israel

– porque fui honrado por el Señor
e Dio era stato la mia forza –

y dijo: «Es muy poco para ti ser mi siervo
restaurar las tribus de Jacob
y haz volver a los sobrevivientes de Israel.
te pondré por luz de las naciones,
porque traes mi salvación
Hasta el final de la Tierra."

Espada de Dios.

Salmo responsorial
Desde $ 138 (139)

R. Te doy gracias: me has hecho una estupenda maravilla.

Señor, me buscas y me conoces,
sabes cuando me siento y cuando me levanto,
te refieres a mis pensamientos desde lejos,
observas mi camino y mi descanso,
todos mis caminos te son conocidos. r
 
Tú eres quien formó mis riñones
y me tejiste en el vientre de mi madre.
Te lo agradezco:
me hiciste una maravilla maravillosa. r
 
Maravillosas son tus obras,
mi alma los reconoce plenamente.
Mis huesos no te fueron escondidos
cuando fui formado en secreto,
bordado en las profundidades de la tierra. r

Segunda Lectura

Giovanni aveva preparato la venuta di Cristo.

De los Hechos de los Apóstoles
Hechos 13:22-26

En aquellos días, [en la sinagoga de Antiòchia di Pisidia,] Pablo dijo:
«Dio suscitò per i nostri padri Davide come re, al quale rese questa testimonianza: “Ho trovato Davide, figlio di Iesse, uomo secondo il mio cuore; egli adempirà tutti i miei voleri”.

Dalla discendenza di lui, secondo la promessa, Dio inviò, come salvatore per Israele, Gesù. Giovanni aveva preparato la sua venuta predicando un battesimo di conversione a tutto il popolo d’Israele.

Juan dijo al final de su misión: "¡No soy lo que piensas! Pero he aquí, uno viene detrás de mí, cuyo calzado yo no soy digno de desatar".

Fratelli, figli della stirpe di Abramo, e quanti fra voi siete timorati di Dio, a noi è stata mandata la parola di questa salvezza».

Espada de Dios.

aclamación del evangelio

Aleluya, aleluya.

Tú, niño, serás llamado profeta del Altísimo
porque irás delante del Señor para prepararle el camino. (Lucas 1.76)

Aleluya.

Evangelio del 24 de junio de 2023

Juan es su nombre.

La Parola del 24 giugno 2023
Isabel, Zacarías y el pequeño Juan

Del Evangelio según Lucas
Lucas 1.57-66.80

Per Elisabetta si compì il tempo del parto e diede alla luce un figlio. I vicini e i parenti udirono che il Signore aveva manifestato in lei la sua grande misericordia, e si rallegravano con lei.

Otto giorni dopo vennero per circoncidere il bambino e volevano chiamarlo con il nome di suo padre, Zaccarìa. Ma sua madre intervenne: «No, si chiamerà Giovanni».

Ellos le dijeron: "Ninguno de tus parientes se llama con este nombre".

Allora domandavano con cenni a suo padre come voleva che si chiamasse.

Egli chiese una tavoletta e scrisse: «Giovanni è il suo nome». Tutti furono meravigliati. All’istante gli si aprì la bocca e gli si sciolse la lingua, e parlava benedicendo Dio.

Tutti i loro vicini furono presi da timore, e per tutta la regione montuosa della Giudea si discorreva di tutte queste cose. Tutti coloro che le udivano, le custodivano in cuor loro, dicendo: «Che sarà mai questo bambino?».

E davvero la mano del Signore era con lui.

El niño creció y se fortaleció en espíritu. Vivió en regiones desiertas hasta el día de su manifestación en Israel.

Palabra del Señor.

San Agustín (354-430)

obispo de Hipona (Norte de África) y doctor de la Iglesia

Discurso 289, 3º por el nacimiento de Juan Bautista (Nuova Biblioteca Agostiniana, rev.)

“Él debe crecer y yo debo disminuir” (Jn 3,30)

Il più grande degli uomini fu inviato a rendere testimonianza a Colui che era più che uomo.

Infatti, poiché Giovanni, più grande del quale nessuno è sorto tra i nati di donna (cfr Mt 11,11), afferma: “Io non sono il Cristo” (Gv 1,20), e si riconosce inferiore a Cristo, si deve pensare che in Cristo c’è qualcosa di più che l’uomo. …

“Dalla sua pienezza noi tutti abbiamo ricevuto” (Jv 1,16). Che vuol dire “noi tutti”?

I Patriarchi, quindi, e i Profeti e i santi Apostoli, o mandati prima dell’incarnazione o inviati da lui, incarnato, “noi tutti abbiamo ricevuto dalla sua pienezza”. Noi siamo i vasi, egli è la sorgente. Perciò, fratelli miei, … Giovanni è uomo, Cristo è Dio: si umili l’uomo e sia glorificato Dio.

Affinché l’uomo sia umile, Giovanni è nato nel giorno in cui comincia a ridursi la durata della luce solare. Al fine della gloria di Dio, Cristo è nato nel giorno in cui la luce solare va crescendo in durata. Grande mistero.

Ecco perché celebriamo il Natale di Giovanni, come quello di Cristo, in quanto questa nascita è piena di mistero. Di quale mistero?

Del mistero della nostra elevazione. Nell’uomo rendiamoci piccoli, in Dio eleviamoci. Per essere esaltati in lui, quanto a noi, vediamo di essere umili.

PALABRAS DEL SANTO PADRE

Tutto l’avvenimento della nascita di Giovanni Battista è circondato da un gioioso senso di stupore, di sorpresa e di gratitudine. Stupore, sorpresa, gratitudine.

La gente è presa da un santo timore di Dio «e per tutta la regione montuosa della Giudea si discorreva di tutte queste cose» (v. 65). Fratelli e sorelle, il popolo fedele intuisce che è accaduto qualcosa di grande, anche se umile e nascosto, e si domanda: «Che sarà mai questo bambino?» (v. 66).

Il popolo fedele di Dio è capace di vivere la fede con gioia, con senso di stupore, di sorpresa e di gratitudine. […] Domandiamoci, ognuno di noi, in un esame di coscienza: Come è la mia fede? E’ gioiosa? E’ aperta alle sorprese di Dio?

Perché Dio è il Dio delle sorprese.

Ho “assaggiato” nell’anima quel senso dello stupore che dà la presenza di Dio, quel senso di gratitudine? Pensiamo a queste parole, che sono stati d’animo della fede: gioia, senso di stupore, senso di sorpresa e gratitudine. (Ángelus, 24 de junio de 2018)

vetrata di chiesa, Battesimo di Gesù, Giovanni Battista
La Palabra del 24 de junio de 2023 4
Vangelo del giorno
El evangelio del día.
La Palabra del 24 de junio de 2023
Loading
/ /

Dona tu 5x1000 a nuestra asociación
¡No te cuesta nada, vale mucho para nosotros!
Ayúdanos a ayudar a los pequeños pacientes con cáncer.
usted escribe:93118920615

Últimos artículos

gioia nel cuore
19 de abril de 2024
Elige la alegría
Remigio e Giuseppina mano nella mano
19 de abril de 2024
¡Me mantengo!
miracolo eucaristico, eucaristia
19 de abril de 2024
La Palabra del 19 de abril de 2024
Eucaristia
18 de abril de 2024
Oración del 18 de abril de 2024
water, fish, japan, pesciolini rossi
18 de abril de 2024
pez pinco

Próximos Eventos

×