Finally Monday 9 December, last week

Ore 5.30: il mio corpo e la mia mente si rifiutano di dormire.

Mi alzo. Eugenio si rotola ancora nel piumino, dorme non molto tranquillo.

Let's start this new week, the last of the radiotherapy cycle.

Monday 9 December, last week
coffee pot ready

Ed inizia la fase della preghiera.

Accompagno Francesca a scuola alle 8.15. Eugenio ha vomitato.

Alle 8.35 partiamo. Alle 11.00 siamo a Roma, che ci accoglie con il solito traffico in via della Sacchetti pine forest.

It is now 11.45 and we are waiting for the sunbed, occupied for the moment by other "holidaymakers".

Francesca's painting at the Gemelli
Francesca's painting at the Gemelli

Alle 12 Eugenio è sul lettino. Fabrizio è un professionista scrupoloso e gentilissimo. 30 minuti circa e abbiamo finito, ha finito la sua “abbronzatura”.

Eugenio eats a sandwich in the Gemelli room
Eugenio eats a sandwich in the Gemelli room

At 13.30 we are atInfant Jesus Children's Hospital. Eugenio ha fatto già le analisi del sangue. Ora siamo in attesa.

Alle 14.30 decidiamo di andare a pranzo alla mensa dell’ospedale: Eugenio mangia poco, pochissimo, sempre mal di pancia. Fusilli prosciutto e piselli, risotto allo zafferano, petto di pollo, fettina di maiale.

Alle 15 siamo a colloquio con la dottoressa Milena Paiano, che verifica piastrine a 77 (le precedenti analisi erano a 97), creatinina bassa (segno che Eugenio beve pochissimo).

Today, never done before, we decide to visit our loved one Pope Francis a casa sua: malgrado Eugenio sia distrutto, la sua fede e il nostro amore ci spingono a Gesù, ad andare a casa sua, dove poterlo salutare, e ringraziare, e lodare per tutto quello che sta facendo per noi.

500 metri a piedi, che per Eugenio sono stati 25 chilometri, a fatica, ma con tanto amore nel cuore, raggiungiamo la nostra affezionata St. Peter's Square. The weather is excellent, warm, warms the heart

Alle 17 ripartiamo, alla volta di casa Roma.

We reach via Joan Mirò 15 at around 6pm.

Eugenio, stanchissimo, felice.

Si guarda allo specchio, triste.

To lighten the weight, I say: "now we look so much alike!"

Sadly, we laugh.

Still vomiting. Destroyed, the warrior lays down his armor and goes to bed. We too.

Good night

Ultimo aggiornamento: 9 Dicembre 2022 19:35 by Remigius Robert

PreviousNext post
Avatar of Remigio Ruberto

Hi, I'm Remigio Ruberto, father of Eugenio. The love that binds me to Eugenio is timeless and spaceless.

Leave a comment