History of wooden letters and magic words

Reading time: 3 minutes

Read and hear the story of the wooden letters and the magic words

The fable di questa sera è dedicata alla curiosità dei bambini. I piccoli quando iniziano a parlare fanno tante domande e chiedono il perchè di tutte le cose, anche verso le parole che vedono scritte un pò dappertutto. Sta a noi adulti, insegnare come utilizzare le parole nei momenti e nelle frasi giuste.

Read with me

For Christmas, Viola ha ricevuto una scatola magica. E’ una scatola di giocattoli e, all’inizio, non sapeva che fosse magica. Ci sono anche delle lettere di legno, ma Viola non sa come usarle.

In truth, Viola doesn't quite know what letters are.
“Mamma, a che cosa servono le lettere?”
“Servono a comporre le parole. Le parole che pronunciamo e quelle che scriviamo”, risponde la mamma.
“Can we write with letters?” asks Viola.
“Sì, possiamo scrivere quello che vuoi”, risponde la mamma.
Oggi è Viola è a casa, non va all’asilo. Le punge la gola, non riesce a mangiare e non riesce neppure a bere. Mamma la consola ed è questo punto che le viene un’idea. Prende le lettere di legno, le mette una vicino all’altra e scrive:

BAD SORE THROAT

“See Viola, I wrote UGLY.

Then I wrote MAL. I wrote DI. I wrote THROAT. Bad sore throat.
“Mamma, scrivi “vai via mal di gola”!”.
“Va bene”, dice la mamma. Prende altre letterine e scrive:

“GO AWAY SORE THROAT”.

Storia delle lettere di legno e delle parole magiche
wooden letters

La bambina oggi è proprio molto malata.

He has a fever and also a little ear infection.
“Mamma, mi fanno male le orecchie!”, piange la bambina.
“Scriviamolo”!, dice la mamma. Con altre lettere di legno scrive:

BAD EAR ACHE.

“Mamma, non mi è passato ancora”, dice la bimba.
"Can we leave the words you wrote? Will I get over it if we leave the writing? “
“You will get over it because I gave you the medicine”,
 risponde la mamma.
“We, however, leave our little words just the same. We'll take them off when you're healed."
One day goes by, another day and another day.

The wooden letters and the magic words remain on the bedroom table, because Viola still has a fever, sore throat and earache.
On the fourth day, however, Viola heals.


Mamma ha promesso che quando starà bene potrà invitare la sua amica Betty, per giocare con la doll room and toy box.


“Mamma, sono guarita ora. Che cosa facciamo con le parole magiche?”
“What do you want to do? Shall we put the letters back?”
“Mamma, posso scrivere un messaggio per Betty?”.
“Of course, he will see it as soon as he enters your bedroom. What do we write?”.
“Dear Betty, play with me. Sore throat, don't come back."
“Mi sembra un bel messaggio”.

Mamma prende le lettere di legno, le gira e le rigira e scrive:

DEAR BETTY, PLAY WITH ME. SORE THROAT, DON'T COME BACK.

The sore throat didn't come back and Viola started playing with the wooden letters.

He has another magic to learn: how words are made up.

What do you think? I find it to be a nice solution.

Good night!

mamma legge la fiaba
Bedtime stories
History of wooden letters and magic words
Loading
/

Donate your 5x1000 to our association
It doesn't cost you anything, it's worth a lot to us!
Help us help small cancer patients
you write:93118920615

Latest articles

cross, crucifix, chalice, eucaristia
18 Aprile 2024
La Parola del 18 aprile 2024
il pane di vita
April 17, 2024
Preghierina del 17 aprile 2024
mamma e bimba nel giardino
April 17, 2024
Edoardo ascolta i fiori
action, adult, athlete, disabili che giocano
April 17, 2024
Disabilità: via libera ultimo decreto attuativo
la misericordia di Dio
April 17, 2024
Ecco com’è davvero la misericordia…

Upcoming events

×