Tempo di lettura: 4 minuti

Lesen und hören Sie unser kleines Gebet vom 19. April 2023

Die Fäden der Erinnerung

Ich höre mir dieses Lied an, das es schafft, meine Erinnerungen und Erinnerungen zu berühren.

© Max Richter - Perfekter Sinn: Original-Film-Soundtrack

Meine Gedanken schweben zwischen den Tönen und ich denke an dich.

Wer weiß, wie es dir heute geht? Du wirst erwachsen geworden sein, jetzt fast siebzehn.

Hier hat sich wenig oder nichts geändert: Covid ist fast verschwunden, aber am Horizont brechen andere Arten von schwarzen Wolken durch das menschliche Herz.

L’unica, la sola, forza che ci rimane è la preghiera. In essa troviamo la verità, la consolazione, la giustizia, le risposte. Il Vangelo è nostro amico e nelle sue parole ogni giorno troviamo la giusta risposta alle nostre domande, sempre troppe e spesso inutili.

#Lasst uns zusammen beten weil wir auch in Zeiten der Trübsal nicht müde werden, das Evangelium zu bezeugen. Mögen die heiligen Märtyrer Samen des Friedens unter den Völkern für eine menschlichere und brüderlichere Welt sein, in der Erwartung, dass sich das Himmelreich in seiner Fülle manifestiert.

Papst Franziskus via Twitter

Licht von oben

Kommentar zu Joh 3,16-21, herausgegeben vonLoyola-Netzwerk (Bologna)

Licht zwingt nicht, es lädt ein.

Adrian von Speyr

Ich gebe den Text ein (Joh 3,16-21)

In quel tempo, Gesù disse a Nicodèmo: «Dio ha tanto amato il mondo da dare il Figlio unigenito, perché chiunque crede in lui non vada perduto, ma abbia la vita eterna.

Dio, infatti, non ha mandato il Figlio nel mondo per condannare il mondo, ma perché il mondo sia salvato per mezzo di lui. Chi crede in lui non è condannato; ma chi non crede è già stato condannato, perché non ha creduto nel nome dell’unigenito Figlio di Dio.

E il giudizio è questo: la luce è venuta nel mondo, ma gli uomini hanno amato più le tenebre che la luce, perché le loro opere erano malvagie.

Chiunque infatti fa il male, odia la luce, e non viene alla luce perché le sue opere non vengano riprovate. Invece chi fa la verità viene verso la luce, perché appaia chiaramente che le sue opere sono state fatte in Dio».

Ich lasse mich inspirieren

Continua il dialogo tra Nicodemo e Gesù, nella notte. Nicodemo non riesce a capire e a credere come si possa rinascere dall’alto e Gesù spiega che essere una nuova creatura è solo opera dello Spirito. Lui è venuto a portare la vita eterna, la salvezza, la luce nel mondo, luce che ha vinto le tenebre. È questo il dono dell’amore del Padre per il mondo, per noi.

Nicodemo non risponde e in questo silenzio c’è lo spazio libero per la nostra risposta. Credere in Gesù ed essere nella luce oppure restare nelle tenebre. È difficile, però, credere che chi abbia sperimentato il buio vero possa rifiutare la luce che dà vita, chiarezza, fiducia. È difficile credere che la Pasqua, la luce della Risurrezione, la gioia di Gesù che vince la morte e il male possano rimanere lì, meri accessori nella nostra vita.

Eppure spesso accade. Non sarà una luce abbastanza forte, ma tanto non dura. Meglio arrangiarsi con la torcia del telefono, finché dura la batteria… Rischiamo di restare a metà, tiepidi, in una penombra in cui quella luce si perde tra lucette usa e getta, una penombra in cui pensiamo le tenebre addomesticate o meno pericolose. E il rischio è di non scegliere – cioè di non permettere a Gesù di portare la sua calda luce, che ci illumina dentro e rischiara il cammino.

Lass Ostern uns überqueren und bewohnen und lass unser Leben von oben wiedergeboren werden und lass den Geist Wahrheit und Licht in uns und durch uns in der Welt machen.

Leonardo Angius SJ

Loyola-Netzwerk (Bologna)

Die heilige Messe

Lasst uns zusammen beten

preghiera di abbandono
Preghierina
Gebet vom 19. April 2023
Loading
/.

Helfen Sie uns zu helfen!

Preghierina del 19 aprile 2023 16
Mit Ihrer kleinen Spende zaubern wir jungen Krebspatienten ein Lächeln

Neueste Artikel

Gesù e discepoli
14 Aprile 2024
La Parola del 14 aprile 2024
Eugenio e Francesca con la bicicletta nel 2015
13 Aprile 2024
Preghierina del 13 aprile 2024
Eugenio e Remigio mano nella mano, salita al Gianicolo
13 Aprile 2024
Dammi la mano ragazzo mio
mani sul cuore
13 Aprile 2024
Messo da parte per la sua gloria
Gesù cammina sulle acque
13 Aprile 2024
La Parola del 13 aprile 2024

Kommende Veranstaltungen

×